OverBlog

giovedì 28 giugno 2012

Crumble di fragole e pistacchi e il lamento delle maggiorate

crumble


Lei si chiama Simona Siri, è genovese, ha 40 anni e, anche se non la conosco, la amo già. Perchè è grazie a lei ed al suo ultimo libro, presentato ieri da Feltrinelli, che finalmente ha voce anche la categoria più fraintesa e più imbarazzata del variegato universo femminile, vale a dire la minoranza delle maggiorate. 

Quelle vere, sia chiaro: perchè siamo stufe di sentirci prendere per i fondelli da silfidi con seni piccoli, che sospirano e ti dicono che anche loro, poverine, hanno la terza. O dalla stampa-che-conta, che schiaffa in copertina le "nuove maggiorate" e ti tocca sorbirti il defilèe della Canalis e delle sue amiche. O dei guru delle passerelle, che prima ci hanno cullato nell'illusione che anche le modelle hanno il seno- e poi ci han sbandierato l'immagine della Schiffer, come modello di taglia rinforzata, roba che più la guardavi e più ti sentivi simile alla portinaia dell'avvocato di fronte, quella coi baffi, il vestito nero d'ordinanza e due tette che, se non sta attenta, si inciampa. 
Insomma, diciamocelo: chi come noi è afflitto da misure che vanno dalla 4 in su e che da anni associa le prime lettere dell'alfabeto al tipo di coppa, e che ha avuto un impegno improvviso, quando si citavano i canoni di perfezione dannunziani, per cui il seno perfetto doveva essere racchiuso in una coppa di champagne, mentre il suo sarebbe stato forse comodo nel cestello, ha le sue buone ragioni per lamentarsi.
Noi siamo quelle il cui buonumore mattutino si infrange al terzo bottone della camicetta; quelle che hanno un cassetto della biancheria che sembra un'ode alla juventus, che l'alternativa al bianco e nero è un inqueitante color carne, che vederlo e pensare ad Hannibal the Cannibal è praticamente tuttu'uno; che la canottiera ce l'hanno solo sotto la camicetta (vedi alla voce "terzo bottone") e mai sopra; che il coprispalla; che lo scollo a barchetta; che il maglione a vu; che l'autobus che sta partendo in lontananza lo lasciamo andare, anche se siamo in ritardo e ci aspetta una lavata di capo, perchè quella che per altri è una corsetta salutare e magari anche povvidenziale, per te è dare spettacolo agli astanti; che l'ora di ginnastica, ommioddio; che i cuscinetti sui fianchi, le amiche li mettono in mostra, ma il seno, per carità, quello è volgare; che per quanta intensità abbia il colore dei tuoi occhi, per quante sfumature abbia la tua voce, per quanto abbagliante sia il tuo sorriso, sarai sempre quella con i respingenti; che le spalle curve; che il vestito che per il resto del mondo è "stile impero", per te è "signora-ma-che-bella-notizia-mi-faccia-un-po'-vedere-quando- nasce?" e via dicendo.
Che non si dica, quindi, che ci voleva una genovese a lamentarsi di queste cose, visto il mugugno di default che ci contraddistingue, perchè non è vero: di sicuro, ci voleva una donna arguta, spiritosa, capace di prendersi in giro e di prenderci in giro, laddove il "ci" non è riferito solo a noi maggiorate, ma anche e soprattutto a quello stuolo di occhi maschili che, per quanti argomenti di distrazione si abbiano, lì finiscono e lì restano incollati, da sempre: ormai ho 46 anni, ho subito, provocato, assistito a cambiamenti di ogni genere ma quell'abitudine, ahinoi, è rimasta la stessa, neanche nascondessimo potenti calamite nei rinforzi dei mostri reggiseni. Al resto, bene o male, siam riuscite a metterci rimedio. Su questa, mi sa che ci dovremo rassegnare. Basta non sospirare troppo a fondo, però....

 
CRUMBLE DI FRAGOLE AL PISTACCHIO

crumble1

Di crumble avevo parlato diffusamente qui, e non è quindi il caso che mi stia a ripetere oltre. Confermo quanto già sostenuto a suo tempo- e cioè che d'estate è facile che mi lanci in preparazioni del genere, vista l'abbondanza di frutta che ci offre la stagione- e la tendenza della stessa a marcire nella fruttiera. Da noi, i tempi sono un po' più rapidi perchè, grazie al cielo, son tutti prodotti dell'orto (leggasi: dal produttore allo stomaco del consumatore, perchè se fan tanto di soffermarsi qualche ora in più nel cestino, è finita): per cui, è facile che a pranzo si mangino i frutti degli alberi, e alla sera si faccia un crumble. Le fragole che vedete nella foto, per esempio, sono il risultato di una recente incursione a Volpedo, paese di pesche, albicocche e, per l'appunto, fragoloni rossi, succosi e sodi che lasciarli sul banco del contadino al lato della strada era un delitto. Magari, potevo limitarmi a comprarne un cestino- e non 2 kg e 7, ma questi son dettagli. Abbiamo offerto fragole a parenti ed affini, preparato dolci di ogni tipo, lasciato tracce rosse su frullatori e cucchiai di legno e, come da tradizione, quelle superstiti sono state immolate in un crumble, per giunta ai pistacchi che con le fragole ci stanno benissimo: quando si dice "la morte sua..."

per il crumble
70 g di farina 00
50 g di pistacchi sgusciati, tritati fini
70 g di burro freddo a pezzetti
70 g di zucchero di canna

fragole (circa tre hg)
un bicchierino digrappa
due o tre cucchiai di zucchero

In una terrina, unire tutti gli ingredienti per il crumble e impastare con la punta delle dita, fino a formare delle briciole. Mettere in frigo fino al momento dell'uso 
Lasciare insaporire le fragole nella grappa e nello zucchero, per un'oretta.
Imburrare degli stampi monoporzione, coprire il fondo con le fragole e ricoprirli a loro volta con il crumble. 
Infornare a 180 gradi fino a doratura del crumble- una ventina di minuti. 
Volendo, potete far ridurre sul fuoco lo sciroppo d igrappa dove avete lasciato le fragole in infusione e versarlo sul crumble, appena uscito dal forno. 

buona giornata
ale





72 commenti :

  1. Niente da fare, gli occhi degli uomini lì cadono, è più forte di loro :-)))
    E si che penso sempre che due tette, bene o male, siano sempre quelle: di migliore o peggiore aspetto, ok, ma niente da giustificare di stare davanti ad un'apparizione...

    Crumble delizioso, e moooolto fotogenico :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stavo rispondendoti "e fra le dune, com'è?"... ma ppoi ho realizzato che non sarebbe stato il caso :-)))

      Elimina
    2. Credimi: qui è moooolto peggio.
      Sarà che si sta bardate e questo li stuzzica ? ;-)

      Elimina
    3. Se vuoi farmi venire le convulsioni puoi anche sbilanciarti sulle gobbe del cammello............forse è il dromedario!!!!

      ...sono triste, la dieta mi sta buuttando fuori dal club!
      :-(

      Elimina
    4. Se vuoi farmi venire le convulsioni puoi anche sbilanciarti sulle gobbe del cammello............forse è il dromedario!!!!

      ...sono triste, la dieta mi sta buuttando fuori dal club!
      :-(

      Elimina
    5. No, dalle nostre parti solo dromedari...quindi con una tetta sola :-))))

      Elimina
  2. Adesso capisco il caro Miguel su cosa aveva soffermato la propria attenzione!! :P
    Ed intuisco anche che lui vedendo in te una Wonder Woman...ha tratto ispirazione per conquistarti sperando di diventare...Super Superman... :D ahahahahahahahahah

    Sarà anche vero che io ti ho dato delle tenaglie ma tu questa l'hai servita su un piatto di platino...nemmeno di argento :P
    PS
    Quando l'argomento sarà non il doppio...ma il triplo o quadruplo mento, o meglio quelli che il mento non lo hanno mai avuto mentre tutte sbavano per i "triangoli" alla Ridge...avrai la tua rivincita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi ha parlato di "tette cadenti"????
      :-))))
      intendo dire: il mento multiplo è l'equivalente del seno che cade. Che non è argomento che si possa affrontare impunemente, qui sopra :-)
      Specie dopo che sono andata dalla sarta- e l'altezza spalla scende ogni anno di più :-)))
      ...roba da rimpiangere miguelito :-)

      Elimina
    2. Terza abbondante (vera), seconda di giro (o anche meno) non so se sarei maggiorata di pieno diritto, ma i colori dei reggiseni scarseggiano anche da me. Comunque sono fierissima di correre incontro all'autobus (anche perché se no quando lo riacchiappo più?). Il problema vero è il reggiseno imbottito, che va tanto di moda perché costa molto meno produrlo che farne uno senza gommapiuma e con delle sacrosante cuciture sartoriali, dove i voerrebbe manodopera specializzata e più costosa: ecco, quello, lo detesto: perché nascondere la morbidezza dentro quell'informe rigidità?

      Elimina
  3. Io ho passato un'intera adolescenza e gioventù a tentare di riempire il reggiseno....Confesso che in un momento di deficiente tristezza avevo pure preso l'appuntamento con il chirurgo plastico più conosciuto della mia città per avere almeno una seconda....! Poi sono arrivati loro: i reggiseni imbottiti e da allora sono felice....!
    Ma resterà sempre la malcelata invidia per chi ha dalla terza in su.... e adesso la Alessandra mi insulterà, giustamente...
    Però si sa che chi ha denti non ha pane e chi ha pane non ha denti....
    Maria Chiara
    P.S. crumble forever....!

    RispondiElimina
  4. Buonissimo questo crumble, molto fruttato e pure leggero!
    un'idea semplicissima e golosa!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. Bè io invece, pur non essendo affatto silfidea ho le tette comunque piccole. Non va bene neanche quello... Almeno gli uomini quando ti guradano han di che gardare no? Comunque ognuno ha le sue croci, sebbene la tua così descritta faccia più ridere che piangere. Tette a parte i tuoi articoli mi fanno sempre impazzire e corro a comperarmi questo libro.

    Lara

    (chiedo scusa, ma con i pupi a casa non sono veramente riuscita a concentrarmi sulla sfida, prometto di impegnarmi di più il mese prossimo)

    RispondiElimina
  6. ...dall'alto delle mie coppe di champagne modello minimal di designer minimalista premiato al festival del minimalismo non so davvero di cosa parli....... porca miseria!!!!!!

    buona giornata... corro a prendere l'autobus... :*
    roberta

    RispondiElimina
  7. Cara Ale, quando leggo i tuoi post cerco di farlo in maniera composta senza dare adito a sospetti perché li leggo mentre sono al lavoro, quindi se ogni tanto mi sbotta una risata che cerco di trattenere a stento, il resto delle volte mi ride la pancia e gli organi interni, insomma mi migliori immensamente la giornata. Circa il tuo incipit, credo che parlando di donne italiane, la "minoranza di maggiorate" sia una vera fandonia. Siamo in Italia, una penisola che si estende nel Mediterraneo e che ha fatto del carboidrato la sua bandiera. Mi vuoi venire a raccontare che la taglia 42 è la normalità? Mi vuoi venire a dire che a parte adolescenze più o meno diversificate (io ero quella che assomigliava ad una cavallona dal garretto massiccio e le spalle curve), le quarantenni di oggi sono tutte piatte come una tavola Foppapedretti? A meno che tu non viva dentro una puntata di Beautiful dove la xs la portano pure le nonne, io quando mi guardo in giro, tiro un sospiro di sollievo! Mi consolo osservando gagliarde signore vestite di lino leggero con scollature generose e gonne svasate, adoro le 46/48 che osano il colore e lasciano a casa il nero perché co' sto caldo meglio immaginare di essere un'albicocca che sentirsi "smagrita" e grondante come un formaggio al sole. Insomma, io ti ho visto e ti ho conosciuta e mi sembri bellissima con il tuo "punto forte" , che secondo me non valorizzi abbastanza ...e se gli occhi di tutti finiscono con l'andare sempre lì, pace. Fin che ce n'è, apprezziamolo. Dovremo fare i conti con dei portamonete sgonfi prima o poi (spero mai prima!).
    E comunque io mi sento una maggiorata da sempre, fianchi larghi e seno presente con vita sottile. In più il tutto distribuito su una superficie lunghissima...ti sei mai sentita dire "come sei tanta'"? Ecco, ti ho detto tutto.
    Ti abbraccio fortissimo. Pat

    RispondiElimina
  8. :o) Simpaaticissimo post Simpaticissimi commenti Complimenti

    RispondiElimina
  9. Ehm...I "mostri reggiseni" in terzultima riga è un'espressione voluta o una simpatica svista?
    ;-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stavo per commentare come te...
      mah, secondo me è un vero lapsus!!
      :-DD ant_top

      Elimina
    2. :-)))))))))))))l'ho lasciato, infatti. Involontario, ma bellissimo- e verissimo :-)))

      Elimina
  10. e meno male che oggi sto acasa altrimenti, come al solito, avrei dato spettacolo in ufficio!
    Comunque, io, dal basso della mia striminzita secondo, dico lo stesso "che invidia" ..abbiate pietà di una che è presa in giro dalle medie in poi! (vaglielo a dire ai maschietti, che sto più comoda)....anche se , ammetto, a Danza classica non ingombravano :D

    RispondiElimina
  11. Ma e allora? Ci dichiaiamo maggiorate anche noi Ale! e ne andiamo fiere !
    se gli occhi cadono sempre lì è solo perche o siamo cosi iresistibili o semplicemente avranno il complesso di Edipo... e in ogni modo affari loro, come dice Pat, "io sono tanta e me ne vanto" he,he,he

    "Il Crumble" è uno dei dolci piu versatili e buoni che conosca, e questo con l'abbinamento di fragole e pistacchi mi sembra eccezionale!

    Un saluto da due che in magiorazione non scherzano :-)

    Lucia e Vanessa
    I SAPORI DI CASA MIA

    RispondiElimina
  12. Leggo ora e non riesco a smetterla di ridere... Sono KO per la pressione ma tu mi hai dato una sferzata che avevo bisogno.
    Fino ai 30 anni sono stata una tavola e, probabilmente, la miglior cliente dei kleenex che usavo come *imbottitura*. Una zia sarta mi modellò l'imbottitura della guepiere indossata sotto l'abito da sposa...
    Poi, con le cure ormonali per diventare mamma, sbocciai fino ad esplodere al momento dell'allattamento (una quinta mooolto abbondante)
    Tempi di sguardi beati da parte del Martirio. Se poi a qualcuno *cadeva l'occhio* ho sempre fatto spallucce pensando *chi mostra gode, chi guarda crepa*.
    Sino ad ora che, pur ancora in *tenuta*, le mie cominciano a volger in basso lo sguardo, domandandosi quale delle due arriverà prima alle ginocchia.
    Sa va sans dire... viva i ferretti ma anche le spalline rinforzate che ci salveranno dagli *inciampi*!
    Nora

    RispondiElimina
  13. haha..leggo e sorrido della tua gustosa ironia..e mi prendo, solo con gli occhi però, un assaggio del crumble..

    RispondiElimina
  14. Aleeeee Mi sono persa il commento al crumble! Solo per dire che i pistacchi ce li ho (!) e che mi hai dato uno spunto per sostituire le solite mandorle o, a volte, i pinoli che aggiungo in quello che faccio io di solito (sempre a occhio... e viene sempre!!!) che diventa l'unico modo per far mangiare la frutta al Martirio.
    Ecco: l'ho detto!
    Nora

    RispondiElimina
  15. Sono stata maggiorata solo per il tempo di 9+9 mesi o giù di lì, finito di allattare sono tornata una terza scarsa-scarsina, mi difendo col torace da brava nuotatrice e niente più! e dire che non ho neanche tanti argomenti alternativi!!! sob..
    buono buonissimo il crumble, ottimo anche come rimedio antispreco per della frutta rimasta.
    Baci
    Francy

    RispondiElimina
  16. E dall'alto...o largo...o grosso, fate voi, della mia quintacoppaddi, lasciate che rivolga un sentito, commosso ringraziamento a questo Paese che mi ospita, dove non solo riesco a trovare senza fatica camicette che si abbottonano anche dal terzo in giu', ma dove posso con soddisfazione massima entrare in pantaloni tg 42!...Dio benedica l'Olanda!!
    ...anche per le sue fragole, che mi hanno fatto riscoprire il sapore di quelle che mangiavo da bambina e che ormai credevo perso e dimenticato...chissa' come saranno buone in questo crumble...che faro' appena recupero i pistacchi, che qui li vendono solo salati...non si puo' avere tutto dalla vita...

    RispondiElimina
  17. Ci siamo conosciuti a Milano, ad una delle Identita' Golose, e non ho visto niente che non eccedesse, in alcun senso, andavi bene cosi'. In altre parole: perche' rimuginarci sopra?
    Della serie: l'insicurezza nuoce gravemente alla salute (mentale).
    Ma continua a rimuginare, leggerti e' un piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la Dani, quella che hai conosciuto!! ma a misure, siamo lì!!
      e rimugino, sicuro che rimugino!
      grazie!!!

      Elimina
    2. Chiedo venia....
      Fosse che fosse che anziche' guardarla in faccia....
      :) :) :)

      Elimina
    3. RIDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO :-)))))))))))))))))

      Elimina
  18. Mettila così, non vi invidio, voi maggiorate che attirate gli sguardi. perchè correre con quel bendiddio non deve essere semplice, dormire a pancia in giù quasi impossibile e trovare costumi da bagno e reggiseni carini un'impresa titanica. Ho una nipote che con tutta nonchalance si porta in giro delle tette enormi chiuse in quelle canottierine da adolescente e in cuor mio spero che mia figlia abbia preso da me e non dal lato femminile della famiglia paterna... ma le premesse non sono dalla mia parte :)
    In compenso, se volete consolarvi, pensate che la pancetta e i rotolini vengono notati molto di più a noi, la cui tetta entra nella coppa di champagne che non a chi espone un bel balcone. Fosse solo perchè l'occhio sempre lì cade....
    Che meraviglia di crumble! Io ho messo in vacanza il forno, ma mi segno certamente l'idea del pistacchio nell'impasto!
    Ciao!

    RispondiElimina
  19. inutiole dirti che del libro della simonetta siri volevo parlare anch'io ;-) che anch'io lotto da anni con il famigerato terzo bottone, che non sopporto quelle che ti invidiano per la "minimo terza" che porti in giro....io adoro le donne silfidi...magre, piatte, eleganti...e invece io sono fondamentalmente una donna da...crumble!!! ci siamo capite vero??? :-)))) baciiiiii

    RispondiElimina
  20. non riesco a rispondere a tutti, ma confermo quanto ho detto prima. Ma quanto sono intelligenti, le donne- quando sono intelligenti :-)))
    e come si misura, la coppa dell'autoironia? qui, ci volgiono i galloni! grandissime!

    RispondiElimina
  21. hi hi hi!! al solito sembro pazza e rido da sola...
    scusa, ma te la ricordi la pubblicità wonderbra (i mega cartelloni) era semplicemente mitica...
    la bellona (eh non mi ricordo chi fosse)che da sopra un favoloso decolleté intimava al passante:
    "guardami negli occhi" - e da sotto il decolletè -
    "HO DETTO NEGLI OCCHI"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me la ricordo!!!!
      ma secondo te, avran dovuto fare delle ricerche approfondite- o sarà venuta spontanea, la battuta??? :-)

      Elimina
  22. sorry nn mi sono firmata...An_top (ref pubblicità wndrbr)

    RispondiElimina
  23. da ragazzina invidiavo le misure di mia sorella che entra in pieno nella categoria, adesso sono contenta di non averla raggiunta, le difficoltà ci sono, inutile dire chi gli uomini ricordavano tra di noi! :-D

    RispondiElimina
  24. Non rigirate il coltello nella piaga! Ormai confido solo nella reincarnazione. Visto che sto tra le risaie, due "cosine" stile Silvana Mangano mi andrebbero già bene.
    Però, se ci penso, ho avuto anch'io il mio momento di gloria, per 4 anni: incinta, allattato sei mesi, ri-incinta, allattato due anni. Una bella 4^ abbondante, con un piccolo problema: lo sprillo continuo a ogni montata, a "beneficio" degli astanti (sembravo la versione femminile del Mannechenpis di Brussel) :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ce la posso fare :-)))))
      michela, sei troppo forteeeeeeee

      Elimina
  25. E' vero... chi ce l'ha cerca di nasconderlo e chi non ce l'ha cerca di valorizzarlo al massimo ma se anche con un maglione a collo alto attiri l'attenzione, allora che ben vengano le scollature sempre però senza esagerare o fa volgare; però dietro gli autobus non si corre comunque non per evitare di dare spettacolo in maniera "femminile" ma perché si rischia di cadere e dare un altro tipo di spettacolo più ilare... e tanto non si fermano lo stesso: capitato!!!
    Non ho mai fatto un crumble... MTC pensaci tu, dammi la spinta giusta per sperimentarlo..!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. argh, debora... in effetti, non ci avevo pensato...
      invece penso al crumble e all'mtch: ma sai che potrebbe essere davvero una grandissima idea? chissà....

      Elimina
    2. Prossimi vincitoriiiii... Un appello per voi.. raccogliete il suggerimento :-))

      Elimina
  26. io ho passato tutte le fasi e tutte le misure, da adolescente maggiorata con gli occhi dei ragazzi incollati sempre lì sono passata allo svuotamento post-lattazione, mi sono mantenuta per anni una perfetta seconda per poi riesplodere in un'adolescenza tardiva e via di nuovo maggiorata verso la quarta scarsa, o terza abbondante, non so decidermi!
    ma sono contenta, gli occhi sono ancora piantati lì e non vanno un pò più in basso verso la panza e al kiul che è sempre più attratto da una liaison con la forza di gravità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fermateviiiii... non ce la faccio più :-))))

      Elimina
    2. Anch'io non ce la faccio più di questo compendio di fantastica bellezza femminile INTELLIGENTE over 40! Siamo grandi e bellissime!

      Elimina
  27. Il libro lo compro subito! Pesavo 51 kg e portavo una quarta abbondante ora i kg sono moooolti di più e ho fatto amicizia con la commessa che mi propone direttamente i reggipoppe senza dirmi la misura. Ma sono molto orgogliosa perchè non mi sono ancora calate e non ho la sinovite.

    Nel mio primo viaggio di lavoro in USA mi son comprata una bellissima spillettina "are you talking to me or to my titts?"

    Ho portato al mare la nipote che sfoggia anche lei una bella quarta ma di quindicenne, praticamente tonsille. Indossa con disivoltura scollature che io nemmeno nella camicia da notte molto sexi.... La invidio, anzi no invidio questa generazione che non curva le spalle, che non porta maglioni del babbo, che ostenta le grazie con una meravigliosa disinvoltura che io a 50 anni devo ancora imparare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quane volte te l'ho detto, che ti adoro?
      beccatene una di più !

      Elimina
  28. Mi ci ritrovo in tutto. nel tuo post Alessandra e nella maggior parte dei commenti. Anch‘io sono una cosiddetta maggiorata ... mai pentita ;)
    e ora mi guardo la partita !!!
    ciao
    mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io me le sarei fatte tagliare, invece :-)))
      piallata, davanti e dietro.
      il mio modello di donna è un asse da stiro :-)
      sarà per questo che son sempre lì attaccata? :-)

      Elimina
    2. SMETTILA DI DIRE/SCRIVERE quel che penso!!!!;-)) Anch'io me le sarei fatte piallare, e da subito! anch'io corro "con le mani davanti" come se dovessi proteggere qualche bene prezioso ... E invece detesto queste due escrescenze che gli uomini sbirciano talvolta di sottecchi ( il piu' delle volte apertamente, quasi con innocenza) , e che continuo a contenere in una terza ormai poco giustificabile... E siccome a questo mondo non c'è giustizia, mia figlia piange (letteralmente) sulla sua seconda scarsissima e gira con reggiseni bi- imbottiti ( nel senso che aggiunge pesciolini su pesciolini a reggiseni incredibilmente spessi, che solo lei sa trovare).. Mio marito si dichiara entusiasta, io lo fulmino ogni volta con un'occhiataccia che certamente conoscerai anche tu......

      Elimina
  29. Sto leggendo questo post mentre gli uomini di là si vedono la partita e credo si stiano chiedendo cos'ho tanto da ridere! Premetto che non sono una maggiorata e che fino a qualche anno fa avevo il seno che stava nella famosa coppa... però ho molte amiche con il seno abbondante e comprendo benissimo il problema!
    Da poco ho messo la ricetta del crumble di ciliegie e pistacchi!
    un abbraccio
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. passo a prendermi la ricetta, allora!
      grazie

      Elimina
  30. Ah come ti capisco...anch'io ho una bella quarta abbondante...
    Buonissimo e bellissimo il tuo crumble alle fragole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma com'è che vi ho stanate tutte??? :-)))
      mi sento meno sola!!!

      Elimina
  31. io da piccola avevo una prozia vera zdaura: alta un metro e un barattolo, abbondante, le due tettone d'ordinanza.
    io la abbracciavo sempre e le dicevo che da grande avrei voluto essere come lei. ci sono andata vicino. ma sono quasi più contenta così.
    non mi sarebbe piaciuta l'assenza di tette.
    per quello che ti riguarda, alessandra, ho visto le foto e ti trovo solo splendida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, la gaia vince l'emmetichallenge, lo starbooks, la riffa del parroco, e tutti i "quaccheccosa" che vi vengono in mente.
      E il primo che osa contraddirla, dovrà passare sul mio cadavere. Scalando le montagne annesse, of course :-)

      Elimina
  32. Lo sapevo, lo sapevo...tu non puoi andare a sfruculiare nell'arnia senza alzare un vesp...ehm...tettaio! Queste donne qui sopra sono le amiche che una sogna di avere per la vita. Buona notte splendore!
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verissimo. Il punto è che nella vita reale, per una così intelligente, te ne devi sorbettare 5 che "la dieta-la palestra- l'abbronzatura- il total black (out, nel cervello)... ma quanto bello è, avere un blog??? :-)

      Elimina
    2. Tantissimoooooooooooo....

      Elimina
  33. Io, Alessandra, e lo dico con mestizia, sono una terza-coppa di champagne. Tutte le volte che mi chiedevano cosa non avrei cambiato di me la risposta era la stessa: il seno e gli occhi. Per il resto ho un naso importante, una bocca a ciabatta e una belle "sgucchia" come si dice a Firenze e, nonostante tutto non sono una mostra.... ma il seno... hai ragione: quando allattavo e avevo una 5 misura abbondante ho sofferto le pene dell'inferno con quei cocomeri sotto braccio! Quindi, ti capisco e ti consolo con queste parole: MA che BEGLI OCCHI CHE HAI!!! ti avranno detto gli uomini puntando gli occhi nell'incavo della scollatura..... a loro piacciono tanto....
    Ma in fondo, non conta di più quello che siamo dentro che quello che siamo fuori? Dai, tu 46 io 47, ormai non ci buttano giù neanche con le cannonate, figurati con una 5a coppa C !!!!! Notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra, quelle sono armi spaventose... le 5 coppa C, intendo :-)))

      Elimina
  34. E ma almeno a te non é capito che verso i 13/14 un signore dice a mio padre: "ah anche voi come noi: un maschio e una femmina", silenzio, mio padre lo guarda stranito e dice: "ma veramente avrei due femmine" sileziono...e il signore mi guarda...attentamente....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

      Elimina
    2. Senza offesa...ma mi sto sbellicando per questo aneddoto! .Hai tutta la mia comprensione.Dany

      Elimina
  35. Proprio oggi ho avuto in mano questo libro e mi è venuta da ridere! Adesso vengo qua e rido ancora da sola! Pensare che a scuola sempre mi hanno soprannominata:
    "campeona di natazion, porche nada por delante e nada por detrás"
    è in castegliano e la traduzione non ve la faccio perché non sarebbe lo stesso, ma vi posso assicurare che fa ridere tanto, ridevo allora e mi viene da ridere ancora adesso.

    E poi il seno a coppa di champagne, dicono che sia ispirato ad a Maria Antonietta, regina di Francia, di un calco fatto dai suoi seni per farne poi un calice dove bere le famose bollicine.


    Ma riflettendo su questo crumble "dolce assasino di fragole" devo dire che stò cominciando a ricrederci nei dolci, e questo, Alessandra non va mica bene!

    :)

    RispondiElimina
  36. ehhh quanto mi ritrovo in queste parole ... ma a gennaio ho detto stop e ho rimediato chirurgicamente e non me ne pento assolutamente... la mia self confidence é sparata alle stelle dopo l'intrevento (che poi in realtà non sono diminuite di cos' tanto - ua IV c'è l'ho comunque ma sono anche di una forma migliore) ..posso andare per negozi e prendere una taglia più piccola perché il bottone mi si allaccia .. posso andare in spiaggia con costumi più carini e posso farmi vedere dal mio ragazzo con reggiseni più sexy e scusami se é poco :)

    RispondiElimina
  37. e che dire di una seconda scarsa di tette e una terza quasi quarta di culo ? la mia croce ;-))

    RispondiElimina
  38. Io le tette non le ho, quando ingrasso, ingrassa tutto, ma loro, manco per niente...ma ormai sono abituata :)! Ecco, le mie stanno tutte e due in una coppa di champagne per intenderci!
    A parte ciò, Ale, sei unica, leggerti è una ventata di allegria! Sono sul treno che torno a Genova, sto morendo dal caldo perché l'aria condizionata è un optional, ho perso l'intercity per un nano secondo e fino a un secondo prima di leggere il tuo post ero incavolata con il mondo...ora sono felice e spensierata! Sei davvero fantastica! Complimenti per tutto, per la ricetta e per come sei, non te lo ho mai detto, ma ti ammiro davvero tantissimo!!!
    Un bacino grandissimo!!!
    E spero di rivederti presto, sempre che io non mi squagli definitivamente in treno...Oddio!!! E se mi si squagliano anche le poche tette che ho...è la fine :)!!!

    RispondiElimina
  39. io mi considero abbastanza proporzionata, ma quando abitavo in Giappone ero maggiorata, ed era molto difficile comprare vestiti. Camicette e reggiseni poi non ne parliamo, bisognava andare al settimo piano di un grande magazzino di Tokyo che offriva taglie per occidentali (che pero' voleva dire americani, e quindi solitamente troppo grandi per me). Allora tornavo una volta all'anno in Italia per fare rifornimento. Per quanto riguardasse gli usi e costumi, al lavoro (e nella vita di tutti i giorni) avrei potuto girare con una minigonna talmente corta che in altri paesi si metterebbe solo sotto ai lampioni, ma il petto doveva essere rigorosamente coperto, e le spalle pure. E gli uomini, cosa guardavano? Il mondo e' paese, comunque il Giappone e' il posto dove mi sono sempre sentita più un sicura e tranquilla a camminare da sola di notte, ma anche l'unico dove ho subito un furto di reggiseni (e un po' di mutandine) stesi. Per un po' non ci ho voluto credere, ho continuato a cercarli e a chiedere a mio marito dove li avesse messi, e poi quando sono arrivata all'ultimo reggiseno un'amica mi ha detto "Ma come? non lo sapevi?? Non stendere la tua biancheria intima fuori, gli uomini la 'collezionano'." Le mutande potevo comprarle anche lì, ma i reggiseni "da maggiorata" mi sono costati un mutuo.

    RispondiElimina
  40. Odio, non sono sola!! Sono piegata i due dalle risate... Mi ritrovo troppo in questo post!!!!! Ma vogliamo parlare del period dell'allattamento?!?!?! Cioè...una cosa disarmaaaaaanteeee!!!
    Questo crumble mi ispira brutte cose, tipo mangiarmelo col gelato?? Anche due porzioni?? Si può fare, no?

    RispondiElimina
  41. Magnifico davvero ! Sei davvero brava !

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...