OverBlog

lunedì 19 ottobre 2009

Torta Francesca (alla farina di castagne) di Antonella

Di Daniela

Scroll down for English version

nocciole e castagne 006


Ora è proprio autunno pieno.... si avverte nel profumo che ha il vento, nell'aria pungente al mattino e alla sera, nei colori intensi degli alberi.....Adoro di questa stagione soprattutto i frutti.... a me, che non posso neppure avvicinarmi a quelli polposi dell'estate per tutte le mie stupidissime allergie l'autunno è un dono del cielo: nocciole, castagne, mele, pere, cachi, funghi, zucche, tartufi..... sono tutte cose che posso assaporare, che mi danno finalmente sensazioni piacevoli non solo alla vista o all'odorato, ma anche al tatto e soprattutto al gusto! Un piacere unico e prezioso, un po' preoccupante a volte per la linea, ma subito scontato con piacevolissime ore di palestra, apprezzate, col frescolino che fa fuori, ancora di più. Unico neo, neanche a dirlo: il cambio degli armadi, il prosaico crollo di ogni beatitudine al variare delle stagioni , che riuscirebbe a togliere la romantica ispirazione a chiunque si trovi anche solo a pensare di doverlo affrontare. Però confesso che, per una che ama l'inverno come me, questo è il meno noioso, quello che affronto con minor patema. Perciò se per caso siete anche voi golose di castagne e non vi stancate mai di trovare modi "carini" di gustarle, vi consiglierei caldamente di provare questa ciambella, che mia cognata ha pensato per mia nipote, anche lei golosissima del frutto luccicante e che vi propongo adesso.


TORTA FRANCESCA ALLA FARINA DI CASTAGNE

SOUFFLè 077

Per una ciambella di 22 cm

  • 200 gr di farina di castagne
  • 100 gr farina 00
  • 250 gr di zucchero
  • 200 gr di latte
  • 1 bustina di lievito
  • 150 gr di burro
  • 3uova
  • zucchero a velo

SOUFFLè 078

Frullate accuratamente le uova intere con lo zucchero in una capace conca. Aggiungete gradatamente le due farine setacciate, il latte, il burro morbido, a temperatura ambiente e per ultimo il lievito anch'esso setacciato. Imburrate uno stampo a ciambella (diametro 22cm, profonda 10cm), infarinatelo e versateci il composto.

Collage di Picnik


L'unica particolarità della torta consiste nella cottura, che mia cognata, l'Antonella del titolo, ha studiato per questa sua bontà: lei la inforna a 220°(in origine Antonella mi aveva indicato 230° ma seguiendo anche le vostre perplessità ho pensato di "scendere" leggermente), finchè non si gonfia e si cominciano ad aprire delle "crepe" sulla superficie (20-25 minuti), poi porta la temperatura a 190° per un totale di 40- 45 minuti. La prova stecchino stabilirà la cottura perfetta. La particolarità di questa torta sta proprio nella sua forma così alta e nell'impasto morbido e profumato. Io ho provato solo questa cottura nel suo forno: immagino che venga altrettanto buona in una teglia di 25 cm ca, meno profonda e cotta a 190° per 40 - 45 minuti. Di questa però sono certa e altra certezza che è come le ciliege: una fetta tira l'altra!! Se proprio dovete osare qualcosa di super goloso una spruzzatina di panna montata poco zuccherata è indicatissima......
Buon appetito

Collage di Picnik


Daniela


CHESTNUT CAKE "FRANCESCA"


for 10 -12 persons

  • 2 cups of flour 00
  • 7 oz of chestnut flour
  • 1 cup of granulated sugar
  • 6.7 fl oz of milk
  • 1.3 stick of butter
  • 3 eggs
  • powdered sugar
  • backing powder (16 gr.= 0.5 pounds)

Preheat the oven to 400 F°. In a large bowl whisk sugar and eggs. Then add the two sift flours, the milk, the soft butter at room temperature and, at least, the backing powder. Butter and flour a 9 in. and 4 in. deep ring shaped cake pan. Transfer batter to prepared pan. Bake for 20-25 minutes at 400° , then for 20 minutes at 370 F°, until cake is golden and a toothpick inserted in the cake comes out clean (in all 40-45 minutes). It's so soft and sweet! You can eat this cake with a little whipped cream.
Bon appetit
Daniela

28 commenti :

  1. essendo la torta in mio onore, non posso mancare nel commento e, anche se posso sembrare di parte, posso confermare la somiglianza con le ciliegie.. e la mia dieta, ormai venuta meno, sa qualcosa...

    RispondiElimina
  2. Essenziale e golosa. Sarei curioso di sapere se il mio forno a 230° ci arriva o fonde prima :-)
    Non vedo l'ora di rifarla...
    PS
    So che probabilmente 'esagero' ma se aggiungessi una piccola copertura di glassa al fondente nero che dici?! :-P

    RispondiElimina
  3. L'anno scorso ho provato per la prima volta la farina di castagne in una torta e con dei muffin che mi sono venuti assolutamente fantastici e quindi ho avuto modo di apprezzare anche la farina delle castagne! Effettivamente dà sofficità alle preparazioni! Bava quindi Francesca e brava anche tu!

    RispondiElimina
  4. sai che ho un mezzo sacchetto di farina di castagne aperto e non so cosa farci...ero indecisa,. pensavo a della psta, degli gnochci....non volevo un dolce..no dai genny un altro dolce no....ma tu mi tneti così!:D bellissima! e poi voglio provare quella cottura !!

    RispondiElimina
  5. wow che delizia!! la segno subito da provare! ciao!

    RispondiElimina
  6. Noi adoriamo castagne e tutti i suoi derivati! questa torta è splendida: semplice ma ricca di gusto!!
    un bacione

    RispondiElimina
  7. - Mario, ma sai che non è una cattiva idea? tanto non è certo la caloria in più o meno che ci può turbare!!In più la ciambella è piuttosto dolce, quindi perchè no una lieve nota amara....:-))
    buonissima giornata!

    -Grazie stefania.... le castagne sono perfette in qualunque modo......

    -Genny perfetto allora: suggerimento gradito per fortuna... ora aspetto i commenti sulla cottura suggerita dalla cognata!!

    RispondiElimina
  8. - grazie mille Fede!


    -ciambellona per la verità , Mary!!! ;-))

    -ragazze i nostri gusti come spesso accade coincidono: ne sono proprio contenta. Baci

    RispondiElimina
  9. Ottimo. Spero di darti news a breve su questa ;-)

    RispondiElimina
  10. Ragazze, ma siete sicure della temperatura? Io ho paura che a 230 bruci tutto...
    Qualcuno l'ha rifatta, mi rassicura, perchè mi attira molto

    RispondiElimina
  11. ciao Stefania. In realtà l'ho fatto io ma a casa di mia cognata nel suo forno, e il termostato era a 230 in effetti... anche a me sembrava troppo alta ma lei giura che il suo forno è normale e il dolce in effetti è venuto perfettamente cotto. Io comunque ho espresso le mie elucubrazioni personali in basso dove sostengo la possibilità di cuocerlo a 190 per 25 minuti. Nel caso tu segui quelle e vedi un po'se ti sembra venire bene. Eventualmente puoi prolungare leggermente la cottura...Ovviamente la prova stecchino è doverosa Bacini

    RispondiElimina
  12. La foto della fetta è così perfetta che me la stamperei e mi ci farei un quadretto da appendermi qui, vicino al pc...

    RispondiElimina
  13. grazie mille virò!!! buona serata

    RispondiElimina
  14. Malgrado le calorie, anche a me piacciono molto le castagne. Questa ciambella è proprio da provare, anche col fondente nero come dice Gambetto. Ciao.

    RispondiElimina
  15. Andro' a procurarmi della farina di castagne e preparo sicuramente questa bellezza!!!!
    diana

    RispondiElimina
  16. Una meraviglia, copio anche questa, io che con la farina di castagne, più che il buon vecchio castagnaccio non so fare... Bravissima, as usual... Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. grazie Ross!! un bacione anche a te

    RispondiElimina
  18. _- virgikelian.... si in effetti Gambetto ha sempre ottime idee da suggerire... un bacio

    - Diana grazie della fiducia! un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  19. Preparata per finire un sacchetto di farina di castagne dell'anno scorso e quindi prossimo alla scadenza. E' venuta NU SPETTACOLO !!!! Ho sostituito parte del latte con 50 gr. di rum. Garantisco che è venuta sofficissima e profumata.
    Grazie. Da ripetere con la farina di castagne nuova.
    Maura

    RispondiElimina
  20. Sono felicissima Maura!! grazie di avermelo scritto!
    Un bacione e a presto

    RispondiElimina
  21. servita nel carrello dei dolci al ristorante, ha ricevuto i complimenti per la leggerezza, è una ricetta strepitosa. Da non perdere, grazie
    a presto.
    Titti

    RispondiElimina
  22. @ Titti, che piacere e che onore :-))))! Sono contentissima di averti dato una buona idea. Buonissima serata

    RispondiElimina
  23. Mi associo a Titti, e a distanza di un anno dai suoi complimenti, faccio seguire i miei: una delle torte più buone che abbia mai mangiato in vita mia, spazzolata in mezza giornata e già presente nella wishlist della prossima infornata! Grazieeee! Buona domenica! :*

    RispondiElimina
  24. @ Grazie Raffaella!! Mi fa davvero un piacere incredibile quando mi raccontate la riuscita di una ricetta!!! Grazie ancora e una buona domenica anche a te!!

    RispondiElimina
  25. Da aprovare immediatamente Grazie

    RispondiElimina
  26. Grazie Raffaella di avermi fatto conoscere questa ricetta: mi piace troppo la farina di castagne. Ciao a presto bacioni

    RispondiElimina
  27. bene Azzurra ne sono contentissima! Buona serata:-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...