OverBlog

lunedì 31 ottobre 2011

Dita da strega!! :-)

Di Daniela 

Ci siamo, siamo arrivati alla serata dei mostri e delle streghe, che esorcizzano la paura dei piccoli contro ciò che di oscuro e terribile circonda e popola il mondo delle fiabe , dei sogni e non solo, purtroppo. Per questa occasione, utilizzando la ricetta che vi ho dato dei Prezel, ho pensato, seguendo i suggerimenti della nostra amica M. Stewart, di realizzare delle terrificanti "dita da strega", create con il procedimento e la pasta dei prezel, in accompagnamento ad un piatto di formaggio. Nel mio caso ho utilizzato del gorgonzola piccante, anche per via di color piuttosto "inquietanti" e una formaggetta con rucola olive e peperoncino, che ben si prestano scenograficamente alle dita! Per la realizzazione del tutto ho avuto l'impagabile aiuto della Microba, che, nel suo ruolo preferito di arbiter elegantiarum, ha anche realizzato la laccatura delle unghie... I colori utilizzati per questa   laccatura  sono stati scelti con le seguenti motivazioni: verde, perché fa tanto muffa, rosso-arancio per il look "aggressivo", qualcuna lasciata scura, perché fa naturale e qualcuna argento, per la strega chic, ovviamente!!!  
Può essere un antipasto un po' diverso e buooooooonissimooooooooooooooo!
Dita da strega
  strega 
Ingredienti per i prezel
40 gr lievito di birra (ridotti a 25 gr)
1 cucchiaino da tè di zucchero
500 gr di farina 00
1 cucchiaino da the di sale
20 gr burro a temperatura ambiente
ca 230/240 gr di acqua per l'impasto
Pentola con 2 litri di acqua + 20 gr di bicarbonato 2 cucchiai di sale grosso
Per le dita in aggiunta
Colori alimentari,
un pennello
mandorle pelate e non

DSCF9024 

Per il procedimento iniziale seguite quello dei prezel, cioè Versate un po’ dell’acqua nella ciotola Aggiungete lo zucchero, mescolate per sciogliere. Unite il lievito (in alternativa 7gr di quello secco in granuli) e lasciate riposare fino a quando il lievito inizia a fare le bollicine, per circa 5 minuti. Unite al lievito una parte della farina e mescolate bene. Aggiungete ora il sale grosso, il resto della farina, e lavorate per una decina di minuti. Trasferite su una superficie leggermente infarinata, impastate fino a che risulti liscio e sodo. Trasferite la pasta in una ciotola, coprite con la pellicola trasparente e lasciatela riposare in un luogo tiepido a lievitare fino a quando raddoppia di volume, in circa 1 ora . Preriscaldare il forno a 220/230. Mettete in una casseruola a bordi alti i 2 litri d’acqua, unite il bicarbonato e portate ad ebollizione. Coprire due teglie con della carta forno. Dividere l'impasto in quattro parti. Lavorare un quarto alla volta, e coprire la rimanente pasta con pellicola trasparente. Dividere il primo pezzo in 8 pezzi , ma le dimensioni potete sceglierle a piacere, ovviamente. Da qui le differenze. Intanto con un pennellino e dei colori alimentari, dipingete le mandorle sbucciate del colore che preferite Su una superficie di lavoro leggermente infarinato, rotolate ogni pezzo avanti e indietro con il palmo della mano formando la forma allungata di un dito, di circa 10 cm. Pizzicate la pasta in due punti per formare le nocche. 
DSCF9031
Finito di creare le prime “dita” bolli tele per 1 minuto immergendole nell’acqua e bicarbonato, non più di un paio per volta. Utilizzando un mestolo forato, trasferite dita sulle teglie preparate con la carta forno. Continuate fino ad esaurimento della pasta.
DSCF8972DSCF8971DSCF8974 
Sbattere il chiaro d’ uovo con 1 cucchiaio di acqua. Lucidate le dita con un pennello, se vi va fate qualche piccolo taglietto con un coltello affilato all’altezza delle nocche per dare un’impronta più veristica.
dita 
Cospargete col sale marino e posizionate le mandorle a mo' di unghie. Cuocere nel forno a 220° fino a doratura, per 15 minuti circa. Lasciate raffreddare su una gratella.

DSCF8983 
Servitele infilate su una bella fetta di formaggio dal gusto deciso o con del formaggio morbido, o con qualunque altra cosa vi suggerisca la fantasia
Buona serata
Dani

19 commenti :

  1. Le dita...un classico in questa giornata del terrore!!! complimenti chissa' come spaventi bene chi bussera' alla tua porta oggi!!! ;-)

    RispondiElimina
  2. Ho seguito il tuo consiglio ed ho aspettato, o meglio ho impastato ma per la formatura volevo vedere.
    Terrificanti :-)))

    RispondiElimina
  3. NOOOOO!! Non è possibile!!
    Le ho fatte anch'io, anche se in un'altra versione e stavo per pubblicarle! ihihihih!
    un bacione e buon divertimento!

    RispondiElimina
  4. Fichissime!!!
    Stefania P&S

    RispondiElimina
  5. ....un po' di impressione fanno...meglio mangiarsele...

    RispondiElimina
  6. @ terrore allo stato puro, Monia!! ;-) buona serata!!

    @...allora "terrificante" serata anche a te, Stefi!!! :-)

    @ hahahahahahaha (leggi risata con eco terrorizzante!!!! :-))))

    @ Giulia hi hi hi hi le ho viste!!! Perfette e in sintonia come noi! Un abbraccio

    @ Grazie Stefania!

    @ Simo, hai ragione, meglio eliminare queste orripilanti falangi ecc ecc!!! Baci fino all'altra parte del mondo!

    RispondiElimina
  7. non mi si caricano le fotoo!!!! pecccchèèèèè?!?!!? sigh sigh..devo accontentarmi di immaginare le dita chic argento! Io halloween passo..non mi piace, e mio figlio, anzichè esorcizzare le sue paure, se la fa addosso ad ogni zucca terrificante che vede! ahahahah (8 anni, mica 2....va bhè...)

    RispondiElimina
  8. bellissima idea, così si possono ficcare le "dita" nel formaggio senza sentirsi in colpa... :-)

    RispondiElimina
  9. @ Silvia spero che il problema si sia risolto... prima lo ha fatto anche a me! Baci e buona serata :-)

    @ Francesca è il concetto che volevo esprimere!!! Grazie e bacioni

    RispondiElimina
  10. delizisamente inquietanti!!

    RispondiElimina
  11. E io era questo post che aspettavo!!!! Buon Halloween, baci, Flavia

    RispondiElimina
  12. @ Maia ;-))))

    @ Titty sono carine vero?

    @ flavia ce l'ho fatta, visto? :) Bacini

    RispondiElimina
  13. Le dita impazzano sul web. Qualche serial killer particolarmente goloso di estremita' sta facendo fuori tutte le simpatiche vecchiette dalle lunghe dita nodose. Ho compiuto anche io il mio misfatto oggi con dita in frolla di mandorle particolarmente orrende ma la tua versione e' in grado di tormentare anche il sonno dei piu' giusti. E' ti diro' : infilare uno di quegli uncini nella formaggetta aromatica sarebbe un gesto estremo di grande soddisfazione ;)))) orribilmente splendide! Pat

    RispondiElimina
  14. Grazie Patty! ci sono sicuramente un sacco di povere streghe ossute senza dita!!! :-)) Raccapricciante eh??? :-)))) Un super bacio

    RispondiElimina
  15. veramente ganzissime... e poi mi piace l'idea di farle come i prezel, devono essere squisite!

    RispondiElimina
  16. Ammazza che dita da strega!! :P
    PS
    Suppongo che non è avanzata nemmeno una unghia vero! ehehehehehe

    RispondiElimina
  17. @ Gaia e Gambetto .Non ne è rimasto neppure un'ossicino!!!! :-) Nemmeno, nemmeno uno...... :-)
    Bacioni a entrambi!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...