OverBlog

lunedì 20 settembre 2010

Crespelle al grano saraceno con bitto e spinaci

Di Daniela
Scroll down for English version
Questa volta il nostro giro in valtellina ci ha portati fino a Livigno. Abbiamo deciso infatti di andare a trovare il nostro "fornitore" abituale di salumi e formaggi al suo alpeggio a Trepalle, che è nell'ordine:
a- una frazione di Livigno nonché il secondo centro abitato più alto d'Europa dopo Juf in Svizzera con i suoi 2069 m d'altezza
b- il luogo che negli anni cinquanta ebbe come parroco don Alessandro Parenti, un controverso prete dalla forte personalità. A lui si ispirò Guareschi per la figura di Don Camillo.
c- il paesino con il nome più amato dai bambini che lo conoscono, mie figlie comprese.
DSCF7223
Il fornitore in questione, infatti, durante la nostra "visita di rifornimento" di giugno nella sua sede abituale di Mondadizza (945 metri slm) ci aveva invitati a fargli visita durante a sua permanenza in montagna, nell'alpeggio di Trepalle! Come se Mondadizza fosse in pianura..... :-) E noi lì siamo andati a cercarlo!
Collage di Picnikw
L'alpeggio è in un posto delizioso, appena sotto il passo del Foscagno che dall'alto dei suoi 2291 metri offre una vista mozzafiato su tutta la Valdidentro oltre a 2 piccoli e limpidissimi (almeno quanto freddi!!!) laghetti.
DSCF7143
DSCF7149
Collage di Picnik4
Qui abbiamo trovato il nostro "fornitore" con nuovi vitellini
DSCF7160
Collage di Picnik
e la consueta gentilezza, e ci siamo riforniti di bitto, di ricotta freschissima e di casera.
Poi siamo scesi a Livigno, ma di questo vi parlerò un'altra volta..... Per ora passo a parlarvi di un veloce piatto che coniuga 2 tra i prodotti migliori di questa terra:grano saraceno e bitto.
Le ricette con il grano saraceno sono ormai un bel numero, e quasi altrettante le nostre Galettes Bretonnes ripiene di ogni ben di Dio, dal dolce al salato secondo ricette tradizionali o sfiziose. Questa nuova che vi sto per proporre utilizza nel ripieno l'ormai celebre bitto di valtellina
CRESPELLE AL SARACENO CON BITTO E SPINACI
DSCF7869
Dosi per 4 persone (circa 12 crêpes grandi e 20 "normali"):
250 g di farina di grano saraceno
1 cucchiaio di farina 00 (facoltativo o sostituibile con farina di riso)
1 / 2 litro di latte
1 / 2 cucchiaino di sale
40 g di burro salato
eventualmente, 1 tuorlo d'uovo
Per il ripieno
100 g di spinaci, lessati e ben strizzati
300 g di Bitto (Se non lo trovate potrete sostituirlo su una buona Fontina, non eccessivamente "forte")
2 fette di pancarrè bagnate nel latte
parmigiano grattugiato
70 g di burro
DSCF7867

Nulla vieta, nel caso lo preferiate, di preparare queste crepes con la farina 00 sostituendola a quella di grano saraceno. Sono otime ugualmente. Io le ho fatte in entrambi i modi e le foto , infatti, sono "miste".
Giustifica
Unite la farina e il sale (aggiungere 1 cucchiaio di farina di grano 00 rende più facile la riuscita! Però per i celiaci si può senz'altro sostituire con un cucchiaio di farina di riso, come pure gli intolleranti al lattosio possono sostituire il latte con il latte di riso e il burro con un po' d'olio d'oliva. ). Mescolate la farina con un po 'di latte, mescolare bene per ottenere una pastella soda ed elastica, che va lavorata energicamente per qualche minuto . Quindi aggiungere gradualmente il latte mescolando. Aggiungere il burro fuso e, eventualmente, un tuorlo. Versione moderna: Versare gli ingredienti nel frullatore e frullate! Lasciate riposare l'impasto per almeno 1 / 2 ore. Scaldate la piastra per le crepes (anche se sarebbe necessaria una piastra molto ampiaperchè le gallettes sono più grandi rispetto alle cepes.), ed ungetela con un po' di burro fuso, che ho visto tutti "spalmare" con una mezza patata. Versare un mestolo di pastella quasi al centro della piastra, e farla spandere per tutta la piastra con un movimento deciso del polso, oppure, se lo avete , utilizzando l'apposito attrezzo di legno, simile ad un rastrello piatto, senza punte, che si chiama "rozell". Cuocete da un lato e dall'altro e mettetele da parte a mano che le preparate.
Preparate intento il ripieno . Fate cuocere gli spinaci in poca acqua bollente salata, scolateli, lasciateli raffreddare e strizzateli accuratamente. Tagliateli con una mezzaluna e metteteli in una terrina dove aggiungerete la mollica di pane bagnata nel latte e strizzata e il bitto grattugiato o passato velocemente nel mixer. Mescolate accuratamente fino ad ottenere un impasto piuttosto sodo che si possa dividere in palline.
DSCF7843
Mettete una pallina al centro di ogni crespella ripiegandola in modo da ottenere dei fagottini
DSCF7856DSCF7875
DSCF7860
e mettetele una vicino all'altra in una teglia cospargendole poi con abbondante parmigiano e aggiungendo qua e la qualche piccolo fiocchetto di burro.
DSCF7884


Mettete in forno a 180/200 ° per circa 20 minuti e servitele calde

Buon appetito
Dani

Pancakes with buckwheat, spinach and Bitto cheese DSCF7884
Ingredients: Serves 4 (about 12 large pancakes and 20 "normal"):
1 1/4 cup buckwheat flour
2 tbsp white flour 00
2 1/2 cups milk
1/4 tsp salt
2 tbsp butter(the recipe says salt, but with normal butter are perfect)
1 egg yolk (optional)
For the filling
3.5 oz spinach, boiled and well squeezed
10 oz of Bitto (or Fontina cheese)
2 slices of bread soaked in milk
grated Parmesan cheese
5 tbsp butter


DSCF7858
Preparation time: 10 minutes Cooking time: 25 minutes
If you prefer, you can use flour00 instead of buckwheat flour. They're perfect, anyway!! You just have to use the same quantity of flour .
Add the flour and salt (add 1 tablespoon of wheat flour 00 makes it easier to succeed! But for coeliacs can certainly substitute a tablespoon of rice flour, as well as lactose intolerant can replace the milk with rice milk and butter with a little 'of olive oil.). Mix the flour with a little 'milk, mix well to obtain a firm and elastic batter who goes to work vigorously for a few minutes. Then gradually add the milk stirring. Add the melted butter, and /optional) a yolk. Or: Pour the ingredients into a blender and blend! Let the dough rest for at least 1 / 2 hours. Heat the plate for gallettes (although this would require a very large plate, because the galettes are larger than the crepes.), And grease it with a little 'of melted butter, which you can "spread" helping with half a potato. Pour a ladle of batter almost to the center of the plate and let it spread through the whole plate with a firm movement of the wrist, or if you have it, using the special tool made of wood, like a rake flat, with no spikes, which called "Rozell".
Cook and set aside.
Prepare the filling . Cook spinach in a little boiling salted water, drain, let cool and squeeze thoroughly. Cut with a knife and put in a bowl. Add the eggs, breadcrumbs soaked in milk and squeezed and Bitto cheese grated or passed quickly in the mixer. Mix thoroughly until the dough is rather hard so that can be divided into small balls.
Put a ball in the center of each crepe folding to obtain a bundle
DSCF7860

and place them next to each other in a pan : then sprinkle with parmesan and adding here and there some little butter.
Bake for a 15 minutes at 392F° and serve hot

Bon appetite
Dani


32 commenti :

  1. adoro bitto e casera ,quando ho la fortuna di andare da quelle parti lo cerco sempre e ne faccio un pò di scorta! bellissime immagini,la montagna mi piace da morire anche se vivo al mare....Che trepalle sia amatissimo dai bambini è dato certo ma anche Monadizza dalle mie parti avrebbe un gran successo ! (Correggi quel piccolo refuso , so che intendevi Mondadizza.....) buona giornata Dani, un bacione

    RispondiElimina
  2. Oh mio dio, sono le ore 08.20 e io mi papperei una di queste meraviglie, non sono mica normale :) Adoro le galettes e quel formaggio che fonde....maledetta dieta :)

    RispondiElimina
  3. questa volta sei arrivatain cima dani! ma l'hai girata tutto sta valtellina eh? la conosci meglio di me:DDD
    delle crespelle non ti dico niente:D ma sappi che la prosisma volta che salgo a livigno, non potrò non farci un salto:D

    RispondiElimina
  4. Mamma mia...fantastiche!
    me le mangerei anche ora...per colazione, eheheheh!
    Buon lunedì

    RispondiElimina
  5. Hayırlı Haftalar, Ellerinize sağlık. Çok leziz ve iştah açıcı görünüyor. Paylaşım için teşekkürler.(Bugün bloglardan seçmelerde lezzet adasının saç kavurması tarifi yayınlandı.(http://gencalsabahattin.blogspot.com/)

    Saygılarımla.

    RispondiElimina
  6. Fantastico il commento turco di Fuat Gencal su una preparazione valtellinese!

    Menu Turistico ha ormai una portata planetaria!

    RispondiElimina
  7. Quel cartello di Trepalle è troppo forte, ahahahahaha.........
    Belle crespelle, molto molto invitanti:)

    RispondiElimina
  8. @ Grazie Chiara anche per il suggerimento: pur non essendo esperte nel tuo dialetto Monadizza avrebbe avuto un gran successo anche qui:-) Hi hi hi! Baci

    @ Cra gaia confesso che ieri, con la scusa di assaggiarle prima di portarle in tavola , me ne sono mangiata una a merenda: così ho potuto constatare che sono buone anche preparate prima e poi riscaldate! Sono o no diabolica? Bacissimi

    @ Bravisssima Genny eventualmente se ci sono anch'io un giretto a Mondadizza , visto che il nostro amatisimo fornitore torna giù in piano, secondo lui, a ottobre, lo potremmo pure fare! Buonerrima giornata a te e sposo!

    @ Simo se leggi la mia risposta a Gaia comprendi la mia depravazione profonda :-))) ! Bacioni

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia!!! "Suonate il campanaccio FORTE" è troppo... forte! E quel vitellino avrebbe fatto impazzire mia figlia. Ora non mi resta che procurarmi il grano saraceno... Grazie e smack!

    RispondiElimina
  10. @ Hi Fuat, hy Fuat. I am very glad you enjoyed the recipe. But please, could you translate into English for me the last line of your message? google translator is not perfect!I read only the link to your blog. Thanks a lot and have a nice day

    @ Sante parole Virò: sono rimasta colpitissima anche io! Quando si dice la trasversalità della cucina..... Buonissima giornata a te!

    @ Grazie Oxana: non ho potuto evitare di fotografarlo quando l'ho visto! Bacioni

    RispondiElimina
  11. Questo post è di una vivacità e golosità incredibile, grazie :-)

    RispondiElimina
  12. Grazie a te Edda!! bacioni grandi

    RispondiElimina
  13. Ciao e contenta di averti scoperta, ti dico subito...... CHE MERAVIGLIA DI POSTI!! Ci andrei a vivere subito. Aria e acqua buona, posti da favola, mangiare stupendo cos'altro si potrebbe desiderare. Si ,, le tue crespelle. Chissà che buone!! Brava e a presto!

    RispondiElimina
  14. Che belle e che buone, amo tutto quanto sia grano saraceno e cercherò il bitto ravanando nelle boutique triestine !
    Ricordo che ero andata tanti anni fa (con i miei genitori) a Trepalle (come dimenticare ?) ma ci eravamo limitati alla sola bresaola
    Maria Chiara

    RispondiElimina
  15. Complimenti... ma qua il bitto me lo sogno!!!!UFFA!!!!...e comunque delle crespelle così le mangerei a colazione, a merenda..a cena.... sempre.. ciao Elifla

    RispondiElimina
  16. Le crespelle al grano saraceno sono una delle cose da preparare non appena posso...e questo dalla prima volta che le hai pubblicate anche se in declinazione differente. Questa volta anche con la variante di farina normale. Insomma tante scuse non è che poi ci siano vero, devo solo rimboccarmi le maniche?! :PPP ehehehehehehe
    Bravissima davvero e nel non dimenticare di mandare un saluto a tutta la truppa...sappi che se oltre ad un tocco di internazionalità...tu ne volessi anche un regionale...la prox volta commentiamo tutti in dialetto!!! ahahahahahaah :PPPP

    RispondiElimina
  17. Tre palle...Livigno...la Valtellina! Che bei ricordi, ci sono stata quest'inverno! E no nsai che piacere mi ha fatto leggere questo post e ammirare le tue foto così belle e intense come sempre! Complimenti...per tutto!!!!Crespelle comprese che sembrano davvero deliziose!

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia Dani! Le tue foto sono capaci di convertire alla montagna una fanatica del mare come me, e quelle crespelle sono invitanti da morire.

    Ricordo che una volta da ragazzina sono andata a Trepalle; tra noi all'epoca vigeva la barzelletta "Come si chiamano gli abitanti di Trepalle? Fenomeni!" :-D

    E va bene, ce lo faccio un salto dal tuo pusher di formaggi, e mi premurerò di suonare forte il campanaccio!

    RispondiElimina
  19. @ Hi hi hi, Mapila conoscevo anche io l'immortale battuta!!!! Sono contenta che le mie foto ti piacciano:mai posti sono così belli che....... BAcissssimi

    @ Grazie mirtilla seiun tesoro!! Un bacio grande

    @ ha ha ha Mario sei magggggico! aspetto ansiosa commenti in dialetto , Ai quali poi come al nostro amico, dovrò avere vicino una bella traduzone!!! Un bacissimo e rimboccati le maniche, mi raccomando!

    @ Elifla ma basta sostituirlo con un po' di fontina e vengono niente male! Ha ha, la mia depravazione ormai è nota! Baci

    RispondiElimina
  20. @ Mirtilla 1 grazie!! e buona giornta

    @ Giusi, come darti torto: la qualità della vita è molto alta in effetti...Contenta anche io di averti con noi: un bacione di benvenuto!

    @ He he chiara davvero difficile scordare il luogo, in ogni senso! La bresaola è fantastica davvero , ma vedi che i formaggi... Baci

    RispondiElimina
  21. Adoro tutto ciò che è ripieno di verdure.

    RispondiElimina
  22. un bellisimo post sulle montagne della val di dentro eccellente la spiegazione della ricetta, uno dei pochi blog che fa vedere tutti i passaggi

    RispondiElimina
  23. @ Simo sono contenta che ti piaccia l'idea delle crespelle! un bacio

    @ Gunther grazie mille! mi fa piacere che tu apprezzi il nostro lavoro. buona serata!

    RispondiElimina
  24. Daniela cara, mi piace tantissimo la tua ricetta. Devo però avvertirti che per essere totalmente senza glutine non deve avere nemmeno quel cucchiaio di farina 00, da sostituire con fecola o farina di riso.
    Infine posso sostituire il formaggio con ricotta di pecora (che adoro) al posto dei formaggi che consigli tu, che non mangio?
    Baciiiiii

    RispondiElimina
  25. scusa sTEFI, non ho capito bene: se nella ricetta c'è della fecola non è senza glutine? In ogni caso qui non c'è problema perchè io per esempio la faccio integralmente con farina di grano saraceno e viene benone ugualmente, però pensavo che la fecola di patate fosse ok per voi. Puoi spiegarmi meglio per farmi capire bene? Per il formaggio non saprei dire: in teoria ci forrebbe un formaggio che fondesse un po' e la ricotta non lo dìfa, però c'è una soluzione pratica semplicissima : provare!!!
    :-))Grazie mille tesoro e buona giornata

    RispondiElimina
  26. Dani, non avevo letto che avevi scritto la farina di riso. Va benissimo sia la farina di riso che la fecola per i celiaci. Ma se tu la fai solo con il grano saraceno e ti viene benissimo lo stesso, proverò anche questa versione! Grazie per la tua risposta, sei sempre deliziosa. Naturalmente proverò con la ricotta e ti farò sapere... ma la mozzarella, visto che fonde, come ti sembra?
    Baci baci
    Stefania

    RispondiElimina
  27. Perfetto Stefi, meno male! credevo di aver capito male e di aver fatto un errore di valutazione! fiut[accompagnato da meno passata sulla fronte in segno di scampato pericolo :-))] , come direbbe la mia grande! Per la mozzarella sono unpo' incerta perchè forse fa un po' "magollo"... forse mi piace di più l'idea della ricotta.... però se provi me lo dici vero? Baci bella ragazza

    RispondiElimina
  28. Stasera provo questo impasto con la farina 00 e improvviso con quello che ho in frigo....poi vorrei provare la ricetta precisa per il pranzo di Natale! Stasera lo provo con mozzarella e prosciutto o stracchino e mortadella...non ho altro...
    Baci
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora poi mi racconti come sono venute e se sono piaciute? Grazie mille :-))))

      Elimina
  29. Buonissime...nonostante il ripieno improvvisato....l'impasto me lo sarei mangiato anche vuoto...non vedo l'ora di farle a Natale col bitto e gli spinaci e la farina di grano saraceno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di esserti ricordata di scrivermelo !! Mi fa davvero un grande piacere pensare di essere sulla tua tavola di Natale con una mia ricetta. Un abbraccio grande

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...