OverBlog

mercoledì 1 dicembre 2010

Confettura di Cachi e Arance per la (St)Renna che non c'è

marmellata di cachi e arance


Oggi è mercoledì e secondo il rigido calendario delle (St)Renne- l'unico che conta, per noi, da qualche settimana a questa parte- sarebbe stato il giorno di Stefania. Che però, da lunedì, è in ospedale, a vegliare su Daniele, il suo bambino più piccolo, che si è rotto una gamba. Era in moto col papà, sono scivolati su una macchia d'olio e nel bilancio dei danni, tibia e perone sono quelle che ci hanno rimesso di più. Fra le mille preoccupazioni del momento, Stefania ha aggiunto anche quella della ricetta del giorno: per ovvie ragioni di decenza, non vi dico cosa le ho risposto in proposito, ma siccome la tipa è un osso duro, ha comunque lasciato la foto del suo liquore alla rosa- che non si dica che è una (St)Renna che molla alla prima salita. Però, siccome questa è una salita grossa ed è anche per questo che le (St)Renne sono in cinque, a tirare la slitta, abbiamo pensato di postare una ricettina ciascuno, dedicandola a lei e a Daniele, che è un bambino coraggioso, per il quale facciamo tutti il tifo: noi e tutti gli amici che passano da qui, Babbo Natale compreso.

CONFETTURA DI CACHI E ARANCE

marmellata di cachi e arance


1 kg di cachi non troppo maturi
9 ho di arance di arance pulite (partite da circa 1 kg e mezzo)
1 kg di zucchero
1 bicchiere di Cointreau

Lavare e bucherellare con un ago la buccia delle arance e metterle a bagno in acqua fredda. Dovete tenercele per tre giorni, cambando l'acqua due volte al giorno almeno.
Trascorsi tre giorni, sbucciare le arance, togliere la pellicola, pesarne 900 gr e tagliarle a pezzetti, raccogliendone il sugo.
Unire lo zucchero e cuocerle a fiamma bassa, mescolando spesso
Nel frattempo, pulire i cachi togliendo perfettamente la buccia: raccogliere la polpa ed unirla alle arance.
Mescolare bene e cuocere a fiamma bassa per un'ora, lasciando sobbollire continuamente. Se dovesse essere troppo liquida, lasciare addensare ancora un po'.
Dopo un'ora, aggiungere il liquore, mescolare e spegnere.
Passare il composto al passaverdura (foro medio) e invasare a caldo.
Può essere utilizzata per accompagnare carni lesse come l'oca, gli arrosti di maiale, oppure usata come normale marmellata
A dopo, per i Premi dell'Emmetichallenge

12 commenti :

  1. Vado a dare un bacio a stefania..ci son passata dalla frattura di tibia, a 10anni...d'una scocciatura immensa e all'inizio anche il dolore non e'poco purtroppo

    RispondiElimina
  2. Un caro abbraccio alla carissima Stefania.
    Mi dispiace solo non abitare più vicino a lei, per poterle essere vicina più concretamente.

    RispondiElimina
  3. povero piccolino, vado subito da stefania a lasciarle un messaggio. grazie

    RispondiElimina
  4. piccolino..mi spiace!!!
    coloratissima la tua ricetta di oggi :)

    RispondiElimina
  5. Certamente mi unisco agli auguri , baci

    RispondiElimina
  6. Oh no povero piccolo!!!
    Mi dispiace molto, un abbraccio a Stefania!
    Ale questa confettura è da favola!!!Adoro abbinare le arance ai formaggi, alle carni.. a tutto direi!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  7. NUUUUUU, un abbracio Stenania e un bacino al piccolo Daniele.
    La marmellatina è in pieno clima (ST)Rennoso...brava come sempre!
    Buon primo dicembre!:D

    RispondiElimina
  8. MA quanto sono belle le strenne di BAbbo NAtale...soprattutto se ci sta la solidarietà...un bacio a Stefania, Danielino e tutta la squadra delle (st)renne!!!

    RispondiElimina
  9. Tanti cari Auguri a Daniele, alla sua mamma e al suo papa'.
    I bambini sono delicati e fragili ma solo per noi, loro sono forti e stoici.
    Passera' anche questa, sono esperienze che segnano particolarmente noi, loro se ne dimenticheranno!!
    Coraggio Vi sono vicina!
    diana

    RispondiElimina
  10. Un abbraccio grande al piccolo Daniele e alla sua mamma. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  11. Dire che questa confettura è fantastica mi sembra quasi fuori luogo, considerando i problemi di Stefania, ma spero che le nostre confetture le abbiano addolcito un po' la giornata ;-)
    Baci ed un abbraccio forte a Stefania
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  12. visto che i problemi di stefania sono risolti, lo dico io.
    questa confettura l'ho fatta, con piccole varianti: no cointreau, meno zucchero, mezzo zucchero semolato e mezzo zucchero di canna, ed è venuta fantastica.
    purtroppo erano solo quattro vasetti.
    è buonissima con il pane, ma è squisita anche con i formaggi (alla faccia di dissapore)

    complimenti alessandra, le tue ricette sono sempre una garanzia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...