OverBlog

domenica 20 novembre 2011

...e tre! le Lasagne col baccalà di Nora!!!!

...ma siamo solo noi, a pensare che, da quando c'è Nora all'emmetichallenge, ci si diverte ancora di più? Io mi faccio un sacco di risate, a leggere i suoi post e questo non fa eccezione: c'è pure una contaminazione da ormo chat, nel congedo, roba che ha già messo a repentaglio la tastiera dal pc, nel silenzio di una domenica mattina, con un caffè mattutino che ha rischiato di finire dappertutto, dopo la lettura delle ultime righe. Il risultato è che passano in secondo piano le sue ricette- ed è un gravissimo peccato: perchè la porca figura abita qui, nelle sfoglie sottili, nei ripieni voluttuosi, nella fantasia con cui Nora riesce a consegnarci ogni volta un'elaborazione sempre diversa e sempre ugualmente golosa. Se fossi in voi, mi farei una doppia lettura: la prima, per due sane risate, che non guastano mai. E la seconda, per studiar bene la ricetta e trovare un buco, nel calendario, per cimentarsi con quelle: son sicura che gliene saremo grati, due volte.  
 


 
A VOLTE RITORNANOOOOOOO
Sarà che la pasta fresca ce l’ho nel sangue avendo imparato da una nonna speciale, che ha fatto la pasta a mano sino agli 80 anni (o quasi) anche quando si trattava di farne solo un etto! Sarà che mi piace mangiare in genere (e si vede sigh!!) ma soprattutto mi piace mangiare tutto ciò che “da soddisfazione”… a me le LASAGNE piacciono.
Ci metterei di tutto nelle lasagne…. anche il caffè (prima poi ci provo … )! Con il pesce le avrei fatte altre volte ma ho la (s)fortuna di avere sposato un uomo (il Martirio… appunto) che NON AMA IL PESCE! Sarà stato che ero distratta quando l’ho conosciuto…. che ero giovane ed inesperta (di cucina! ;-) ) insomma, non posso proporre il pesce…. al Martirio…(!) .. perché invece il mio cucciolotto LO ADORA!
Quando ho fatto per mettere via in “archivio freezer” gli avanzi del baccalà alla Livornese, cucinato per i ravioli dell’MTC… sono stata presa da una visione: morbide lasagne con un ripieno gustoso e delicato al tempo stesso. Neanche fossi stata a Lourdes!
Quindi ho rimesso in pista l’asse da impastare, e via mi sono messa di nuovo all’opera. Ne è uscita una lasagna speciale, con una consistenza accattivante e molto (molto=moltissimo, per la verità) apprezzata dal cucciolotto Andrea.  Credo di avere trovato una valida alternativa per le prossime feste,  alle lasagne al pesto che solitamente propongo come  “oppure” a quelle classiche alla Bolognese.
LASAGNE ALLA MODIGLIANI




Ingredienti (per il ripieno)
800 gr. di baccalà già dissalato
2 spicchi di aglio un po’ grossini
Pomodori ramati  5 (maturiiii)
Olio EVO
Prezzemolo
Sale  (solo dopo averlo assaggiato) Pepe q.b.

Ingredienti per la pasta:
200 gr. farina 00
2 uova intere

Ingredienti per la besciamella
500cc di brodo di pesce (fumetto)
100 gr di farina
100 gr di olio EVO
Sale q.b.

ESECUZIONE:

Ho seguito la ricetta della nostra Cristina: tagliare a tocchetti grossi i tranci di baccalà già dissalato. Infarinarli e scottarli in una padella antiaderente dove avrete già rosolato appena appena gli spicchi di Aglio.
Lavare, tagliare a metà i pomodori e appoggiarli dalla parte tagliata in una padella antiaderente SENZA CONDIMENTO, chiudere con un coperchio e far cuocere su fuoco medio/basso per alcuni minuti sino a che l’umidità degli stessi, staccherà la buccia.
A questo punto eliminare la buccia e schiacciare con una forchetta la polpa un po’ ammorbidita, trasferirla nella padellina con il baccalà, salare(solo dopo avere assaggiato le carni), aggiustare di pepe e lasciare cuocere sino a che il pesce ne esce morbido e il sughetto si ritira.
Prima della fine della cottura aggiungere un poco di prezzemolo tritato finemente.



Mettete sulla spianatoia la farina facendone una fontana, adagiate le uova rotte e mescolate con la forchetta al centro. Aiutandovi con la forchetta fate assorbire pian piano le uova alla farina e poi cominciate ad impastare (con la parte alta del palmo si fa più pressione!) fino a che l’impasto diventerà  uniforme, morbido ed elastico. Avvolgete il panetto con la pellicola e fatelo riposare almeno 1 oretta.

Nel frattempo il baccalà si sarà raffreddato? Bene: aiutandovi con una forchetta, sminuzzatelo in parti non proprio piccolissime (si devono sentire in bocca dei pezzetti di pesce).

E’ il momento di preparare la besciamella facendo tostare 100 gr di farina e 100 gr di olio in un padellino antiaderente. Aggiungere il brodo di pesce caldo mescolando in modo da non formare grumi, aggiustare di sale. Fare rassodare la besciamella e toglierla dal fuoco quando avrà la consistenza di un semolino leeeeentooo!

Stendere la pasta sulla spianatoia facendo attenzione a tirare la sfoglia sottile tanto da far intravedere le dita quando la alzate.  Ritagliare dei rettangoli non troppo grossi (se avete una lasagnera particolare da utilizzare….. fatele anche a misura).(note mie: io preferisco non farle troppo grosse le sfoglie… si gestiscono meglio in fase di “composizione”)
Cuocete per un paio di minuti la pasta in abbondante acqua salata con un paio di cucchiai di olio EVO per far si che non attacchi. Toglierla dall’acqua bollente, tuffarla in una bacinella di acqua fredda (si ferma la cottura) e lasciarla asciugare su un canovaccio pulito.

Ora non resta che comporre la teglia alternando uno strato di besciamella, il pesce spezzettato, una spolverata di prezzemolo tritato finemente (non esagerate, altrimenti NON si sentirà il pesce ma l’amarognolo del prezzemolo) e la pasta. Fare tanti strati uniformi terminando con il pesce e la spolverata di prezzemolo. Infornare a forno caldo 180° per una mezz’ora circa (attenzione i tempi di cottura sono relativi – variano a seconda della grossezza della teglia!)
Quando la superficie sarà gratinata ed avrà formato una crosticina invitante.
Togliere la teglia dal forno. Attendere qualche minuto a che il tutto si “riposi” o “ricompatti”…. Tagliare. Servire e….GODERE!!!!
Nora

19 commenti :

  1. Se le proponessi al mio, di Martirio, mi chiederebbe di sposarlo per la seconda volta. Lui adora il pesce, io invece non lo so proprio cucinareeeee!!!
    Che bella ricetta. E mi inginocchio sul baccalà (non ancora dissalato nè diiscato) perché non conoscevo Nora. Devo rimediareeeeeee

    RispondiElimina
  2. per me sarebbe motivo di divozio se mio marito non mangiasse pesce!!però dai è già positivo che il tuo "martirio" te lo lasci cucinare, pensa se ponesse il veto pure a quello, una tragedia!
    Bellissime e succulente le tue lasagne, sarei curiosa di sapere come funzioneranno coi tuoi prossimi ospiti, ci aspettiamo il racconto ok? facce ridè!!

    RispondiElimina
  3. Le devo fare anch'io assolutamente, ancora una volta mi ritengo fortunatissima per avere una dolce metà che apprezza qualsiasi cibo, certo non mangiare queste lasagne è quasi un atto criminale, Nora hai tutta la mia solidarità...
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  4. Eh già...io lo dico che la Nora deve aprire un blog, ma lei fa finta di non sentire!!!! scrive che ci ammazziamo dalle risate, cucina che ci fa leccare i baffi...dico ma cosa aspett?? Un referendum??? Baci , Flavia

    RispondiElimina
  5. la visione di santa nora.... sublime!!!!!!
    :D

    RispondiElimina
  6. Bella idea, complimenti, Milena

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia, complimenti a Nora, simpatica e bravissima, splendido artocolo, complimenti, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  8. Ok, lo ammetto, ho barato. Sono saltata subito alle tre righe finali e da lì, poi, mi è venuta la curiosità di leggere tutto il resto! Grandissima!

    RispondiElimina
  9. Beh questa pappa era buona buona.
    Io l'ho mangiata!!!!!!
    Firmato Andrea

    RispondiElimina
  10. Ciao, bellissima idea queste lasagne con il baccalà! Alterantive e la besciamella addiruttura fatta con il fumetto ci sta davvero bene!
    Un piatto ricco, completo e gustoso!
    bacioni
    Manuela e Silvia
    Spizzichi & Bocconi

    RispondiElimina
  11. ma che bella idea! per me poi le lasagne sono più "facili", la pasta ripiena è sempre un problemino per i senza-glutinosi.

    grazie nora, sei proprio simpatica!

    RispondiElimina
  12. Mamma Bionica@ Grazie per i complimenti! Provaci anche tu, se ci sono riuscita io… può farlo certamente anche una *bionica* come te!

    Cristina@ secondo te: perché lo chiamo *martirio*? Comunque gli ospiti hanno gradito ed il piccolo PURE!!!

    Sara@ Grazie della solidarietà. Ultimamente ne ho bisogno, assieme ad una buona dose di pazienza, che non guasta mai! ;-)

    Flavia@ ma che referendum! Non ci guadagnerebbero nemmeno gli scrutatori… pagano così poco! U_U

    Cristina B.@ … ognuno ha le illuminazioni che si merita… ò_ò

    Milena@ Grazie Milly! Provale, sono molto particolari e gustose. Sono sicura che vi piaceranno ;-)

    M.G.@ Grazie! Ke carino il tuo Blog… e la gattina !

    Stefania@ NON SI BARA…nonnnonnnò…. Del resto l’ORMOne è sempre l’ORMOne…..! ;-)

    Andrea@ (e PADRE!!!!) maaaa non dovevate finire i compiti??!! XD

    Manuela & Silvia@ quella del fumetto mi è venuta in mente pensando a una besciamella meno “pesante” ed è stato subito … Chiulo! o_O

    Grazie a tutti quanti per il sostegno (non contro il Martirio neh!) e ad Ale per la commovente presentazione.
    Che dire… ALLA PROSSIMA!
    Nora

    RispondiElimina
  13. da leccarsi i baffi..
    chicca

    RispondiElimina
  14. Ciao Nora, rispondo a te personalmente grazie all'ausilio dello spazio delle MTpupattole: quando ti decidi ad aprire un blog? Come faccio a ringraziarti per i tuoi commenti se non hai un posto dove raggiungerti? E poi, sappi che le bocchine che gravitano qui intorno, amano il pesce contrariamente al martirio, e se la lasagna avanza (cosa che dubito alla grande) sai già come utilizzare la doggy bag! Slurp...attrazione fatale! Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  15. Gaia Celiaca@ non sono molto *esperta* ma credo che tu possa facilmente produrre una sfoglia Gluten-free che come consistenza possa tenere la cottura al forno.... a questo punto buttati a pesce e rifalle! MERITANO (... o dovrei dire a *baccalà*...)

    Chicca@ grazie! pensa che io i baffi nn li taglio apposta! ;-)

    Grazie Nora

    RispondiElimina
  16. Patty@ abbi fede... un modo lo troviamo lo stesso ;-) quanto agli avanzi..... puuufffff: spariti subito!
    Nora

    RispondiElimina
  17. credo che questa sia la seconda lasagna che incontro,ohhhhh m'avete fatto venì fame ahhhhh brava mi piace

    RispondiElimina
  18. Mamma papera@ ... prooovala!!! ;-) Comunque anche i tuoi cuori di polenta nn scherzano!
    Nora

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...