OverBlog

lunedì 28 gennaio 2013

Cannelloni alla bechamelle e le ragazze vincenti (e non solo)

Di Daniela

In uno sport che qui in Italia, calcio a parte, non è seguito né supportato a sufficienza (come capita alla cultura d'altronde), con atleti che spesso si lamentano di doversi pagare molti di quegli aiuti che nelle altre squadre nazionali sono offerti, che devono ricorrere spesso alle forze dell'ordine e all'esercito per avere qualche possibilità di  allenarsi liberamente,  alcuni nostri rappresentanti si sono presi e ci hanno regalato in questi ultimi tempi, belle soddisfazioni, dimostrando la tenacia e la grande capacità e il talento di cui sono dotati al di là di tutte le difficoltà in cui si dibattono per la scarsità degli impianti, per la difficoltà del trovare sponsor o aiuti vari che sappiano portarli in quel Gotha internazionale che spesso le loro capacità meriterebbero.
Questa volta sono state, come spesso accade, le signore in rosa a prendersi un bel po' di rivincite su tutti questi problemi.
Cominciamo dalla più elegante: Carolina Kostner, bella e sorridente come sempre, ha vinto per la quinta volta il titolo Europeo di pattinaggio su ghiaccio di figura femminile sabato sera a Zagabria




Nel tennis le nostre due grandissime atlete del doppio femminile Sara Errani e Roberta Vinci, n.1 del ranking mondiale, hanno dominato venerdì scorso, dopo aver eliminato ai quarti di finale le due mitiche Williams, la finale degli Australian Open.


foto da qui
Per la prima volta in questa stagione un'azzurra, Daniela Merighetti è riuscita a salire sul podio arrivando II, per soli 7 centesimi , nella discesa libera di St.Anton a gennaio..


e Federica Brignone, ancora seconda nel Gigante di Lienz.....sperando sempre che presto si manifesti un'altra Deborah fra noi.....:-)))

foto da qui

Però devo dire che c'è stata anche una vittoria maschile più che clamorosa nello sci mondiale in questo ultimo week end. Dopo 15 anni di attesa, dall'exploit del simpaticissimo supercampione ampezzano Kristian Ghedina, il giovane e talentuoso (ha già vinto diverse gare) Dominik Paris ha folgorato tutti sulla mitica e classicia Streif, la DISCESA LIBERA per eccellenza, il sogno di ogni velocista : chiunque vorrebbe il suo nome su una delle cabine della funivia che dal paese porta in cima alla Streif!!!

Tornando alle signore però, vi presento oggi la ricetta di un'altra grande fuoriclasse, questa volta della cucina italiana: la sig.ra Ada Boni con i suoi


Cannelloni alla bechamelle
dal Talismano della felicità di A. Boni

cannelloni 

Ingredienti per 6 / 8 persone
Per la pasta
400 gr di farina
4 uova
sale
Per i cannelloni
400 gr di manzo
50 gr di prosciutto crudo
40 gr di burro
1 foglia piccola di alloro
un cucchiaio di farina
1 uovo
300 gr di pomodori pelati
1 pugno di mollica di pane
50 gr di parmigiano grattugiato
latte
noce moscata
per la bechamelle
50 gr di burro
1/2 litro di latte
50 gr di farina
sale pepe
per gratinare
parmigiano e qualche fiocchetto di burro


cannelloni di a boni 1

Con la farina e le uova preparate una pasta all'uovo che dovrà essere ben lavorata e tenuta piuttosto dura. Col mattarello stendetela sul tavolo infarinato in sfoglie sottili e ricavatene tanti rettangoli, di circa 10 per 8 cm. 
Lessate i rettangoli in abbondante acqua salata in ebollizione, pochi alla volta, scolateli e passateli in un recipiente largo ed ampio contenente acqua fredda. Stendete sulla tavola da cucina una tovaglia poi, prendendoli uno per volta, allineate i rettangoli senza sovrapporli in modo che possano asciugarsi.
Preparate ora il ripieno. 
In 40 gr di burro rosolate la cipolla tritata con il prosciutto, unite l'alloro, poi la carne in pezzi e quando questa sarà insaporita mescolateci la farina e i pomodori pelati. Condite con sale e pepe e noce moscata e lasciate cuocere lentamente per 3/4 d'ora. Passate il ripieno al tritatutto (tranne l'alloro), unitela mollica di pane bagnata nel latte e ben strizzata, l'uovo e il parmigiano grattato: infine lavorate il ripieno in modo da ottenere un impasto omogeneo.
A questo punto sui rettangoli di pasta mettete un po' del composto preparato e arrotolate i rettangoli su se stessi per avere dei cannelloni.


cannelloni

Con il burro la farina e il latte preparate una salsa bechamelle secondo la ricetta classica: fondete il burro in una piccola casseruola e quando è fuso aggiungete tutta insieme la farina setacciata, facendola cuocere adagio per qualche minuto, mescolandola continuamente per evitare che prenda colore. Levate la casseruola dal fuoco e e aggiungete il latte caldo mescolando con un cucchiaio di legno finché la salsa non raggiunge l'ebollizione. A questo punto mettete il coperchio alla casseruola, abbassate il fuoco girando di tanto e in tanto e lasciate cuocere per 10/15 minuti, fino a quando non avrà raggiunto la densità che desiderate. 
Imburrate una teglia abbondantemente, disponeteci i cannelloni, ricopriteli con a bechamelle,  poi con il parmigiano e qualche fiocchetto di burro.
Passate la teglia in forno caldo per circa 15 minuti , fate gratinare serviteli caldi.


cannelloni 3 

Qualche consiglio ora:
Innanzitutto con le stesse proporzioni di carne e pomodoro, potreste preparare un ragù, cuocendo la carne già tritata invece di tritarla dopo: come vi viene più comodo.
La pasta potrete prepararla voi, seguendo la ricetta tradizionale come indicato da Ada Boni o, se preferite, utilizzare la pasta già pronta, molto pratica e veloce: come preferite :-): ma se usate la pasta già pronta tenete leggermente più morbida la bechamelle.
Ho aggiunto al ripieno in ogni cannellone un cucchiaio di bechamelle, per renderlo più morbido.
Buona giornata a tutti
Dani




22 commenti :

  1. Una splendida carrellata di successi.
    Fino al piatto da applausi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefi, riesci sempre a dire le parole giuste !!! :-)))))

      Elimina
  2. I cannelloni ovviamente sono meravigliosi... ma il post sportivo è superlativo. Grazie per averci ricordato questi campioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meritano proprio un applauso in più , vero?
      Buon giornata Giulia :-)

      Elimina
  3. E tra le ragazze vincenti metterei anche voi!!! ;)

    Alla Ada Boni un monumento , a te la lode!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Loredana, che splendido complimento! Grazie mille! :-)

      Elimina
  4. Ahahahahahahahah! È proprio vero! Dei nostri atleti "non calciatori" non parla mai nessuno - a parte rai sport 1 o 2 - e, se vincono qualcosa di davvero importante, possono al massimo aggiudicarsi un trafiletto in qualche telegiornale - quella si che una vera vittoria! Ahaha! Scherzi a parte, anzi no, questi cannelloni devono essere superbi, mi annoto la ricetta, ma per cucinarli aspetterò un po' - non troppo perché d'estate al mare non deve essere proprio il più digeribile e leggero di piatti - perché (praticamente) non ho fatto altro in questi giorni :) buona giornata a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho saputo!!!! però sono stati molto apprezzati, a quanto mi dicono :-))))
      Buona giornata ragazza

      Elimina
  5. Un piatto casalingo fantastico per premiare le donne di casa Italia...grandissime sportive e vincenti!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: avete proprio colto lo spirito! Grazie ragazze :-)

      Elimina
  6. Che brave queste ragazze! Meriterebbero ben altri riconoscimenti rispetto a pochi attimi di notorietà che vengon loro dati.
    E che buoni e belli questi cannelloni della mitica Ada Boni. Forse te l'ho già detto, ho un rapporto un po' strano con il Talismano della felicità, ne ho a casa un'edizione vecchissima che sfoglio e risfoglio spesso, ma di piatti preparati seguendo le sue ricette penso di non averne mai fatti. E allora mi godo quelle che prepari tu ogni tanto, sempre perfettamente riuscite :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa... sai che è stato il mio primo libro di cucina e , pur essendo praticamente senza foto per guidare chi cucina, mi sono sempre venute tutte alla prima.... no, non è vero.... la prima volta che ho fatto la pasta sfoglia ho combinato un disastro!!!!!Però è stata l'unica volta.... quindi la Ada è davvero un mito, se è riuscita a far cucinare una 20enne inesperta !!! :-)))))))
      Un abbraccione, Mari e buona serata!

      Elimina
  7. che buoni, grazie per averli postati, per un attimo ho goduto almeno con gli occhi visto che in casa mia è un pò di tempo che non vogliono la pasta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acci! senza pasta certo ti tolgono una bella possibilità di "sfamarli"! Spero passi presto :-))))))

      Elimina
  8. Eccola lì, Alda Boni, il Talismano e ... la mia nonna.
    Quelli che erano spesso il piatto forte dei pranzi di *gala*, con quel ripieno che si faceva abbracciare dalla pasta.
    Io, quando faccio il ragout, tendo a farlo a pezzi e tritarlo dopo. Confesso di usare spesso il tritatutto ma la mezzaluna è meglio e, se ho tempo, la preferisco.
    Buonanotte e... che fame!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nora è vero... anche per me il talismano è mia suocera e la sua cucina ricca ! E ogni tanto indulgere a piatti "da domenica" e al tempo necessario per prepararli mi ritempra lo spirito, confesso!
      Anche io sono una mezzaluna dipendente, al di là di tutti i "trabiccoli" che ho !

      Elimina
  9. Paola e Marina (Ricette Reali) Condivido tutto a proposito dello strapotere del calcio e sottolineo anche il marcio che gli gravita intorno, quando ci sono degli sport che faticano a farsi conoscere e a sopravvivere e magari li vediamo appena durante le Olimpiadi. I cannelloni sono spettacolari, mi hai fatto venire voglia di prepararli, potrebbe essere un' idea regalo per S. Valentino. Penso che mio marito gradirebbe molto! Grazie ciao Paola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola e grazie di essere intervenuta: io sono una di quelle strane che alle olimpiadi ama seguire praticamente tutto.... specialmente gli "sport minori". Queste ragazze e Paris emozionandoci ci hanno fatto un bel regalo davvero!
      A proposito di regali, spero che tuo marito apprezzi :-))))

      Elimina
  10. Quale ricetta migliore per festeggiare le vittorie tutte al femminile? Bravissima tu e bravissime loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna il paragone mi onora, specialmente perchè immeritato! Ma sono d'accordo con te : un iatto ricco per vittorie da sogno!

      Elimina
  11. Dall'inizio alla fine del post una serie di successi. Passare da queste parti è sempre interessante ..e non solo per le ricette :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, mi fa un enorme piacere !

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...