OverBlog

martedì 9 marzo 2010

Raspberry Lemonade Bars

di Alessandra

English Version Below

raspberry bars

Lunedì, 8 marzo 2009- festa della donna
Mentre festeggio pulendo una montagna di peperoni, squilla il telefono
"Pronto"
"Pronto, parlo con la signora Alessandra XXX?"
" Sì, sono io"- primo errore. Ma ormai è tardi, per rispondere che la Padrona non c'è
"Sono Samantha e chiamo da una importante ditta di cosmetici svizzera. Posso farle qualche domanda?"
"E come no?- mi dica"
"Che tipo di pelle ha? Grassa, secca o mista?"
"Secca"
Silenzio
Sospiro
Tono da funerale
"capisco...."
altro sospiro
" Mi può dire quanti anni ha?"
"44"
Silenzio
Sospiro
Tono da funerale
"capisco..."
"lei lo sa, vero, signora, che alla sua età una pelle come la sua non ha più scampo? E' aggredita dall'invasione dei liposomi, che la riempiranno di rughe- sempre che non le abbia già- e di zampe di gallina- sempre che non le abbia già- e le si inflaccidirà la pelle del collo, sempre che.."
La interrompo e decido di passare al contrattacco
"No, guardi, non è il mio caso. Io mi curo benissimo. Crema mattino e sera e tre volte alla settimana dall'estetista" (che intanto è mia amica e di certo mi terrà bordone- posto che si ricordi di me)
" E quali cosmetici usa?" Ach, ho beccato l'osso duro. Le sparo a caso due o tre marche, ma non basta: pare che le uniche creme che possano arginare lo sfacelo a cui sto andando incontro siano quelle svizzere. Che io, ovviamente, non ho. Ho una collezione di cosmetici da Cleopatra in poi, ma di svizzeri nessuna traccia. Per cui, alla fine, mi arrendo. Lascio che sciorini tutta una pappardella sui principi attivi, il collagene, il retinolo e miracoli vari, dopodichè le dico gentilmente che non sono interessata e riattacco.
Abbasso gli occhi e mi vedo riflessa sul coperchio della padella: due occhiaie da paura, colorito verdino, rughe che si illudono di essere d'espressione, guance cadenti e tutto quanto fa sterminio da liposomi.
Se mi telefonano da Lourdes, giuro che compro tutto


RASPEBERRY LEMONADE BARS

raspberry bars


La foto si ispira vergognosamente a questa qui, mentre la ricetta è qui e, stranamente, l'ho seguita alla lettera. Non c'è nessuna difficolà, se non nel taglio: ma se mettete in freezer la torta e poi la tagliate da semi congelata, vi vengono delle bars abbastanza regolati, come quelle della foto.

Dosi per una teglia quadrata di 20 cm di lato

Per la base
125 g di burro
50 g di zucchero
100 g di farina
1 pizzico di sale

Montate il burro con lo zucchero e aggiungete poi la farina e il sale.
Imburrate la teglia e foderatela con carta da forno, lasciandola trasbordare ai lati.
Con le mani infarinate, rivestite il fondo con l'impasto ottenuto (sarà molto morbido: io ho lavorato con il palmo della mano, infarinandolo spesso) e fatelo cuocere a 180 gradi per 20/25 minuti. Appena è leggermente dorato, è pronto
Lasciatelo raffreddare completamente e, nel frattempo, preparate il ripieno

290 g di zucchero
3 albumi
1 uovo
150 ml di succo di limone (circa 2 limoni medi)
la scorza grattugiata di 2 limoni
65 g di farina
150 g di lamponi (io ne ho messi 200 e secondo me ci vogliono, altrimenti sa troppo di limone)

Mettere tutti gli ingredienti, tranne i lamponi, in una terrina e mescolare, in modo che non si formino grumi. Setacciare i lamponi, raccogliere polpa e succo e aggiungerli al composto (io ho setacciato direttamente nel composto- una stoviglia in meno da lavare). Mescolare bene e versare il tutto sulla base. Dopodichè, infornare a 180 gradi per 30-35 minuti (ho usato la modalità ventilata, con un foglio di stagnola sulla superficie per gli ultimi 5 minuti
Sfornare e lasciar raffreddare benissimo
A questo punto, vi dico cosa ho fatto io: ho lasciato raffreddare per tre ore, poi ho preso la teglia e l'ho messa nel freezer, così com'era- con carta da forno e dolce- e ce l'ho tenuta per un'oretta. Dopodichè, l'ho tirata fuori, ho sollevato la carta da forno e ho messo il dolce su un tagliere, sempre senza togliere la carta da forno. L'ho lasciato 5 minuti a temperatura ambiente e poi l'ho tagliato, così come vedete nella foto.
splverare con zucchero a velo, far scongelare del tutto e servire.
Buon Appetito
Alessandra

RASPEBERRY LEMONADE BARS

raspberry bars


English Version
photograph on the top has been inspired from here , while the recipe cames from sophistimon.com

raspberry lemonade bars

for the crust:
9 tablespoons unsalted butter (1 stick, plus one tablespoon)
1/4 cup (50g) superfine sugar (or regular granulated)
1 cup (100g) of unbleached all-purpose flour
pinch salt

for the filling:
1 1/2 cups (287g) superfine sugar (or regular granulated)
3 egg whites
1 egg
2/3 cup (150mL) freshly squeezed lemon juice (from 3 lemons)
2 tablespoons lemon zest (from 2 lemons)
2/3 cup (65g) unbleached, all-purpose flour
pinch of salt
1 cup (150g) of frozen raspberries, defrosted
1 tablespoon confectioner’s sugar


Preheat oven to 350 degrees.

Grease a 8x8'' square baking pan and line it with a strip of parchment paper (8×14″) that covers the bottom and overlaps on either side.

Whish butter and sugar with an electric mixer and when they are soft, add the flous, sifted, and salt. Mix again and with flour hands press dough into the bottom of the pan, so that it comes up about a 1/2 inch around the sides.

Bake for about 20- 25', or when it is gently brown

Let it cool and in the meanwhile prepare the filling

Whisk together all the ingredients, without lemon, and mix them well. Pour raspberries into a sieve and press through to extract all the pulp and juices. Whisk into lemon mixture and pour into crust. Bake for 30-35 minutes until filling is completely set. Let cool completely.

Before cutting the cake, put it in the freezer for about 1 hour: then, Pour raspberries into a sieve and press through to extract all the pulp and juices. Whisk into lemon mixture and pour into crust. Bake for 30-35 minutes until filling is completely set. Let cool completely.

Buon Appetito

Alessandra

38 commenti :

  1. abbiamo la stessa età! chissà se la venditrice di cosmetici se la prenderebbe male se le dicessi che in effetti di cosmetici ne uso meno del minimo indispensabile! :-D
    mah.... ciao alessandra, mi consolo con queste allegre barrette!

    RispondiElimina
  2. Senza parole sono bellissime... come del resto tutto quello che fai!!! passare di qui è sempre un piacere non solo per la gola ma anche per gli occhi!!! un bacio

    RispondiElimina
  3. Ehi, dov'è finita quella barretta che manca???:)))
    che delizia queste bars...da rifare! belle pure da vedersi!!!
    voglio pure la tua alzatina!!! troppo bella!

    RispondiElimina
  4. Pazzesco: ho appena ricevuto la tua stessa telefonata!

    Qual è il criterio di scelta di questo call center svizzero?

    Quarantenni appassionate di libri e cucina, legate alla Svizzera dall'amore per il cioccolato e dall'ignoranza sulla produzione di creme di bellezza, intente a pulire verdure fuori stagione (tu peperoni, io melanzane)?

    Davvero geniali!

    RispondiElimina
  5. Ciao! quanto detestiamo anche noi questi venditori telefonici!!
    molto belle e ricercate qeuste tortine...
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Bellissimo dolcetto, che mette allegria! Un inno alla primavera e ... alle papille gustative... Ciao cara ...

    RispondiElimina
  7. Spero che hai staccato la linea di quella telefonata subitissimo. Se fosse io, avrei corso a mangiare questa bellissima dolce.

    RispondiElimina
  8. Ale, ho capito bene? Hai riattaccato, ti sei vista riflessa in una padella, hai lasciato perdere i peperoni e hai sfornato queste delizie? Aspè, che ti chiamo....

    RispondiElimina
  9. Ahahahaah Ale, la prossima volta che ti chiama un'idiota simile, pregala da parte mia di imparare a riconoscere la differenza fra un liposoma ed un impoverimento delle strutture portanti del derma!
    E' pieno di creme "antirughe" ai liposomi, secondo 'sta tizia quindi se ti metti una crema ai liposomi ti trasformeresti in Elephant Man? :P
    E poi una diagnosi della pelle al telefono vale quanto la vendita di Totò della Fontana di Trevi, anche perché queste cose non sono quantificabili con età e tipo di pelle.
    Mia nonna ad ottant'anni non aveva rughe, e conosco ventenni rugose come elefanti.

    Ale, le tue raspberry bar sono fantastiche! E tu smettila di guardarti allo specchio dopo esserti fatta un mazzo così tutto il giorno, sfido chiunque ad apparire fresca in momenti simili (soprattutto se usi una padella come specchio! Lì pure Cenerentola sembrerebbe una cozza :-D)

    La prossima volta che ti chiamano mandali direttamente afffff :P

    RispondiElimina
  10. Che ridere col tuo racconto. Attenta che anch'io ti scrivo dalla Svizzera.... e non è che per caso avresti bisogno di.... Niente, scherzo....ma mi piace molto la tua ricetta e come te penso il succo di due limoni sia quasi troppo per un dolce relativamente "piccolo". Bacioni, Tina

    RispondiElimina
  11. :) :)
    Non ti possono aver telefonato mentre pulivi i peperoni... dai!!!!!!

    RispondiElimina
  12. queste barrette sono eccezionali!! complimenti!

    RispondiElimina
  13. @ Babs, secondo me te la troveresti dalla porta, armata di creme e pennelli, altro che scuse!!!

    @ Fabiana, grazie!

    @ Terry: la foto è clamorosamente copiata da un'altro sito: ho fatto due o tre sostituzioni (tipo il piatto nero, per esempio), ma mi è piaciuta troppo la parte mancante. Per l'alzatina, mettiti in coda perchè la vogliono tutto :-))))
    e ne ho pure due!!!

    RispondiElimina
  14. @ Virò, secondo me hanno un sensore sugli ortaggi. Appena trovano quella che piange sulle cipolle, le danno il colpo di grazia!!!

    @ Manuela e Silvia: a me tante volte dispiace, perchè comunque chi è dall'altro capo del telefono non è certo il padrone della fabbrica: anzi, a quanto so, i call centers popolano di ragazzi sotopagati, con orari infami e un lavoro che più frustrante non si può. Nello stesso tempo, io non compro a scatola chiusa, è più forte di me. Quindi, mi barcameno come posso, fra la buona educazione e il gentile rifiuto.

    @ Maurina, te la ricordi la stupendissima??? ecco, siamo lì...

    @ Marsettina: hai ragione, si presentano bene!

    RispondiElimina
  15. @ Linda, li ho mangiati. Con un sacco di sensi di colpa, pensando a come mi sarei ultriormente ridotta male, ma non ho resistito...

    @ Nana: ... and tasty, and flavoured, and amazing, and divine... and so fat... obviously..:-((

    @ Mapi: è la forza della disperazione, sai com'è... stile il canto del cigno ( qui è quello della bisontessa, ma ci siamo capite!)

    RispondiElimina
  16. @ Muscaria: la prossima volta che li chiamano, giro la linea sul tuo numero di telefono, altro che dannarmi l'anima con le risposte... "le passo la mia amica esperta - in affffff!!!!!! :-))))

    @ Tina: ni. Ossia, con i lamponi, può essere un po' tanto, con le fragole, per esempio no. E' il discorso dell'acido su acido (lamponi /limone). Conta, però, che c'è un sacco di zucchero, quindi il succo in quella quantità serve per stemperare il "troppo" dolce. Comunque, tu prova a ridurlo di un po' e poi vediamo
    ... i soliti svizzeri, tutti precisini..:-D :-D

    @ Alem: hai ragione. Di solito, mi telefonano quando stiro... :-)

    @Federica: provale, dài, che tu sei bravissima!
    ciao a tutti
    ale

    RispondiElimina
  17. Ale, ma allora che ti sei comprata dalla esperta in cosmetologia svizzera?..
    Ascolta,mentre riflettiamo sulla difficile situazione della pelle senza liposomi, retinolo e con i radicali liberi, mi mangio un dolcetto, se non oggi, quando??
    un bacio!

    RispondiElimina
  18. Sono deliziosi questi dolcetti!
    Appena smette di nevicare andrò comprare i lamponi!
    Anch'io ho 44 anni..le creme ? Ho smesso di comprarle, ormai uso una sola da anni e va bene cosi.Secondo me servono poco.
    Mia madre che usava creme del supermercato ungherese a 67 anni ha la pelle del viso di una quarantenne... averle o non averle le rughe dipende dalla fortuna e basta!!

    RispondiElimina
  19. Giramele 'ste telefonate che io mi diverto :-P

    PS: mi aggiungo anche io fra le adoratrici della tua alzatina.
    E ti vanti pure di averne due: vergogna!!!!!!!!!!!!!!

    (mi vanterei anche io al tuo posto, ma che rimanga fra noi e l'intera blogsfera :P)

    RispondiElimina
  20. @ Giulia, sono tutti per te!! buon compleanno anche da qui!

    @ Aniko, guarda: io in teoria le creme le userei. Di fatti, le compro. Poi, nella pratica, le lascio lì. Salvo poi darmele tutt ein una volta sola, quando mi sveglio male e il solo guardarmi mi deprime... Comunque, convengo: la crema aiuta, ma se non sei predisposta, col cavolo ( e con questo, ho anche una bella giustificazione pronta, alla prossima teelfonata!!!)

    @ tesoro mio, se invece di andartene in giro per il mondo di continuo, te ne dovessi star chiusa in un ufficio proprio sopra il negozietto che vende 'sta roba, ecco lì che le avresti anche tu, le due alzatine. E comunque: se te ne dò una, tu vieni a lavorare da me dal lunedì al mercoledì e io "passo da te"????
    :-)))))

    ciao
    ale

    RispondiElimina
  21. These are too cute! I'm pretty sure the photo is even nicer than mine. Glad you enjoyed them!

    RispondiElimina
  22. e rimasi a bocca aperta :-O meraviglia !

    RispondiElimina
  23. @ Xiaolu: I really enjoied reading your blog the past few days and liked it very much- and the photoes as well. Happy blogging :-)
    I'm sure we'll be friends!
    Thank you so much

    @ ma ci rimango io, a bocca a perta, lisa! ma che bell'avatar!!!
    buona serata
    ale

    RispondiElimina
  24. Immagino che tentazione continua con un negozietto simile a portata di mano!!!!
    Ci sto, però posso fare impazzire quelli dell'ufficio? E posso mandarli affff? :P

    RispondiElimina
  25. Nell'ultimo caso, non si accorgerebbero neppure della sostituzione, guarda..:-)

    RispondiElimina
  26. grassi? Si Grazie! Qui fa freddo e la pelle secca bisogna nutrirla...
    dai una sbirciatina qui: www.beautypedia.com
    non ci sono le creme svizzere ma tutte le altre

    RispondiElimina
  27. silvia, mi fai morire. La prossima volta che mi telefona, le giro il tuo numero, oltre a quello di muscaria :-))
    però, ora dobbiamo scrivere a biutipidia, per lamentarci dell'imperdonabile omissione..

    RispondiElimina
  28. A proposito di Lourdes, potremmo sempre organizzare un bel viaggio di gruppo, magari portandci le tue meravigliose barrette da sgranocchiare durante il viaggio.Alla prossima,Roby

    RispondiElimina
  29. Oooh, your bars look so delectable! Absolutely beautiful!

    ~Kurious Kitteh

    RispondiElimina
  30. Giusto, l'alzatina.
    L'avevo già notata in altre tue presentazioni (forse era anche in quella della Stupendissima?).

    Non reclamo una delle tue, ma se mi dici dove l'hai presa... ;-)

    P.S.: la parola da inserire per poter pubblicare questo post era "donali". Se lo dice pure il blog...

    RispondiElimina
  31. Alla fine quando è stato detto proprio tutto del post, della ricetta, commentato anche l'angolo più oscuro di questa pagina web...arriva il rompiball...e chiede se la "e" congiunzione non volesse essere una "o" per indicare l'alternativa nella frase "Imburrate la teglia e foderatela con carta da forno". Capisco che potrei anche arrivrci da solo...ma visto che mi appiglio a qualsiasi cosa per giustificare i miei fallimenti in cucina non vorrei poi un giorno avere un jolly da giocare casomai tentassi di preparare questi piccoli capolavori! :)))

    RispondiElimina
  32. @ Roby, a proposito di Lourdes... ieri su FB mi appare un messaggio della creatura in cui sproloquiava non so che cosa e concludeva dicendo: neanche se andassi a LOURD. Il marito, benevolo, ha detto che comunque poteva andare peggio e che si vede che i tre anni di francese alle medie non sono andati sprecati...

    @ Kurious Kitteh: your blog- and your recipes- are absolutely beautifull, really. Thank's a lot, indeed

    @ Mapi: yessss. Anche quella della robuscion, mi sa... d'altronde, quando i connubii funzionano, non si possono mica sciogliere, no? Un po' tipo la mutanda e il calzino di Ralf Lorànt

    @ Mario: ....... tutto, ci tocca spiegare.... il burro E la carta da forno. Così aderisce bene e non fa grinze. Ora non hai più nè scuse nè jolly, tiè tiè :-))))

    ciao
    ale

    RispondiElimina
  33. Comincio a cospargere il capo di cenere allora!! ehehehehe :D

    RispondiElimina
  34. in ritardissimo, ma GRAZIE! erano squisiti.... cercherò di riprodurli. quanto alle telefonate moleste: quando sono a casa (ultimamente di rado...) io rispondo solamente ai numeri di telefono che conosco. Anche in ufficio arrivano telefonate di venditori vari: l'ultima volta ho risposto davvero "sono la donna delle pulizie, qui non c'è più nessuno". Funziona, e si scusano pure!
    Paola

    RispondiElimina
  35. Recipe is very interesting and I am going to bake it soon, but there is something wrong with the translation (instead 'lemon' there should be 'raspberries': 'Whisk together all the ingredients, without raspberries') and there is repetition instead of instruction how to cut the cake. I've worked it out with Google translator, but it will be handy for others to correct itd. Thanks for inspiration!

    RispondiElimina
  36. hihi davvero bello il tuo racconto!
    Simpaticissima, io mi sn aggiunta ai tuoi sostenitori, ti invito a visitare il mio blog, se ti piacciono le mie ricettine puoi unirti anche tu! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...