OverBlog

martedì 21 settembre 2010

Melanzanine ripiene- della suocera. E della mamma

melanzane ripiene alla genovese

Mio marito è di quelli che "mia mamma lo fa meglio".
Oggi, non me la prendo più e non solo perchè in effetti la bravura di mia suocera in cucina è fuori discussione, ma anche e soprattutto perchè la vedo così mortificata, ogni volta che si trova di fronte alla raffinata sensibilità di suo figlio, che laddove una moglie normale terrebbe i musi per una settimana, io finisco per lasciar correre.
Prima, invece, ci rimanevo malissimo. Anche perchè, con la grazia da elefante che lo contraddistingue, non è che certi paragoni fossero riservati ai momenti di intimità, quando non ci avrebbe sentito nessuno e magari, con tutto il tatto di questo mondo, si sarebbe potuto iniziare ad affrontare l'argomento. No, no: qui, il parere veniva espresso quando gli veniva in mente, vale a dire all'assaggio del piatto. E pazienza se, tutt'intorno c'erano venti amici che lo guardavano con tanto d'occhi: "se mia mamma lo fa meglio, perchè devo tacere"?

mel


Quando eravamo ancora ben al di là dallo sposarci, c'era l'usanza che, al termine della partita di calcetto con i colleghi, lui venisse a cena da me: abitavo a due passi dal campo (ora ci stiamo di fronte, sia chiaro) e rifocillavo le spoglie del guerriero con quello che riuscivo a preparare per quell'ora, dallo spuntino di "quasi" mezzanotte in poi. Se non che, una sera, mi erano rimasti due carciofi meravigliosi e così, spinta dall'estro del momento, gli avevo proposto di fare un risotto. E lui, di rimando, aveva detto la frase magica:
"Mia mamma, non lo fa mai".
Da qui in poi, togliete i freni alla vostra fantasia e immaginate con che cura ho preparato quel risotto: ho pulito i carciofi con lo spilucchino di ceramica, ho vegliato sulla cipolla che stufava, ho fatto tostare il riso col cronometro alla mano, ho pure scongelato il brodo "for special occasions", il tutto con un "ma quando mi capita più?" che giganteggiava nel fumetto sopra la mia testa.
Alla fine, l'ho servito, in trepidante attesa.
Il primo piatto, lo ha mangiato in silenzio.
Il secondo, pure.
Dopodichè, ha preso la risottiera e ha iniziato a raschiarne il fondo, con un gesto che, in altri contesti, mi avrebbe fatto inorridire ma che in quel momento era musica per le mie orecchie, una sorta di rumorosa ma eloquente attestazione di bravura, il lasciapassare per le cuoche che contano sul serio.
E quindi, vi lascio immaginare la staffilata che mi ha tirato quando, già con la risottiera in una mano e l'altra già sullo sportello della lavastoviglie, il marito ha emesso il suo definitivo vedretto:
"mia nonnal lo faceva meglio"
Lo dico sempre, lo ripeto anche qui. Sapevo di non avere un temperamento violento e da allora ne ho avuto la conferma, perchè la risottiera è finita in lavastoviglie, e non in un ufficio della squadra omicidi, con l'etichetta di "Arma del delitto"....


melanzane ripiene alla genovese

Di fronte a queste robine qui, nè io nè Giulio riusciamo a resistere. Le ciliegie, al confronto, sono cibo da morigerati e temperanti, perchè se mai vale il detto dell'"una tira l'altra", questo per noi è solo per le melanzanine ripiene. Neanche a dirlo, le migliori sono quelle fatte con la ricetta di famiglia, secondo mio marito. Ma se, per tutto il resto, lascio correre, sulle melanzanine non si scherza-e soprattutto la ricetta di mia madre non scherza. E così, l'latro giorno, complice una cassa di melanzanine approdata dal produttore al consumatore, senza l'intermediazione di Cartier, mi sono cimentata in una duplice preparazione, metà secondo i sacri crismi della suocera, metà secondo i sacri crismi della mamma. In casa nostra, è finita in serena parità ed ognuno è rimasto del proprio parere. Per cui, giro a voi l'ardua sentenza, anticipandovi che, qualsiasi versione scegliate, cadete in piedi, da tanto son buone....

Collage di melanzane ripiene
Centra
In entrambi i casi, trattandosi di antiche ricette di famiglia, non ci sono dosi
Ricetta della suocera- per 600-800 g di melanzane
melanzane piccole
mezza cipolla
ino spicchio d'aglio
funghi secchi ammollati
tanto parmigiano
un uovo
pangrattato
origano
maggiorana
sale

Procedimento
Lavare le melanzane, tagliarle a metà e, da crude, scavarle in modo da estrarne la polpa. Sbollentarle in acqua salata, gusci scavati e polpa, per qualche minuto, fino a quando diventano morbide, ma consistenti. Scolarle e disporre i gusci su un tagliere.
In una padella, con poco olio, far appassire la cipolla tritata e l'aglio con la polpa delle melanzane, in modo che l'acqua della verdura venga assorbita. Spappolarle con una forchetta, aggiungere i funghi secchi tritati, tanto parmigiano, la maggiorana, l'uovo e aggiustare di sale. Riempire con questo ripieno i gusci di melanzana, cospargerli con pangrattato e origano e friggere in padella oppure passare in forno caldo a 180 gradi per una ventina di minuti, fino a quando le verdure son dorate.

Ricetta della mamma (stesse dosi)
melanzane piccole
pane raffermo bagnato nel latte, circa mezzo panino (solo la mollica)
un po' di mortadella (poca, perchè i ripieni alla ligure son di magro, le ccezioni sono rare e parche)
un uovo
maggiorana (tanta)
parmigiano grattugiato (tanto)
pangrattato

Tagliare le melanzane a metà e farle sbollentare per qualche minuto. Poi scolarle e togliere la polpa, con l'aiuto di un cucchiaino. Schiacciarla bene con una forchetta (io ho usato il mixer, facendo attenzione a non schiacciare troppo) e aggungere la mollica del pane ben strizzata, la mortadella tritata, tanto parmigiano grattugiato, tanta maggiorana fresca e un uovo. Aggiustare di sale e riempire con questo composto i gusci di melanzane. Si friggono o si fanno al forno, come sopra.

Ve l'ho detto: c'è l'imbarazzo della scelta. Noi, nel dubbio, abbiamo spazzolato tutto...
A stasera, con un po' di libri
ciao
alessandra




49 commenti :

  1. questa e'na bella ricettina seria :)

    RispondiElimina
  2. Interessanti entrambe le ricette ma...dove le trovo le melanzanine?! Qui non le ho mai viste! Riguardo le ricette della suocera, Furio 'se la fa e se la gode' nel senso che se le fa lui e poi si dice 'la mia mamma la faceva meglio'! Ambè, contento lui!!!
    Valeria

    RispondiElimina
  3. Io sono una donna fortunata. La suocera non sa cucinare.
    Ma è una di quelle che non si arrende e cerca di propinare ogni volta cibi orrrendamente scongelati facendoli sembrare l'ultima moda del gambero rosso. Bah!!!!
    Resterà nella storia lo scorso natale dove ci ha servito inovltini primavera riscaldati.
    Io vinco pure quando faccio il riso lesso!!! :):)

    Tuo marito si offende se provo quelle di tua madre???

    RispondiElimina
  4. Giulio mi ricorda mio padre.
    Nel '55 la mammetta fece i tortellini per il maritino. I tortellini sono un lavoro di famiglia, farli da soli è una sfacchinata. Quando lei, tutta felice, gli ha messo in tavola questo bel piatto di tortellini in brodo
    il commento è stato "mia madre li fa meglio" - Risposta: "allora finchè campa i tortellini te li fai fare da lei" -
    Mia nonna è morta nel '97, mia madre ha ripreso a fare tortellini per la pasqua del '98.
    Quando dico che è tosta nessuno mi crede...

    Queste melanzanine sono meravigliose, qui nemmeno da De Beers si trovano.

    RispondiElimina
  5. Tesoro, siccome entrambe non le ho mai assaggiate, dovrei proprio procedere alla prova assaggio per poter giudicare... quindi intanto parità, ma aspetto con ansia il momento della degustazione! ;)))

    RispondiElimina
  6. Eh no! Non ci sto.
    Mi sono commosso per la storia...ovviamente io sono dalla parte del marito che tra l'altro in tema calcistico da Domenica ci deve un "favore", poi approdo alle ricette, bellissime e rustiche come piacciono a me...da subito il confronto con la ricetta di mia madre e mia nonna...già sogno un commento divertito ma lusinghiero, quasi un abbraccio affettuoso e sentito a distanza...e poi patatrack!!!
    "A stasera, con un po' di libri, ciao".
    Il buio sovrasta tutto...la paura di un altro Collins si affaccia minacciosa...noooooo....
    PS
    Prometti che se non mi dovesse piacere nemmeno il prossimo libro...mi fai da 'procuratore' per una cena a casa della mamma o della suocera?! :PP ahahahahahahaahah

    RispondiElimina
  7. Io preferisco quelle della mamma...la tua...per la "competizione" tra cucine di famiglia si potrebbero spendere chilometri di inchiostro, quindi io propongo sempre lo scudo spaziale...ovvero...tapparsi le orecchie!! ciao buona giornata

    RispondiElimina
  8. Ciao! molto gustoso il ripieno di queste melanzane! non le abbiamo mai provate in abbinamento con i funghi..ma l'idea ci piace non poco!
    da copiare!!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. io sceglierei la prima ma perchè ormai per me è autunno e voglio sentire il profumino dei funghi..

    RispondiElimina
  10. Che bella idea!!!! Mi sa che le collaudo anch’io per il pranzo della domenica!
    Quanto alle “uscite” dei mariti, che si rivelano presto delle “entrate a gamba tesa” da cartellino rosso, il mio non fa difetto alla sua specie. Appena sposati, sapendo quanto ama le polpette, provai a farle secondo la ricetta della MIA FAMIGLIA. Risultato: “la mia mamma le fa meglio!” (SGRUNT) Le riproposi con la ricetta della SUA MAMMA. Risultato : la prima volta erano troppo dure, la seconda troppo molli, l’ultima…. “la mia mamma le infarina”…. Fu allora che presi una decisione: SE VUOI LE POLPETTE LE VAI A MANGIARE DALLA TUA MAMMA! E fu così che,da allora, ogni settimana il bel giovane andò da mamma a mangiare le polpette….. E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI!
    P.S. Da quando ahimè ho partorito un figlio maschio, ho ripreso a fare le polpette (l’altro individuo NON CI PROVA NEMMENO A COMMENTARE) e gliele “vendo” come LE MIGLIORI POLPETTE SUL MERCATO… (Ekkekkazzen, saranno cavoli per la futura sposa ma……. Cavoli SUOI!)
    Buona giornata ..... e PACE SIA!

    RispondiElimina
  11. grazie ale, le aspettavo le tue melanzanine!! mi sa che dovrò proprio fare un salto dal cartier vicino all'ufficio e sperimentare entrambe le versioni (poi ti mando il conto...).
    bacioni

    RispondiElimina
  12. CAra...io non faccio mai gli stessi piatti della suocera, anche la pasta 'ncaciata che portai al raduno l'anno scorso..l'ho fatta totalmente diversa..l'unica osa in comune era il cavolfiore.... e a detta del cognato (figlio della stessa madre) la mia è più buonissima!!! :D

    Io prima proverò quelle della tua mamma e poi passo a quelle della suocera...qui è ancora estaten estate estate!!!!BAci FLA

    RispondiElimina
  13. Ciao, ho conosciuto il tuo blog leggendo il blog di Genny e così sono venuta a curiosare. mi piace molto e così ti seguo e queste melanzanine sono bellissime ...a trovarle!!A presto Claudia

    RispondiElimina
  14. Giulio è un uomo coscienzioso: prima di formulare un giudizio definitivo sul risotto ai carciofi ha dovuto mangiarne 2 piatti e raschiare la risottiera. Non è colpa sua se per altre tue preparazioni ci ha messo molto meno tempo prima di addivenire a un giudizio: forse che per altre pietanze hai scongelato brodi d.o.c. e usato la mandolina di ceramica?

    Ogni tanto le vedo le melanzanine, ma non le ho mai comprate. Adesso ci farò caso e... zac! Subito mie! :-D Prometto che sarò coscienziosa pure io: preparerò entrambe le versioni prima di decidere qual'è la mia preferita!

    @Nora: non sai che vaso di Pandora hai scoperchiato, con le polpette!!!! Dimmi solo che non le fate con la carne avanzata... :-D

    RispondiElimina
  15. Sono piu' fortunata, mia suocera, che comunque non ho mai conosciuto, cucinava solo due cose: cassata siciliana ed insalata russa.
    Quando gliele ho fatte, mio marito ha decretato che erano piu' buone di quelle che ricordava...come si suol dire, morto un papa...;-)

    Provo la versione di tua madre, e non per partito preso, ma perche' mi sembra piu' "fresca". Ciao!

    RispondiElimina
  16. Seeeee vabbè, ma io lo faccio tornare a casa della mamma o nonna a pedate!!!!...decisamente io ho un temperamento violento perchè sicuro che fatta suonare in testa la pentola, altro che lavastoviglie!

    RispondiElimina
  17. Sig. Gambetto, si taccia!
    Le ricordo che di cognome faccio GENNARO.
    Per cui, sia ben chiaro, il risultato calcistico è frutto della diretta intercessione del sottoscritto, ottenuta per altro tramite una lunga teoria di ave, pater, gloria, per tacere degli smoccolamenti vari.
    Pertanto sono io, non Lei ad essere in credito.
    Firmato "Il Marito"

    RispondiElimina
  18. Mapi: Ti Amo!
    Come ben sai non faccio mai dichiarazioni avventate.
    Oltre che coscienzioso e scrupoloso sono pure rigoroso, e vi informo che le melanzanine ripiene sono note come "chitarrine", per via della forma.
    Particolare di fondamentale importanza che quella casinista della mia dolce (sic) metà ha omesso.
    Firmato "Il Marito"

    RispondiElimina
  19. Precisazione per Maria Pia..... e tutto il seguito: LE POLPETTE A CASA NOSTRA NON SI FANNO MAI CON LA CARNE AVANZATA!!!! Semmai un buon lesso fatto ad hoc!

    Quanto alle melanzanine... beh! parto subito alla caccia! Cartier o non Cartier!!!

    ;-D

    RispondiElimina
  20. ussignur questo è prorpio grande amore!!! perchè io non so se ce la farei...in questo mi sento fortunata ;)
    Pace fatta sulle melanzanine, sembrano deliziose in entrambe le versioni anche se mi ispira di più la versione della tua mamy. Io non le trovo mai queste piccoline :-/

    RispondiElimina
  21. Gent.mo, Magnifico, Lucente&Splendente Sig.Gennaro,
    non me ne voglia perchè mi creda non vorrei darLe una delusione giacchè Lei è certamente in odore di santità viste le vessazioni pubbliche alla quali è solitamente soggetto.
    Sono cosciente che dalle sue parti anche i conigli scappano e quindi mi comprenda, faccio decisamente una certa fatica a dirLe che non sono state le sue preghiere a muovere cotanto risultato. Le devo rammentare, per Lei che non vive a Napoli, che nella stessa giornata di Domenica SanGennaro (il nostro diretto superiore, visto che anche io sono in odore di santità ma per altri motivi...) realmente ha fatto il miracolo nel giorno appunto della sua festività, 19Settembre.
    Probabilmente per il solo cognome che porta, intercessione alle sue suppliche c'è stata ma la "mano grossa" l'ha messa direttamente Lui il nostro Santo patrono perchè capisca e qui sono serissimo...con una squadra di pippe come quella (il Napoli appunto) che gioca come nemmeno il RealMadrid di 'di Stefano' sapeva fare...solo SanGennaro poteva essere!!
    Diciamo che mi piace pensare che nel suo giorno di festa voleva farsi un regalo a compensare l'enorme mole di lavoro che noi partenopei quotidianamente gli passsiamo.
    Nell'essere certo che capirà mi taccio davvero pensando con un piccolo sorriso...a quel coniglio scappato dal frigo che ce l'ha fatta!! ahahahahahaha :DDDDDDD
    PS
    Adesso la mia espulsione dal sito è di prassi, vero?! :PPP ahahahhahahhaahh

    RispondiElimina
  22. Mia suocera non cucina, lo fa mio suocero e purtroppo è pure molto bravo... in versione maschile lui è la classica suocera italiana, e ogni tanto è scappato dal mio lui:"mio padre lo fa così"... ma devo dire, per fortuna non con regolarità. Anche perché la cosa mi manda in bestia.

    Bella la tua complicità con la suocera mi piace, la vorrei avere anche io.

    Per quanto riguarda tuo marito... beh... un fenomeno, alla frase mia nonna lo fa meglio direi... che almeno una settimana senza chiamarlo io glie l'avrei fatta passare....

    Baci
    Sara

    RispondiElimina
  23. O_O Pure una rovinafamiglie sono diventata, adesso.

    Con me però la Ale avrebbe la sua giusta vendetta, perché a ogni piattino da me ammannito di sicuro mi sentirei dire "La Ale lo fa meglio". :-D

    RispondiElimina
  24. una meraviglia...complimenti....un bacio

    RispondiElimina
  25. bellissima questa storia!
    però... comunque tu lirigiri, questi uomini hanno una sensibilità che un rinoceronte è un sottile psicologo al confronto!
    mio marito dice sempre "e questo la gaia lo fa così, e questo la gaia lo fa colà" di fronte a sua madre. non è proprio "la gaia lo fa meglio" ma poco ci manca. io mi sento morire per la mortificazione, e soprattutto, una volta a casa, conto uno ad uno gli spilloni del woodoo mentre mia suocera li infila nella bambolina a mia immagine e somiglianza...

    per le melanzanine di cartier, non so cosa scegliere.
    dev'essere il giorno dei dilemmi, oggi! ;-)

    RispondiElimina
  26. ridooo :D:D:D il signor marito poi... sarà in qualche modo gemellato con il mio uomodelsilenzio?
    anche le precisazioni sulle chitarrine... mi perdoni signor marito ma credo che lei più che in odor di santità possa avvicinarsi all'odore che fanno certe piccole scatoline (che hanno tutte le donne...ci conservano la pazienza!)quando si rompono...:P occhei occhei mi metto all'angolo...

    RispondiElimina
  27. Che ridere... no nsai quanto mi son odivertita a legger eil tuo post! ANche se in effetti c'è poco da ridere! Mi son otrovata anche io nella tua situazione: all'inizio il mio ragazzo era tutto "la mia mamma fa questo , la mia mamma fa quest'altro, vedrai com'è buona la cucina della mia mamma...." POi però si è zittitto subito dopo che ha provato la cucina della MIA mamma! Altro che! Non per offendere la suocera ma... la mamma è sempre la mamma! E la mia è davvero brava a cucinare, ha un talento innato! E' una forza della natura! Però queste melanzane non le ha mai fatte... vabbè, meglio, almeno posso provare a farle io! ^-^ Chissà che buone!

    RispondiElimina
  28. bella, bellissima ricetta, Alessandra e sempre spiritosi i tuoi aneddoti di vita familiare.

    RispondiElimina
  29. Alessandra, certo che i nostri mariti a volte dimostrano di essere dei personaggi meno sensibili in questo mondo, anche se un pò di delicatezza con noi - raffinate porcellane cinesi, cioè, tesori di donne - ci vorrebbe proprio.
    Nel dubbio preparerei tutte e due le versioni anche se a me, carnivora per natura, verrebbe naturale scegliere le melanzanine di tua mamma!
    BAci

    RispondiElimina
  30. Ale, non so se mi sono divertita piu' a leggere l'anedotto o i commenti al seguito......

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:
    @Mapi hai visto??le polpette si fanno al MASSIMO con un buon lesso......eccchecccaspita!!

    Devo assolutamente andare a cercare le piantine per queste chitarrine, mica ce le possiamo far mancare qui??? prox anno pianto anche queste... Gelsomino permettendo!
    Le ricette le provo tutte e due, poi ti so dire, devo cmq cercare le melanzanine....

    RispondiElimina
  31. sono la millesima visita oggi!!!
    ho vinto qualchecosa???????

    RispondiElimina
  32. GG (Gentilissimo Gambetto)
    Le confermo che sono già stato insignito della palma del martirio.
    Le confermo inoltre che il mio cognonimo non vede l'ora che abbandoni questa vita terrena in quanto con due Santi Gennari potrà finalmente trovare il posto che gli (ci) compete nel calendario.
    Detto questo è logico e naturale che cercherà in ogni modo di procrastinare l'eventuale dipartita.
    OK, le melanzane non sono la funeral pie, ma sono pur sempre viola!
    Quanto al miracolo _in sede_, che si ripete due, dicasi due volte l'anno, ne sono sempre perfettamente al corrente. Per quello fuori sede, o meglio, in sede gemellata, certo che la mano ce la messa il Santo.
    Evidetemente, caro GG, lei ha frainteso, l'intercessione non era presso l'Altissimo, che ancor si duole per aver permesso che una mente, malata, potesse mettere assieme un tale accrocchio di colori... bensì verso Il Santo!
    P.S. detto tra noi, quel coniglio non era scappato da nessun frigo azitempola, ehm, anzipentola, era sono finito il altra preparazione, ma che non si sappia in giro, che mia moglie non ne è ancora venuta a capo!
    Firmato "Il Marito"

    RispondiElimina
  33. La risottiera finita in lavastoviglie la dice lunga sul tuo autocontrollo: io non ce l'avrei fatta .....
    Preferisco non scegliere e procedere all'assaggio :D

    RispondiElimina
  34. Can you post this recipe in English? Thank you!

    RispondiElimina
  35. Immaginarti con il fumettone incombente sulla capoccia è stato, a dir poco, esilarante!!! Per la precisione, mi fa fatto sbellicare!!!
    Il duetto Gambetto/"Il marito" mi ha provocato violente convulsioni..... no, non posso rileggere nulla, altrimenti ricomincio ah ah ah.... uh, uh, uh...
    Figlia mia, con tutto questo fermento, anche due ricette così deliziose finiscono per passare in secondo piano!!!!! Lo vuoi capire, si o no????
    Molto saggiamente le ho salvate entrambe, riservandomi, dopo accurato assaggio comparativo, di conferire il premio "Mothers do it best" alla vincitrice!!!!
    Un abbraccio
    Licia

    RispondiElimina
  36. For Tokyoastrogirl: this evening, ok?
    bye
    alessandra

    RispondiElimina
  37. GG (Gentilissimo Gennaro),
    nel prendere atto del chiarimento la saluto affettuosamente visto il nostro status condiviso di santi maritiri in itinere :)
    Alla prox partita...pardon occasione :P
    PS
    Eppur Isoradio il coniglio lo aveva segnalato dalle parti della Toscana illo tempore...sarà stato un parente più fortunato ahahahaahha :PPP

    RispondiElimina
  38. ...che sia finito nel ripieno della funeral pie????... mi sorge il dubbio...:-)))

    RispondiElimina
  39. Mi sto rotolando in terra dalle risate. :-D

    @Diana, Nora ha precisato che fa le polpette con un lesso preparato ad hoc; a voce (frequentiamo gli stessi ameni luoghi) mi ha detto che prepara il lesso abbondante apposta per fare le polpette il giorno dopo, come da tradizione meneghina (e lei è una meneghina d.o.c.). Alla faccia di chi dice che il nome di "polpette" può essere conferito solo alle sue preparazioni. Che mestizia!!! :-D

    RispondiElimina
  40. oh signur! ho recuperato le melanzane, vengo a prendere la ricetta...e ora mi sto sbellicando dalle risare:D

    RispondiElimina
  41. @ per sedare gli animi di tutte le sostenitrici delle "polpette" migliori....... mestamente confermo le asserzioni di Mapi......... MA LE MIE SONO MIGLIORI..... COME DA RICETTA DELLA SUOCERA!!!! W LE POLPETTE ED EVVIVA LE MELANZANE DI ALE!!!... epperchennò EVVIVA LE SUOCERE ( o meglio ALCUNE!)

    RispondiElimina
  42. I saw these on Tastespotting and had to come over and investigate! They look delicious. I love eggplant (and what's not to like about bread??) Beautiful photos. I will try to make these myself! Thank you!

    RispondiElimina
  43. Ale, eccomi con le melanzanine! Grazie!
    http://www.carina-forum.com/carina/index.php?topic=16395.msg247410#msg247410

    RispondiElimina
  44. io, al solito, son strabiliata :-))))

    Lori, thanks: let us know how does it go!

    RispondiElimina
  45. Son finita qui per caso, bellissimo il post: mi sono scompisciata dal ridere! Noi voteremmo la versione suocera, perché veg... anzi facciamo di più, prendiamo spunto e creiamo la ns ricetta di famiglia, in versione vegan :)
    Ciao! nicole

    RispondiElimina
  46. Ragazze le stò preparando ora!!! Poi vi dico quando le posto e a proposito di questo è giusto che questa ricetta sia qui
    http://blog.groupon.it/2012/09/melanzanine-alla-ligure/
    Ho fatto una ricerca su melnzane piccole e la vostra ricetta è apparsa qui
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ely, è tutto ok. collaboriamo con loro e ogni tot mandiamo una nostra ricetta. A quest'ora dovrebbero essere già pronte, le tue... ti sono piaciute?
      un bacione
      ale

      Elimina
  47. Perfetto allora! Si sono ottime!!!!! I ragazzi ne hanno fatto una scorpacciata :-)
    Un bacione e grazie! Quando le posto vi avviso!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...