OverBlog

lunedì 11 aprile 2011

Chocolate Biscuit Cake ovvero la Torta di nozze del Principe William

uguale uguale, ovviamente :-)

chocolate biscuit cake

E' chiaro che stiamo scherzando, anche se la ricetta segreta pare sia stata svelata e circoli già da tempo sui principali quotidiani inglesi: d'altronde, tutto fa notizia, per il matrimonio di questa coppia che sta riconciliando il popolo britannico con la monarchia, grazie al  tentativo-disperato, viste le circostanze - di organizzare le loro nozze all'insegna del  "famolo normale". E' evidente che trasformare un evento di questo genere in una cerimonia intima è un'impresa persa in partenza: però, i due ci stanno provando, a ritagliarsi un po' di spazio per loro, fra le incombenze dell'etichetta e il peso della corona e la scelta di questa torta lo conferma: è una richiesta esplicita del principe William, da affiancarsi alla  fruit cake con cui è tradizione celebrare ogni festa nuziale made in Britain. Neanche a dirlo, in Gran Bretagna è partito il toto-torta: si va da quale delle due sarà servita per prima a quale delle due sarà più buona, fino a quale sarà la ricetta prescelta: trattandosi di una torta casalinga, infatti, ogni famiglia ha la sua. In questo caso, trattandosi di una famiglia non esattamente come le altre, la ricetta di casa è quella di palazzo e precisamente quella di Darren Mc Grady, il cuoco che ha diretto le cucine di Buckingham Palace, sfamando ben tre generazioni di reali: parrebbe infatti che la Chocolate Biscuit Cake richiesta da William come torta nuziale sia proprio quella che gli preparava il buon Darren- il che ci conferma, ancora di più, che se anche il cuoco di Buckingham Palace, costretto alle parche mense di Elisabetta II e ai capricci alimentari di Lady D., riesce a togliersi qualche soddisfazione, c'è speranza per tutti)

chocolate biscuit cake

Le nostre fonti, però, son diverse: per la ricetta, le cucine del Raravis Palace, per le notizie sul matrimonio dell'anno l'ineguagliabile Marina, di Altezza Reale, uno degli appuntamenti quotidiani della sottoscritta, assieme al caffè lungo e alle prime pagine dei quotidiani on line. Se siete appassionati di re e regine, di oggi e di ieri, e di tutto quello che gravita loro intorno, è una tappa imperdibile: ma anche se non siete particolarmente interessati a questo mondo, vale comunque la pena di leggerne gli articoli, scritti con l'autorevolezza di chi, una laurea in storia, se l'è presa per passione e per davvero, e con il piglio e la disinvoltura di chi, altrettanto per passione e altrettanto per davvero, lavora da decenni nella redazione di un giornale. Nessun gossip, nessuno "strillo scandalistico", nessuno scoop da prima pagina del tabloid della sera: ma una straordinaria capacità di "essere sul pezzo", unita a sezioni di approfonidimento storico, culturale ed artistico, che fanno di Altezza Reale una vera chicca, in questo variegato mondo del web. Naturalmente, Marina non si è persa una virgola dell'organizzazione del matrimonio dell'anno e quindi, se volete sapere su quale carrozza salirà la sposa, quali saranno le musiche per la cerimonia o ingannare l'attesa, sfogliando gli album di famiglia delle teste coronate, torte nuziali comprese, fate un salto da lei e non resterete delusi. 



f3bzn35uzszq4sr7

La delusione, invece, l'ho avuta io, appena sistemata questa torta sul piatto da portata. Mancava qualcosa. Presentata così, con la semplice glassa al cioccolato, era troppo semplice. Cosa potevo metterci? pensavo, mentre passavo mentalmente in rassegna tutto l'armamentario da blog che mi ritrovo: e dopo aver scartato i fiori finti, i cuoricini e pure gli elefanti in abito nuziale che intrecciano amorevolmente le proboscidi, ho avuto l'illuminazione: una tiara, ci voleva. E pure di quelle serie, tutte tempestate di brillanti e pietre preziose, un po' come l'aureola della signora Gambetta. E dove potevo trovarla, secondo voi, se non nella cabina armadio della figlia numero tre della Dani? A dire il vero, voci non confermate parlano di una tiara degna di questo nome anche nel guardaroba della figlia numero uno, la Giorgia, ora finita a Milano insieme ai pezzi più preziosi del corredo di famiglia: ma fino a quando non sentirò le voci autorevoli dei miei ex colleghi di università lamentarsi di essere stati accecati, al primo sole primaverile, dai bagliori di un diadema sulla testa di una delle loro alunne, mi ostino a non crederci. In ogni caso, la battuta di caccia è stata fruttuosa e, anche se abbiamo recuperato un braccialetto, i diamanti e le pietre preziose ci sono ed è bastato il tempo di salire le scale per convincerlo a credersi una corona- e la porca figura eccola qui



chocolate biscuit cake

Si tratta di una ricetta facilissima e strepitosa, senza cottura, di quelle che possono benissimo essere preparate con i bambini e che faranno impazzire anche quelli più cresciuti. Io, come dicevo, seguo la ricetta che abbiamo noi- estremamente semplice- ma se preferite cimentarvi con qualcosa di più complicato, potete far riferimento a questo sito qui, che si lancia addirittura in una comparazione fra la versione tradizionale e quella che sarà seguita. La nostra, invece, è questa: 

Per uno stampo da 20 cm di diametro
1 pacchetto di digestive al cioccolato fondente 
250 g di cioccolato fondente, tagliato a pezzettini
250 ml di panna fresca da montare, non montata


chocolate biscuit cake

Imburrate la teglia e rivestitela di carta da forno, con l'avvertenza di farla trasbordare un pò
Spezzettate i biscotti in pezzi grossi (tagliateli a meta, al max in quarti) e metteteli direttamente nella tortiera, alla "come viene viene". 
Spezzettate il cioccolato e mettetelo in una terrina
Scaldate la panna, portatela quasi al punto di ebollizione e poi versatela sul cioccolato: mescolate subito con una frusta, mentre il cioccolato si scioglie e continuate a mescolare, fino a quando avrete un composto liscio e denso. 
Versatelo sopra i biscotti, battete la teglia sul piano di lavoro in modo da non lasciare bolle d'aria e poi mettete in frigo, sul ripiano più alto, per 4 ore
Trascorso questo tempo, rovesciate lo stampo su un piatto (non sarà quello da portata e poi vi spiego perchè): togliete via la carta da forno e, con la ganache che resterà sulla carta, finite di rivestire completamente il dolce. 
a questo punto, la ricetta dice di passarlo in frigo per un'altra ora e poi di servirlo, tagliato a fette. 
Secondo me, è meglio passarlo in freezer per un quarto d'ora, mezz'ora al massimo (reparto fast freeze, ovviamente): in questo modo, sarà molto più facile tagliarlo. 
Trasferitelo sul piatto da portata e tagliatelo a fette rettangolari.

Note mie
  • Da quando ho scoperto i Digestive al cioccolato della Lidl, compro anche  quelli: costano la metà e anche se sono più leggeri degli originali, vanno benissimo per la colazione del mattino ed anche per fare questo dolce.

  • La ricetta prevede anche l'aggiunta di zucchero: la trovo estremamente discutibile, a meno che non vogliate usare un cioccolato ad alte percentuali di cacao. Detto fra noi, per un dolce del genere, mi pare un po' fuori luogo, non fosse altro perchè va a mischiarsi col sapore del cioccolato dei biscotti. Io ho usato un ottimo fondente, al 70%- e, vista la velocità della luce con cui se la sono spazzolata tutti, direi che andava benissimo

  • La porca figura prevede che il dolce sia ulteriormente ricoperto di  uno strato spesso di ganache al cioccolato: questo renderebbe i bordi più lisci e la superficie più omogenea. O meglio: queste sono le foto che circolano, dopo la scelta del principe William. Dovessi dirvi, in tutti questi anni, non ne ho mai visto uno, liscio ed omogeneo: sempre tutti butterati, storti e increspati ai bordi. Ma si sa: noblesse oblige e in certi casi ancora di più..
Superfluo aggiungere che, essendo oggi lunedì, questa ricetta è perfetta per il RinnUovo delle (St)Renne: domani, come al solito, ci aspettano le meraviglie di Annalu- e poi quelle di Stefania, di Eli/Fla e di Mapi
Buona settimana 
Alessandra

65 commenti :

  1. Santo cielo, la visione dello stampo con l'impasto alla " come viene, viene" mi ha fatto venire in mente pensieri poco regali :-)

    Aggiudicata per il prossimo barbecue, anche senza corona :-)

    RispondiElimina
  2. Dopo questo dolce e la magnifica tiara non ci sono dubbi che presto riceverai un invito...reale! Brava!!

    RispondiElimina
  3. Ecco, ho trovato al torta ideale per festeggiare il compleanno della mia pricipessa!Grazie :)))

    RispondiElimina
  4. Ma quindi gliela preparerai tu? E' la scusa scusa buona per imbucarsi al matrimonio? Dai che non se ne accorgerebbe nessuno ;-)
    Quella tiara rende questa torta decisamente regale :-D
    Fabio

    RispondiElimina
  5. magari il pasticcere inglese copia la tua versione con la coroncina 'ncoppa :-))

    RispondiElimina
  6. Ancora una volta la Maison Gaia Couture ha fornito l'accessorio giusto per coronare una preparazione che ha proprio tutte le carte in regola per essere très chic e à la page, a conferma che in questo blog la collaborazione delle famiglie dà i suoi buoni frutti.
    Quasi quasi mi trasferisco a Genova e prendo in prestito pure io... anzi no: faccio un salto in Città Studi, molto più vicina a casa mia (e ancora di più all'ufficio) e chiedo a Giorgia di prestarmi la sua, di tiara... :-D

    RispondiElimina
  7. Anche se non sono una principessa....la posso avere una porzione!!!!

    RispondiElimina
  8. ........ aspetta che sto sbavando!!!................................questa te la copio...e poi la posto anche ......sul blog...............è una cosa così semplice ma altamente di superlativa figura..... Oh kiribbio...........oh Kiribbio!!!!!Zdevofarlaprestodevofarlaprestodevofarlaprestodevofarlaprestodevofarlapresto...........................................

    RispondiElimina
  9. Sono commossa, non dico altro...
    Marina(quella di cui sopra)
    ps il dolce poi mi sembra altamente provocatorio.
    ps 2 ma da voi che siete due che ci sanno fare e ne hanno viste tante, ma secondo voi è il dolce adatto ad un ricevimento di un certo tono, no dico perché vabbè che i due desiderano semplicità però sempre di Buckingham Palace si tratta. quando ho letto di questo cake avevo immaginato qualcosa di più complesso/raffinato e insomma questo mi pare proprio un dolce casalingo, certo da un lato è tenero, perché William come tutti gli sposi desidera condividere qualcosa che ama, ma....

    RispondiElimina
  10. Ma questa torta è geniale... posso dire che è una versione semplificata del salame al cioccolato? E poi fa mooooolto più chic presentare una blasonata "Chocolate Biscuit Cake" invece di un plebeissimo "salame"! Copio Flavia e la posto anch'io sul mio blog: te lo dico io... questa diventerà la nuova Stupendissima!!

    RispondiElimina
  11. Aspettavo la ricetta, sapevo che avresti avuto delle conoscenze particolari a Palazzo........ dopo il Prinsipe Felipe e Dona Letisia Ortisia e chi ti ferma?
    mhhhhhhhh quel cioccolato!!!!!!!!!!
    diana

    RispondiElimina
  12. ...mi sono dimenticata di fare un commento sulle bustine da tè "William & Kate"... ehm... uhm... non mi viene nessun commento... sono speechless!!
    ;-)

    RispondiElimina
  13. E siccome il mio nome significa "corona" questa torta è proprio quella giusta per me!!! Reali principianti, questi!

    RispondiElimina
  14. Certo che gli inglesi "son strani" ;)
    dopo una creazione così non possono mica non invitarti per il grande evento!!

    RispondiElimina
  15. Ale, ma le sai proprio tutte!
    Stavo giusto strologando su come utilizzare una quantità semi-industriale di ganache di santin e arrivi tu con questo salvifico post..
    E' vero che la suddetta ganache contiene glucosio e burro, ma credo che il real-pasticcere se ne farà una ragione.
    Grazie Ciao

    PS1: ho pubblicato su CI la foto dei tuoi baci salati ma "diamantati". Di gran figura anche loro. Sullo stesso 3-AD c'è anche la foto di gnocchi alla romana con i carciofi, puoi dirmi se è troppo orripilante per essere inviata al tuo "concorso"?

    RispondiElimina
  16. Ma non ci posso credere, anche la torta reale hai fatto! Non credevo fosse così semplice visto che ne parlano tanto in tv pensavo a chissà quale torta elaborata :-) Ottima scelta! Questi sposi mi stanno già simpatici, spero solo per loro che siano più fortunati dei genitori! baci

    RispondiElimina
  17. ricetta regale???? prendo subito nota!!eh si, per me che vivo con una blasonatissima marie antoinete come non copiare questo dolce godurioso???? grazie per suggerimento lidl che apprezzo molto! :-))adoro i digestive , quelli al cioccolato poi....!!! mega baci

    RispondiElimina
  18. Araba, ridoooo :-) per il barbecue si scioglie, ma è perfetta per chi è già pronto per il dolce!!


    Francesca, son già pronta, ti immagini?? quando si dice "la porca figura"

    Elena, non so quanti anni abbia la tua principessa, ma questa è una torta perfetta per bambini e ragazzini: anche per insegnar loro a cucinare. Ci si strafogano come pazzi...

    Fabio... ach, mi hai sgamata... e dire che non se ne sarebbe accorto nessuno :-)

    Cristina, sicuuuuuurissimo!! anzi, voglio il copyright :-)))) (conidiviso con la figlia n. 3, sia chiaro)

    Mapi... essì che te la sgancia così: minimo minimo ti chiederà di riempirle frigo e freezer fino alla fine dell'anno, altro che!! ma sappi che ne varrà la pena, vuoi mettere? :-)

    Agata: vedremo... se farai la brava..:-)

    eli/Fla: si vede che la polverina dell'Etna è di nuovo in circolazione! e comunque, è da sbaVVo!!!

    RispondiElimina
  19. Marina, no! il dolce che verrà preparato è grosso modo questo nella sostanza, ma non ti dico cos'è nella forma. Ho visto solo la versione per gli intimi del Palazzo, ma basta per farti un'idea: alto 4 volte tanto e perfettamente ricoperto di ganache. Non vedi mezza gobbetta, niente. Poi, su come facciano a tagliarlo, senza che si sbricioli tutto, questo è un mistero noto solo ai pasticceri reali. Ma a vederlo è uno spettacolo. E- ripeto- aspettiamo di vedere cosa verrà servito al matrimonio

    RispondiElimina
  20. Cristina b: tu sì che hai centrato la questione! Vuoi mettere la differenza? E non so se diventerà l'erede dalla Stupendissima, ma di certo merita di essere provato. Almeno una volta (che poi basta quella, per diventarne schiavi!!)

    Diana: :-)))))) però, ora aspettiamo te, perchè i prossimi in "lista di nozze" sono i tuoi vicini. Quindi, ti mandiamo in missione per Menuturistico e mi raccomando, fatti valere!

    Stefania: e c'hai ragione, ci hai! anzi, ti dirò che la prima persona a cui avevo pensato per la tiara eri tu (mi sarebbe bastato anche uno dei tuoi sandali tutti tempestati etc etc): ma sai com'è, le distanze..

    Elenuccia: è quello che dico anch'io: come faranno, senza di me?? :-))

    RispondiElimina
  21. Fabiola
    1. intanto, complimenti per la rielaborazione dei baci di dama. Non sfigurerebbero neppure sul buffet di Kate&William, visto che sempre di "diamanti" si tratta :-) Scherzi a parte, sono davvero molto belli

    2. la ganache di Santin è perfetta per questo dolce. Nella ricetta "originale" che ho linkato, c'è il golden syrup, e quindi il glucosio è perfetto. Quella che ho postato io è la vecchia ricetta della "torta di biscotti" che si faceva in casa mia e che mia mamma aveva imparato da qualche amica inglese: difatti, è il massimo della "casalinghitudine". Di sicuro, la ganache di Santin la impreziosirà parecchio (e vai di nuovo con i preziosi... si vede che ormai son contagiata!!!)

    3. gli gnocchi sono ultra perfetti. Riesci a mandarmi una mail con un po' di storiella e la foto?
    e grazie, ovviamente!
    ciao

    RispondiElimina
  22. Stella: la pasticceria inglese è di una semplicità disarmante. "Inganna", perchè loro sono maestri indiscussi nelle decorazioni e quindi ogni volta che si vedono le loro torte si pensa a chissà quali cose: in realtà, è tutto all'insegna della semplicità. Probabilmente è per questo che io mi ci trovo così a mio agio, perchè per esempio a me la pasticceria francese mette ansia: ho sempre paura di non riuscire a farcela, appena finisco una parte devo ricominciare con un'altra- e invece gli Anglosassoni sono così "easy" che è impossibile che i loro dolci non riescano: il che, è rilassante in partenza!

    Roby, per la M.A. è perfetta. I Digestive della lidl costano esattamente la metà di quelli originali (borsa di Genova- Albaro, naturalmente), ma sono più leggeri. Mio marito li preferisce e difatti a colazione mangia solo quelli. Io li mangio entrambi, ma ormai non faccio più notizia!!
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  23. Ma la rifaccio!! E mica stiamo ad aspettare che le due bustine da te convolino a nozze!
    baci

    RispondiElimina
  24. eh già mancava qualcosa, con la corona-bracciale è meravigliosa e reale !!! ;)

    RispondiElimina
  25. .... a momenti mi lecco pure il monitor...
    Semplicissima e decisamente goduriosa--> DA FARE!!!!
    Grandiose come sempre!

    RispondiElimina
  26. complimenti per questa meravigliosa ricetta! bacioni

    RispondiElimina
  27. Posto che questa versione è di pura fantasia, nel senso che la vera chocolate biscuit cake non si fa con la ganache ma con burro e golden syrup, gli sposi reali hanno scelto come torta nuziale una torta decorata dalla cake designer Fiona Cairns,www.fionacairns.com/. Poi che nel buffet dei dolci ci sia anche questo, ovviamente preparato con la ricetta tradizionale,( e non con questa che nulla centra con il dolce amato dal principino) è probabilissimo.Di solito non si fa mai rotondo ma quadrato o rettangolare, al più nello stampo da plum cake.Va usata cioccolato, ottimo burro inglese e golden syrup in modo che una volta freddato in frigo si possa poi servire in piccoli carrè, tagliandoli ben precisi, senza sbrodolamenti o rotture.Fuori dal frigo si mantine perfettamente. Utilizzando una ganache, non si ha certamente il vero chocolate fridge cake (quindi non può essere chiamato così)nè tantomeno un prodotto facile da servire sopratutto ai bambini a cui è generalmente destinato, dato che la ganache non "tiene", troppo morbida.
    Non voglio certo dire cosa sia meglio al gusto, se l'impasto vero e tradizionale (al cui interno spesso c'è anche uvetta, frutta secca ecc..)o la ganache. Il discorso è su un nome che non c'entra nulla con il dolce postato qui. Anche i biscotti ti consiglio di farli in pezzi più piccoli.....
    Rosy

    RispondiElimina
  28. non seguo molto le vicende dei principi e reali, ma accidenti quanto è divertente quella tazzina di thé con tanto di foto, ma è una vignetta o esistono le bustine con le foto???^__^
    Il dolce che dire è strepitoso e io per il cioccolato vado matta. Belle le foto e il tuo post. Ciao a presto Ale.

    RispondiElimina
  29. scendo a comprare i digestive..

    RispondiElimina
  30. Rosy (?)

    1. la notizia che il principe William ha espresamente richiesto una seconda torta nuziale e che questa sarà la Chocolate Biscuti Cake è su tutti i giornali del mondo. TUTTI. E non nel buffet dei dolci, come sostieni tu, ma proprio accanto alla fruit cake nuziale. La notizia era proprio questa: e cioè che un principe infrangesse l'etichetta per richiedere un dolce di cui è golosissimo, sin da bambino. Non dubito che non sia ancora finita su Wikipedia: ma qui sopra, di solito, ci documentiamo su altre fonti.

    2. Sul fatto che non si faccia mai rotondo, bisognerà correre ad informare il pasticcere della realcasa, visto che ci ha pure scritto un libro, con tanto di foto di questo dolce ROTONDO. Ora, chi glielo va a dire, alla Regina, che per tre generazioni ha tenuto a libro paga uno chef che neanche era a conoscenza della forma tradizionale di questo dolce? Ah, averti conosciuto prima...

    3. Non c'è bisogno che tu ci faccia vedere quanto sei brava, ripetendo a memoria gli ingredienti della ricetta originale: ho messo il link, nel post. Basta un click- ed eccola apparire e- pensa un po'- pure meglio della tua: con tutte le dosi, gli ingredienti orginali, e persino la comparazione fra la versione tradizionale e quella seguita per la cerimonia.

    4. Questa, ovviamente, NON è una ricetta di fantasia. Ma torniamo al solito discorso: ognuno condivide quello che ha. Io ho i quaderni di mia mamma, centinaia di ricette raccolte sul campo, mezza vita trascorsa all'estero, a curiosare per librerie, biblioteche e cucine vere e una vita fatta di soddisfazioni così travolgenti che non ho certo bisogno di fingermi quella che non sono su un blog di cucina. Questa è la ricetta che gira in mille case inglesi- e basta fare una ricerca su google per essere sommersi da mille variazioni sullo stesso tema: biscotti e ganache al cioccolato. Però, siam sempre lì. E' google, e non wikipedia...

    5. Naturalmente, la Chocolate Fridge Cake di cui discetti tu non abita qui. C'è una certa differenza fra Fridge e Biscuit e forse ci si potrebbe arrivare anche senza l'ausilio delle enciclopedie internettiane, mi sa...

    Infine, potevi benissimo firmarti col tuo nome: ma forse, vista la pessima figura a cui ti ha esposto il contenuto del tuo commento, per una volta concordo con te: è stato meglio così.

    p.s. anche a nome della Dani, questa volta: se vi stiamo così antipatiche, postiamo ricette che vi fanno inorridire, non sappiamo neanche rompere bene i biscotti, perchè non continuate a dedicare tutta la vostra competenza al vostro blog? Noi ne saremmo davvero liete.

    RispondiElimina
  31. Scusate l'interruzione, ma a volte ritornano :-/

    Dunque, dove ero rimasta?
    ah si, a Ginestra: hai visto che forti, le bustine da te? :-)))

    angela: è vero, no che mancava qualcosa?? :-)

    Paola... contieniti, insomma! è sempre una torta regale :-)

    Dada, strabuona, davvero. semplicissima, ma di una bontà infinita

    Ale, quando sono andata a Londra, a gennaio, c'era poco o niente, di gadget reali. Anzi, dovessi dirti, mi sembrava che l'attenzione a queste nozze fosse più sul versante straniero che non su quello londinese. Gli Inglesi, mi dicevo, mentre passavo per una Regent street con i negozi vuoti e le vetrine con le nuove collezioni di primavera (i saldi sono stati un mezzo flop), hanno altri pensieri per la testa. Invece, pare che ora la febbre stia salendo e si vede anche da questi affarini qui. Non so se riesco a tornar su a breve, ma spero che qualche anima pia me le faccia avere: da quando le ho viste, ho la consapevolezza che prendere il tè non sarà più la stessa cosa, senza quelle bustine!
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  32. Non ci credooooo!!! La volevo preparare anche io! E' proprio vero che cialtroni si nasce e non si diventa, ed è proprio vero che Dio li fa e prima o poi li accoppia, io ti adoroooo :-DDDDD

    PS: io di tiare ne ho 4, per la cronaca :P

    RispondiElimina
  33. rido doppio- perchè sul Dio li fa e poi li accoppia me ne vengono in mente di ogni tipo, in questo momento... e comunque ti adoro anch'io, o donna dalla quattro tiare!!!

    RispondiElimina
  34. mamma mia..io sbavo!..mischierei sicuramente cioccolato a latte a quello fondente...e poi mangerei tutta la teglia.
    devo fare assolutamente un controllo alla mia glicemia :S
    ps. fortuna che si sposano presto, sti due hanno veramente rotto i cosidetti..... -.-"

    RispondiElimina
  35. Posto che Ale ha già detto tutto, ma proprio tutto. Posto che per quello che riguarda i dolci sono praticante ma soprattutto a livello mandibolare come la mia culotte de cheval può facilmente attestare (:-), ma devo intervenire in quanto autorità in materia di royal wedding e scusate spostatevi un attimo che devo aprire la ruota...(la mia ruota da pavone intendo).
    Tutti i giornali del mondo, tutti i siti hanno scritto in tutte le lingue dell'orbe terraqueo che William per la festa serale, quella per pochi intimi (300 persone), quella che sarà allietata dalle canzoni di sir Paul e quella che sarà pagata da babbo Charles, ha chiesto sia servito un biscuit cake al cioccolato, dolce che mangiava da bambino e di cui era golosissimo. Come tutti gli sposi di questa terra che al ricevimento vogliono qualcosa di particolare o che amano perché così l'evento si personalizza e resta nel ricordo di tutti. Si spera.
    Quanto alla forma direi che se nel sito ufficiale so vede questo http://www.officialroyalwedding2011.org/blog/2011/March/28/An-interview-with-McVitie-s--The-Royal-Wedding-reception-cake
    possiamo anche dormire sonni tranquilli, eh Rosy?

    RispondiElimina
  36. Eres... fallo una settimana dopo aver mangiato la torta, dai..

    Marina, grazie per le precisazioni, ma non ti preoccupare. Son vecchie conoscenze, ogni tanto ritornano, con nomi diversi, ma come tu ben sai, vista la tua esperienza, lo stile è inconfondibile. :-)))

    p.s. in compenso, grazie del link: ho capito come fanno,a renderla liscia! ora la rifaccio e la posto!

    RispondiElimina
  37. Ci scusiamo con tutte le amiche che hanno lasciato qui sopra commenti fra l'inorridito e il solidale, a seguito dell'intervento di Rosy, ma preferiamo chiudere qui l'argomento.
    MT è uno spazio personale su cui, in quasi due anni, si è dato appuntamento oltre mezzo milione di persone: ci piace pensare che, se ciò è avvenuto, sia stato per il clima di leggerezza ed ironia che si è respirato qui sopra e che vogliamo si continui a respirare anche per tutto il tempo a venire. Sono davvero grata a tutti voi che mi avete manifestato affetto e amicizia e risponderò personalmente a ciascuno. Ma qui sopra, la questione è chiusa. E lo sarà anche quando, nei prossimi giorni, su un certo blog di cucina spunterà questa stessa torta, in edizione riveduta e corretta, piena di commenti scandalizzati al mio indirizzo. Noi, ribadisco, continueremo a scrivere le stesse cose- nello stesso modo, senza che nulla cambi, meno che mai se proviene da commenti di questo tipo.
    Grazie ancora a tutti
    ale

    RispondiElimina
  38. Purtroppo per te non ho un blog ,nemmeno un account google quindi mi firmo con il mio nome, Rosy (maria rosaria) è anche la prima volta che scrivo sul tuo blog perchè dal titolo ho visto il dolce che mangiavo spesso da bambina.Non pensavo di offenderti come persona dicendo che il dolce da te fatto nulla c’entra con quello che ama il principe william e con quello che verrà servito al ricevimento serale al buffet.Sono cose completamente differenti. Il tuo è un altro dolce, forse più buono non so, ma un altro. Il titolo non c’entra niente.La torta nuziale la fa la cake designer Fiona e la fridge cake troverà spazio al ricevimento serale, ma non è la torta di nozze, quella con cui faranno il taglio e la foto al pranzo ufficiale. La forma sarà rotonda al ricevimento perchè non è elegante presentare una torta a barrette, non è una festicciola da asilo.Non mi pare che dicendo le cose come stanno ho fatto questa brutta figura. Forse pensavi che ero qualcun’altro che ogni volta ti scoccia e allora hai esagerato. Tranquillizzati non credo che interverrò mai più, non vorrei farti fare altre brutte figure.
    PS. I biscotti spezzettali un po’ di più, davvero, riesci a dare meglio la forma al dolce e a tagliarlo. Ho visto ora il link della signora Marina che fa vedere chiaramente come i biscotti siano ridotti in pezzetti più piccoli.
    Se ci metti le ciliegie candite migliora molto!

    RispondiElimina
  39. da Fabiola
    dubbio atroce: i digestive devono essere quelli al cioccolato o quelli tradizionali?
    te lo chiedo perchè presa da un attacco di perfezionismo ho gia chiesto alla mia parrucchiera che abita vicino alla Lidl di prendermi quelli al ciok che consumate voi a colazione (non ridere)
    ciao

    PS: mandata mail con gnocchi

    RispondiElimina
  40. Ti rispondo volentieri e ti dico subito che vorrei davvero essermi sbagliata: altrimenti, non pubblicherei questo messaggio e questa risposta.

    Qui sopra, non facciamo una questione filologica di niente. Non è un blog di professionisti del settore nè un blog di cultori della materia. Io ho una mia professione, a cui tengo molto e nella quale cerco di essere sempre al meglio delle mie capacità: ma su questo blog, interpreto una mia passione, quella della cucina, in modo ironico e leggero.

    Sotto al titolo del post, c'è scritto "uguale uguale, ovviamente...seguito da quello che, nel linguaggio universale di chi è costretto a non poter comunicare a parole, significa un sorriso. Come dire, che "uguale uguale" non lo sarebbe stata, per niente.

    Nello stesso tempo, questa è la versione casalinga della chocolate biscuit cake. Quindi, una percentuale di verità c'è. Senza contare che, nel corso del post, c'erano tutti i link che avrebbero permesso a chiunque fosse interessato all'argomento, di approfondirlo, a cominciare dalle ricette orginali fino alle torte reali della storia, passata e recente.

    Asserire che quella postata è una torta di fantasia è imprudente, oltre che un po' offensivo: è evidente che non sei una lettrice abituale, perchè altrimenti sapresti che la maggior parte delle ricette inglesi provengono dalla mia famiglia e da un lungo periodo di mia permanenza in quelle zone, occupandomi oltre tutto di un settore dove i ristoranti avevano la loro importanza. Quando pubblico queste ricette, lo faccio sempre col fiato sospeso, perchè so di condividere anche una parte della mia vita molto intima e privata. Sentirmi dire che è una ricetta di fantasia mi ha ferito oltre ogni limite.
    D'altronde, come ripeto, ti basta digitare chocolate biscuit cake su google per vedere che la versione con la ganache è presente e anche in modo frequente.

    Sul fatto che questa torta trovi spazio al ricevimento serale, ammetti con me che abbiamo sbagliato entrambe: io avevo pensato che sarebbero state entrambe presenti al ricevimento nuziale, ma tu hai scritto, con una certa aria di sufficienza, che al massimo poteva stare nel buffet dei dolci. Il che non è proprio la stessa cosa, se ci fai caso: perchè questa torta avrà comunque un posto d'onore, anche se al ricevimento serale- molto più di quanto le sarebbe stato concesso se fosse stata in mezzo agli altri dolci.

    Sulla forma, nì: ripeto, se guardi il libro che ho linkato, è rotonda. E nelle varie foto che puoi vedere in internet è sempre tagliata a pezzi, perchè altrimenti non si vedono i biscotti. In casa mia, si è sempre fatta rotonda, altrove l'ho vista quadrata ma non credo che esista un capitolato per stabilire se una va bene e l'altra no. Non per una torta di questo genere.

    Grazie al link di Marina, ho capito anch'io come si fa a trasformarla da ranocchio a principe e come le dicevo, alla prossima la preparo: con i biscotti più piccoli e l'anello da pasticceria. E ci metto anche le ciliegie candite, di sicuro

    La brutta figura non l'hai fatta dicendo le cose come stanno- ma dicendole in quel modo: perentorio, tranciante, offensivo. A maggior ragione considerato che molte delle informazioni che ci davi erano già linkate nel testo e alcune erano del tutto sbagliate.
    Prova ne è che le persone che hanno risposto sono state davvero molte- e tutte si sono risentite allo stesso modo.

    In ogni caso, io tendo una mano, sperando di non farlo con la persona che ho pensato che fossi. anzi,se davvero non lo sei, come spero, ti prego di accettare le mie scuse. Se vuoi continuare a frequentare il nostro blog e a commentare, sarai accolta con lo stesso spirito con cui accogliamo i nostri lettori e i nostri amici. Che non è quello con cui ti ho accolto prima, prometto :-)))
    buona notte
    ale

    RispondiElimina
  41. Fabiolaaaaaaa
    è arrivato tutto
    col cioccolato
    e guarda questo link
    http://www.officialroyalwedding2011.org/blog/2011/March/28/An-interview-with-McVitie-s--The-Royal-Wedding-reception-cake
    qui ti spiega anche come farla in modo "regale" ;-))

    RispondiElimina
  42. @ Marina: grazie per il video!!!

    RispondiElimina
  43. Buongiorno mi presento sono MonsieurGambettò detentore di una delle poche aureolate in giro (per merito mio...sia ben inteso! :P....), tutta 'tempestata di diamanti ed affini. Purtroppo il regno delle due Sicilie ha visto passare un pò tutti ma gli inglesi no. Certo da qui sono transitate dominazioni importanti, re e regine, despoti e 'poveri uomini', damigelle e 'damigiane', tante teste coronate e tante...teste di "carcioffole" (traduz."carciofi" per chi non ha confidenza con vernacolo nobile partenopeo)...il che se da una parte non ha contribuito alla contaminazione gastronomica d'oltre manica però ha decisamente cesellato nell'animo dei 'dominati' una forte sensibilità critica verso chi fà o "re o a regina cummannascoppole"
    Ecco ora io sono un semplice popolano con un tarocco "monsieur" rubato agli angioini...però la differenza tra un dolce regale fatto non da una amica (lo è ma in questo caso mi tengo fuori dal contesto personale) ma da chi scrive con lo spessore di una cultura che in molti possono solo sognare ed il semplice didascalismo alla Alfonso Signorini di una regina cummannascoppole in merito con tanto di morale tronista è davvero risibile...anche per uno come me che a stento sa cosa sia la storia...
    Cito un mio conterraneo, anche lui francese solo per sfottò ma popolano come me, un certo Totò nulla di regale eh insomma:"La vita è fatta di cose reali e di cose 'supposte': se le reali le mettiamo da una parte, le 'supposte', ("...nella speranza che siano tonde e non quadrate" aggiungo io) dove le mettiamo?" :P

    RispondiElimina
  44. E la OLA DELLA SETTIMANA VA.......
    (rullo di tamburi)................
    A MONSIEUR GAMBETTO'!!!!!

    Motivazione: in quanto findanzato - quasi marito (a proposito, a quando le vostre nozze, che sappiamo già che torta farvi? :-D) della DONNA AUREOLATA tutta tempestata di brillanti, di teste coronate se ne intende e sa quello che fa quando incorona la REGINA CUMMANASCOPPOLE DEI POVERI!!!! (Grandioso il link, che "racconta" in modo perfetto la persona di cui sopra).

    RispondiElimina
  45. Ah giusto...per le nostre nozze la torta che vorremmo è (ma parlo per me ovviamente...) una super Sachertorte!
    Adoro questo dolce...ma solo ad un patto però...e che la Ale ovviamente trafughi direttamente la ricetta originale o si vesta per l'occasione da Metternich e con accento austriaco mi assicuri che quella è l'originale! :P ahahahahahhahhahaha

    RispondiElimina
  46. mi sto rotolando dal ridere...
    le migliori risposte te le mando via mail, perchè anche se mi hai messo sul piatto d'argento il tronista, il trono e il participio passato di un verbo, da grandama non colgo :-))))))))

    Ovviamente :-)
    la Sacher originale :-)
    l'abbiamo pubblicata agli inizi del blog.
    E' la torta di famiglia delle real cucine del civico di fianco, ma lì, si sa, abita gente di un certo livello- che per uscire si mette la tiara.
    Quindi, sul fronte dolce siamo a posto.
    Il vestito da Metternich m'amanca, ma ce lo possiamo procurare. L'essenziale è che non mi chieda un travestimento da Sissi, per via dell'anoressia: quella, non la camuffo per niente :-)))
    Va da sè che il tuo commento vale da impegnativa scritta per il prossimo matrimonio dell'anno, con la S. Signora Gambetta (che ora che ci penso, con questo cognome, avrà ben altolocate ascendenze nelle file del'esercito, no????
    Vi adoro
    ale

    RispondiElimina
  47. Per il matrimonio al momento vado di no-comment :P al resto appena può risponderà direttamente Gambetta...mentre io aggiungo solo che la ricetta della Sacher pubblicata da voi, quella originale ovviamente :) è già bella che stampata da tempo ed è per inciso il primo foglio all'interno di una cartellina il cui titolo è : "Paraninfa della porta accanto" :P ahahahaahahahahahahaha

    RispondiElimina
  48. Oggi mi ha dato della paraninfa pure Stefania, sul suo blog. Ora arrivi tu... mi preoccupo- o mi apro un'agenzia matrimoniale, con tanto do "servizio wedding cakes" incluso??????
    :-)))

    RispondiElimina
  49. @alessandra @mariapia
    Ale, Mariapia, ma siamo sicure che lo devo fare 'sto passo? :-P
    Nn sapete a cosa vado incontro, anche mia cognata (la sorella)e' dalla mia parte!!
    Ci potrei ripensare se Enzo ed Angelo (Wedding planner)organizzassero il ns matrimonio!
    :-)
    P.s. Chiedete a Viro' se ho ragione sul soggetto in questione :-P
    Baci e grazie per il supporto a distanza

    RispondiElimina
  50. tu lo sai, vero, che ci sottovaluti???
    perchè secondo te non lo conosciamo sul serio, uno della coppia??? :-)
    non so se stai più inguaiato con la Gambetta o con noi due :-)
    e comunque, le sorelle non fanno testo: se solo potessi vedere con che espressione contrita la mia guarda mio marito...
    invece, mi chiedevo: visto che Sir Paul è impegnato con i principini e sir Elton con i pannolini del pupo, il Giggggggi nazionale va bene per allietare il ricevimento? è sempre una garanzia, piace alle mamme, ha un repertorio collaudato e, in più, è gia in zona... cosa ne dici, lo prenoto??
    :-D
    ale

    RispondiElimina
  51. Ehm...non so come dirlo...ma quello sopra non era un mio commento ma di Gambetta...che si è però dimenticata di firmare :P ahahahahahahaha
    PS
    Grazie per tutto ma il Giggggggi nazionale...volentieri me lo risparmierei...non è che per caso piace invece alle paraninfe genovesi?! :P ahahahahahahaha

    RispondiElimina
  52. Madame - anzi Mademoiselle Gambettà, mi dia retta: impalmi il Gambettò e lo faccia quanto prima. L'uomo è di una sagacia e di una simpatia travolgente, è sensibile, fa la spesa (con o senza lo Zio Piero), sa cucinare e anche se il suo passaggio in cucina dopo le sue performances è evidente, i risultati valgono la pena.
    E poi se vuole tenersi l'aureola luminosa tutta tempestata di brillanti che si è così durametne conquistata, deve continuare a sacrificarsi.
    Ma pensi agli innumerevoli vantaggi di tale unione: un nanerottolo adorabile, una cognata che è dalla sua parte, Virò che le dà ragione e, buon'ultimo, non uno, ma due capri espiatorii. Infatti nei momenti bui, in cui si chiederà "ma chi me l'ha fatto fare?" avrà me e la Ale a cui dare la colpa. E alla fine di tutto questo si troverà pure con un gioiello di marito. Meglio di così... :-D

    RispondiElimina
  53. @Mapi
    Per quello che hai scritto...prometto che se e quando farò il corso di cioccolato dal Nanni, il giorno dopo ti faccio una statua in fondente a grandezza naturale con una corona tutta tempestata di nocciole, mandorle, pistacchi, ...insomma il top del top della golosità! :P

    RispondiElimina
  54. Ero passata a vedere se per caso i mcvitie's dovevo prenderli al cioccolato, e mi sono letta tutti i commenti ...cosa che non faccio mai, se non in questo blog, perchè di solito sono una garanzia di risate con le lacrime! ... Sono rimasta molto colpita dai toni, non aggiungo altro perchè è già stato espresso tutto superlativamente dalla Ale...
    Ringrazio moltissimo Marina per il video, avendo intenzione di smaltire le prossime uova di Pasqua dei miei figli mi garantisco quasi certamente una torta, oltre che buona pure da "straporca figura" :D di tiare per torta sono rifornita a sufficienza... :D
    baci a tutti!

    RispondiElimina
  55. No Mario, per carità: una corona tutta tempestata di nocciole, mandorle e pistacchi sarebbe solo una pallida - per quanto golosa - imitazione della mitica AUREOLA di Gambetta.
    Come se avessi accettato, anche perché mi sono fatta delle grasse risate a leggere la tua risposta.
    Ma com'è che in questo blog si finisce sempre per ribaltarsi dal ridere? :-D

    RispondiElimina
  56. Sicuramente la torta piacerebbe ai miei bimbi, anzi, la possono fare loro da soli, che bello!!

    Per i reali, non ne posso piu'. Stamane mi ha telefonato l'ennesima amica per invitarmi ad una serata davanti alla TV con un gruppo di entusiasti, ma questa in piu' aveva la novita' che tutte le 'ragazze' sposate dovevano venire con il loro vestito da sposa (provo ad immaginare quante riuscirebbero ancora ad entrarci). Ho declinato con la solita scusa di essere repubblicana e rivoluzionaria, ma vivendo in un paese dove la regina ancora conta, penso che non trovero' pace per molto tempo Lol!!

    RispondiElimina
  57. e mi immagino!
    pensa che io ero a Londra ai primi di febbraio e mi aveva colpito il fatto che non ci fosse ancora nessuna "wedding fever", diciamo così. Però, vedevo i negozi vuoti, le vetrine che già facevano il cambio di stagione (sotto la pioggia e con un freddo cane, vedere mezze maniche e gonnelline era quanto di meno invitante all'acquisto ci potesse essere) e ho pensato che, forse, la crisi avrebbe smorzato gli entusiasmi. Pare di no- ma alla serata in abito da sposa non ci sarei mai arrivata, nemmeno io che ho un palmares di nefandezze del genere... e anch'io mi chiedo in quante ci rientrerebbero... (a me salvano le seconde nozze, relativamente recenti!!!)
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  58. non conoscevo questa torta, è semplicissima e sicuramente una libidine! Grazie per la ricetta :)

    RispondiElimina
  59. Ragazze, ci siamo divertiti tantissimo a prepararvi questa sorpresina reale! E adesso buon royal wedding e buon weekend! Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  60. Questo dolce è davvero un peccato non farlo, soprattutto se sei golosa di cioccolata come me. ciao Paola

    RispondiElimina
  61. Vi sembrerò stupida ma mi scoppia il petto di romanticismo... il viso un po' infantile di Harry, lei bella bella che sorride e chissà a cosa pensa, questa tortina fatta con i biscotti (e in Argentina ne abbiamo una simile che posterò tea poco, a questo punto), tutta questa aria regale dove leggo mille cose che non sapevo perché vado sempre di corsa come un treno gallese che trasporta il carbone... tutto fiabesco e bellissimo, che dire, beati loro che sono giovani e che iniziano adesso una nuova vita, speriamo piena di felicità , vabbe, meglio me ne vado, sembro la nonna cuken.... besitos

    RispondiElimina
  62. sono d'accordo con Pat, non si può che essere sensibilmente romantici a tutto questo: la tenera infantilità di lui, la grande bellezza di lei, col suo sorriso inebriante e sgargiante... è stato tutto molto piacevole diciamo, anche se tendo a non seguire queste cose (nozze reali, gossip, ecc. :). Ma è stato tutto davvero molto bello e ben fatto.

    Ciò detto.. veniamo alla torta. che sia come l'originale (o molto simile) oppure no... poco mi importa: è davvero fantastica! è golosissima!

    RispondiElimina
  63. Non ho saputo resistere e ... ho prodotto... la tua versione, naturalmente!
    L'uvetta la lasciamo a loro!
    Ti ho citato nel post, naturalmente! Un bacio e buona domenica!

    RispondiElimina
  64. Meraviglia! io giusto giusto quei 2 kg di cioccolato dell'uovo e un 1kg di biscotti.....ok, la faccio!!! :-)

    RispondiElimina
  65. e anche qui...
    http://www.sprinklebakes.com/2011/04/prince-williams-grooms-cake.html

    :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...