OverBlog

mercoledì 13 marzo 2013

Chocolate syrup per lo Starbooks di marzo


pa young

(prefazione della ale- ricetta della Dani)
Paul A. Young è il dio del cioccolato- e la Mapi è il suo profeta.
Se non ci fosse stata lei, infatti, probabilmente non saremmo mai incappate in questo libro. Con tutta che esiste anche la traduzione in Italiano, infatti, non è un titolo che ricorre con frequenza nelle nostre librerie, meno che mai sugli espositori o nelle vetrine: lì, il posto d'onore è occupato da visi televisivi, da supersconti, da gadget strampalati di cui il libro costituisce un semplice accessorio e mai come in questo caso si rimpiangono le oscure regole del commercio, che spingono prodotti di scarsa qualità, a discapito di altri, di assoluto valore. 
Ma per fortuna che c'è la Mapi- e per fortuna che c'è lo Starbooks che, di fronte a questa proposta, ha accettato senza titubanze: perché si parla di cioccolato, finalmente, e perchè a parlarne è Paul A. Young, capace come pochi di coniugare la competenza e la professionalità che gli derivano da una lunga esperienza sul campo alla genialità di cui madre Natura lo ha abbondantemente dotato. 
Perchè, diciamocelo chiaro, quest'uomo è un genio. Perchè solo un genio potrebbe affrontare un argomento così in profondità mettendo subito la quarta, senza neanche darti il tempo per prendere un po' di confidenza con l'ambiente. Cucinare con Paul A. Young, cioè, è come un giro sulle montagne russe- e pure di quelle toste, che iniziano togliendoti il fiato e finiscono lasciandoti stordito, inebetito, persino scombussolato, a volte. Ma mai deluso, mai insoddisfatto, mai convinto a metà.
Il cioccolato viene declinato in tutte le sue sfumature e, da qui, utilizzato in tutte le combinazioni possibili: e questa è un'altra straordinaria lezione di quest'uomo, che azzarda fin dove sa di poterlo fare. "Prima impara e poi sperimenta" è il sottofondo di ogni pagina, di ogni riga di questo libro. Nulla nasce dal caso, ma tutto è frutto di un'alchemica e felice combinazione di sapere, di gusto, di creatività e di tecnica, con l'umiltà che è solo dei grandi. 
Come se non bastasse, è tutto tradotto nel linguaggio della semplicità. Gli ingredienti sono reperibili, le ricette sono comprensibili, le dosi sono umane, il procedimento è dettagliato, il lessico è chiaro, almeno per quanto riguarda la versione originale. 
Sulla traduzione italiana, invece, lamentiamo le solite pecche: e cioè, che la competenza linguistica non basta, quando si deve tradurre un manuale di cucina. E' una vexata quaestio, qui sopra, a cui gli editori di solito rispondono con stizza o - peggio- fanno orecche da mercante. Ma confondere "cream" (voce del verbo to cream, montare a crema) con il sostantivo "cream", panna, manda in confusione. Così come assimilare i tsp (cucchiaini) ai tbs (cucchiai), e via dicendo. I libri di cucina, checchè se ne dica, non sono libri di fotografia o accessori di programmi televisivi: sono manuali tecnici e pratici. E quindi, al pari di tutti i manuali tecnico-pratici di questo mondo, richiedono competenze specifiche, sia nell'editing che nella traduzione. In un mondo perfetto, le verifiche verrebbero fatte anche sui contenuti, ma per questo ci siamo noi dello Starbooks, che da oggi fino alla fine del mese vi accompagneremo in queste Avventure al Cioccolato, cominciando così:

starbooks
Ale- AleOnlyKitchen: Ganache al miele con thaini e semi di sesamo tostati
Cristina- Vissi di cucina: Pere sciroppate al rosmarino con ganache di Stilton e noci
Emanuela- Arricciaspiccia: Biscotti al cacao ricoperti di cioccolato
Gaia - la gaia celiaca : Muscovado truffles
Mapi- La Apple Pie di Mary Pie: Vinaigrette al cioccolato
Patty- Andante con gusto : 
Pane al tea, cioccolato, zenzero e cardamomo
Robi- Le Chat Egoiste:trifle ai quattro cioccolati
Stefania- Araba Felice: Pancakes al cioccolato venezuelano con salsa al cioccolato e sciroppo d'acero

Ale

Poi ci siamo noi con:

Chocolate Syrup 
Paul A Young

DSCF8334

"Una versione dello sciroppo al cioccolato solo per adulti da godersi sul gelato come bambini"
P.A, Young

Ingredienti
Un cucchiaino di sale marino
400 gr di zucchero di canna dorato
300 gr di cioccolato fondente al 70% spezzettato (ho utilizzato il 75% della Lindt)
75 gr di golden syrup
Opzionali per gli altri sciroppi aromatizzati:
Erbe tritate miste (lavanda, rosmarino, basilico, lemon grass...)
200 ml del liquore che preferite (per me Cointreau)
Spezie miste (cannella, anice stellato, peperoncino, vaniglia, chiodi di garofano...)

DSCF8354

Portate ad ebollizione in un pentolino 400 ml di acqua con  il sale e lo zucchero. Toglietelo dal fuoco e aggiungete il cioccolato. Mescolate bene utilizzando una frusta o con un frullino ad immersione come preferite. Aggiungete il golden syrup e mescolate ancora.
Potete utilizzarlo subito tiepido oppure metterlo in un contenitore ermetico una volta raffreddato o in una squeezy bottle, insomma un contenitore da cui "spremerlo "direttamente sul gelato.
Variazioni
Sciroppo alcolico:
Usate metà quantitativo di acqua e aggiungete 200 ml del vostro liquore o super alcolico preferito dopo il golden syrup

DSCF8358

Sciroppo speziato
aggiungete cannella, peperoncino, noce moscata, vaniglia, anice stellato o chiodi di garofano al pentolino e lasciate in infusione nell'acqua zucchero e sale bollente per 30 minuti.. Passatelo al colino, poi ribollite prima di aggiungere il cioccolato.

DSCF8337

Sciroppo alle erbe
Aggiungete delle erbe tritate come lavanda, rosmarino, basilico o lemon grass all'acqua bollente con zucchero e sale e lasciate in infusione fuori dal fuoco per 30 minuti. Passate al colino ribollite e poi aggiungete il cioccolato.

DSCF8351

E' vero che la morte sua è su un bel gelato alla vaniglia o alla crema o magari alla fragola, ma le mie taster di fiducia lo hanno gradito sul pane o semplicemente a cucchiaiate.... Vedete voi!

Buona giornata
Dani

35 commenti :

  1. Allora ditelo... voi mi volete morta stamattina!
    Non so più che fare, cioccolato dappertutto, sciroppi, pancakes, tartufini etc. etc.! Ma come faccio a continuare la giornata? Vorrei provare a farle tutte e subito queste vostre ricette :)
    Ciao care, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo stamattina? :-)
      per tutto il mese, ne avremo!!!
      e ti aspettiamo, per il Redone!

      Elimina
  2. Non ci crederete, ma questo libro ce l'ho anch'io (per ora ho fatto solo i tortini col cuore di basilico).
    E finalmente un'altra voce che protesta contro le traduzioni sciatte, è una cosa che proprio non sopporto. Ne avevo scritto anch'io nel mio blog a proposito di un libro sul pane nel quale, tanto per fare un esempio, il pane di qualche giorno viene chiamato "stantio".
    Ma come si fa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te lo dico io, come si fa. i libri di cucina si considerano di serie b. roba che tutti possono leggere, ergo tutti possono tradurre. D'altronde, se guardi le ultime infornate dell'editoria italica, non puoi che concordare con me: son mesi che entro in libreria, sfoglio libri di cucina per mezz'ora ed esco senza aver comprato nulla- e non certo perchè abbia già tutto. ricette non spiegate, dosi casuali, strafalcioni dela malora nei procedimenti- e foto da urlo. Ovvio che se questo è il concetto di "cucina" che vogliamo far apssare, l'unica traduzione che possiamo aspettarci sia quella di chi di cucina ne sa poco o niente...
      Perdonami, ma parlardi queste cose con me è come spremere un limone in un bicchiere di latte: inacidisco subito :-)

      Elimina
  3. Conosco bene le sue creazioni,dato che lavoravo ad un tiro di schioppo dal suo negozio di Soho e,a fine settimana,arrivata la paga,andavo a drogarmi di cioccolato.Young,e questo la dice lunga,era il capo pasticcere da Marco Pierre White.
    Mi stupisce l'inclusione del golden syrup in questa ricetta,dato che e' un ingrediente che i puristi non abbinerebbero al cioccolato.Ma sono ugualmente convinta che se assaggiassi lo sciroppo mi ricrederei in un baleno..
    Ciao,buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mi dici niente, Marco Pierre White!!!!!
      io ti adoro: quello che riesci a dirci tu, ogni volta, non ce lo dice nessuno!

      Elimina
  4. Che visione, Dani!!!
    Sulle traduzioni mi cogli sul vivo, e' il motivo per cui anche se disponibile un libro in italiano preferisco prenderlo sempre in lingua originale...ma e' tanto difficile da capire???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, vado a scrivere che la prefazione è mia :-)

      Elimina
    2. lo avevo già scritto io per evitare dubbi :-)) Io i libri ce li ho in lingua quasi tutti e devo dire che uno di Martha ce l'ho pure in francese!!! :-)))

      Elimina
  5. Il bagno...si ebbene si...potrei mettere in soffitta la solita vecchia classica doccia per farmici il bagno in una vasca stracolma di chocolate syrup senza nemmeno un boccaglio per respirare ma per annegarmici dentro! :P ahaahahahaha
    Le varianti che ho letto già mi hanno solleticato qualche idea...poi penso anche alla Mapi che per noi si è sacrificata nel ruolo di profeta-vestale e quindi non posso che renderle indirettamente omaggio dandomi da fare quanto prima. E poi se solo penso all'idea di una squeezy bottle da avere sempre in borsa in modo da potermi "sparare" un pò di cioccolato a piacimento direttamente sul fondo del palato...magari tagliato con dell'ottimo rhum...allora si che al delirio non c'è mai fine. Da questa parte dell'italica nazione...fumata bianca per il chocolate syrup...fumata nera per la fine che farò! :P ahahahahaah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la gaia mi ha detto la stessa cosa! "Posso portarla a scuola nella bottiglia?" lei però senza rhum :-)))))
      Un abbraccio Mario e un bacio a miss D

      Elimina
  6. "Paul A. Young è il dio del cioccolato- e la Mapi è il suo profeta..."

    e io vi amo per aver scelto questo libro!

    RispondiElimina
  7. Volevo affrontare il tema delle traduzioni nel prossimo post: avevo acquistato il libro in italiano (stupidamente) e ne ho pagato le conseguenze, tanto che ero stata tentata di prenderlo anche in inglese...

    Questi sciroppi sono da svenimento!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si!!!!! goduriosi oltre ogni dire!!!! Grazie dell'ispirazione Mapi :-)))

      Elimina
  8. Da quando c'è lo starbooks mi risparmio soldi. In media ho fatto negli anni al massimo due o tre ricette per ogni libro di cucina che ho. Ora mi basta seguire lo starbooks e sono a posto. Questa ricetta è già stata copiata ed incollata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)) Confesso che anche io ne faccio di solito poche per libro: ora sono costretta e mi piace da matti spulciare i libri dello starbook e leggere le realizzazioni di quei fenomeni delle nostre socie :-))) Questo sciroppo sul gelato è un delirio di goduria.....Ti abbraccio ragazza !

      Elimina
  9. Complimenti non solo per la scelta di questo libro; che interpretazione meravigliosa! La ricetta è uno spettacolo e io potrei leccare il monitor tanto sono deliziata!! Bravissima davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clara, sei gentilissima :-))))))

      Elimina
  10. ogni nuovo Starbooks e' un incanto, ma questo in particolare...yummy!

    RispondiElimina
  11. Anche se con parole diverse, ho scritto le tue stesse cose, in particolare che Lui, e la maiuscola se la merita tutta, è un genio. Io mi diverto anche solo ad immaginarli gli abbinamenti impossibili proposti dal genio....alcuni mi fanno venire la pelle d'oca eppure sono convinta che se li provassi, ne resterei sopraffatta.
    Altro mese di epifania con questo libro, da cui sto imparando davvero tantissimo. Oltre la solita cioccolata.
    PS ....il bicchiere in prima foto era programmato per una ricetta e naturalmente, visto che ormai le mie sinapsi si sono inestricabilmente intrecciate alle tue, verrà sostituito per evitare clonazioni :).....è normale?
    Bacio grandissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Normalissssssimo!!! ma dimmi, se non si sposa perfettamente con il colore del cioccolato :-) Grazie Cri! e un abbraccio a te!

      Elimina
  12. Ecco, quando ho fatto i tartufi per Mapi, ci sarà stato un problema di traduzione, perché la mia ganache, come ben ricordi non voleva saperne di solidificare...

    RispondiElimina
  13. certo che qui l'è tutt'un gòdere, si direbbe a firenze :-)

    anche questa cremina, ha senza dubbio un suo perché

    e io sto ancora aspettando che il marito si decida a portarmelo, accipicchiolina!

    RispondiElimina
  14. Ho questo libro e vi dico "brave!" E' un autore che stimo e ammiro per la creatività, la genialità e il coraggio che solo un grande conoscitore della materia può avere.

    RispondiElimina
  15. oh mamma!!! :) da ieri mi sono messa a dieta; insieme a una mia collega facciamo la stessa dieta e siccome sono competitiva, non posso arrendermi! :( :) (è un sorriso in su e uno in giù)!!!
    per le traduzioni hai perfettamente ragione. diciamo che trovare una traduzione ben fatta è impresa ardua in qualsiasi settore, e quello dei libri di cucina non fa eccezione.

    RispondiElimina
  16. Io farei come le tue figlie... la divorerei a cucchiaiate!!! La presenza delle erbe mi incuriosisce parecchio e quando sono così curiosa non resisto...!

    RispondiElimina
  17. abbinamenti favolosi resi perfettamente !!! mi spiace tantissimo di non essere tutte vicine perchè ,mai come per questo mese, vorrei che lo starbooks contemplasse anche l'assaggio di tuttte le nostre ricette! w i brufoli !!! baciii

    RispondiElimina
  18. non ho parole... una versione più bella dell'altra... le assaggerei tutte!!!
    grazie a te, cara dani, e buona guarigione :)

    RispondiElimina
  19. Meraviglioso... Io lo mangerei a cucchiaiate... Al gelato non arriverebbe! Che libro favoloso!!! Vado a leggere le altre starbookers... Buona giornata, Sarah

    RispondiElimina
  20. Ricetta goduriosa. Una domanda: se non trovo il Golden Syrup con cosa lo posso sostituire? Grazie e complimenti per le ricette. Maria Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è semplice il suggerimento: però penso che forse potresti provare con il miele di acacia.... Penso che sia il più indicato nella sostituzione. Aspetto commenti , se lo provi :-))

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...