OverBlog

giovedì 20 maggio 2010

Torta Mousse ai Tre Cioccolati- and the Creatura's List


di Alessandra

torta mousse


Sabato prossimo, a casa nostra, la creatura festeggia il suo quindicesimo compleanno.
Il che, tradotto in termini organizzativi, significa che fra grosso modo una sessantina di ore, io avrò la casa piena di adolescenti inquieti, con annessi e connessi su cui preferisco non soffermarmi. Almeno per ora.

Al momento, infatti, la principale fonte della mia inquietudine è il numero dei partecipanti. Perchè, a grosso modo una sessantina di ore dall'inizio dell'Evento, la lista degli invitati suona grosso modo così:

1. la IV A, quasi tutta
2. la V D , non tutta
3. qualcuno della III L
4. e poi tutti gli altri.

Va da sè che le abbia provate tutte, ma invano. Alle ore 7.30 del 20 maggio, l'unico successo degno di questo nome è che avrò una lista nominale. Quando, non è dato saperlo, ma l'avrò. E comunque, sia chiaro, le mie sono preoccupazioni inutili, in confronto alle sue, visto che al già greve carico del "sono brutta- sono triste-sono troppo magra-sono troppo grassa" si è aggiunto il turbamento più atroce di tutti: e cioè il terrore che sua madre voglia rovinarle la festa, ostinandosi a cucinare, anzichè comprando patatine, popcorn e salatini, "come fanno tutti".
Pare che una festa dei 15 anni con un buffet preparato dalla mamma sia in cima alla hit delle Cause del Pubblico Ludibrio. E questo anche se la metà degli invitati gozzoviglia beatamente da anni nella mia cucina e se almeno un terzo degli stessi ha goduto di teglie di muffins al triplo cioccolato infornati alle 4 del mattino o di colazioni che "finchè non ho fatto fuori l'ultima briciola di 'sta torta, col cavolo che dici a mia madre di venirmi a prendere".
Però, per la festa, non va bene.
E quindi, son qui che sto lambiccandomi il cervello con una lista della spesa che neanche festeggiassimo la Barbie e le sue amiche, da tanto alta è la percentuale di plastica, scervellandomi su cosa comprare che non sia per lei fonte di assoluta vergogna (i cipster, per esempio: ai miei tempi erano da orgasmo multiplo, ma adesso????) e, soprattutto, organizzando la spesa tre quartieri più in là, nel timore di essere riconosciuta.
Una concessione, però, mi è stata fatta. Perchè, a discapito delle mode e del gruppo e di tutto quanto fa "famolo uguale", c'è una mia creazione culinaria che oltrepassa i confini di casa nostra, abbatte le barriere del pregiudizio, travolge l'in and out, riconcilia lo yin e lo yan, mette d'accordo tutti, insomma. I miei insuperabili, incomparabili, ineguagliabili salatini ai wursteln. "quelli lì, falli, mamma, che ti riescono bene..."


(La torta che vedete qui sotto è stata quella con cui si sono festeggiati i 15 anni della creatura in famiglia. Che, ovviamente, mi è stata imposta dalla figlia che, altrettanto ovviamente, l'ha benedetta con una ditata ancor prima che la si tagliasse (foto sopra). E ha preteso che non si facessero foto al dolce, "almeno il giorno del mio compleanno!" E guai, dico guai, ad offrirne una fetta a qualcuno, senza il suo benestare. Però, evidentemente, le feste con i genitori sono vintage- e quindi, ci sta di essere al settimo cielo quando si sfasciano i regali, di ridere tutto il santo giorno perchè si hanno quindici anni e, soprattutto, di farsi fuori un'intera torta ai tre cioccolati, incuranti dei brufoli e di quello che diranno a scuola. Sabato torneremo trendy, con pop corn, patatine e languore, nello stomaco e sul viso. Ma per un giorno, ce la siamo goduta...)



torta mousse

per il biscuit
(ricetta della base del fraisier)


4 uova non separate
120 g di farina
140 g di zucchero
40 g di burro fuso


Accendete il forno a 220 gradi (210 se in modalità ventilata)
In una bastardella mettete le uova e lo zucchero e, con le fruste elettriche, inizate a montare. Dopo circa cinque minuti, proseguite l'operazione a bagno maria, fino a quando le uova non triplicano di volume e diventano bianche e spumose. Togliete dal fuoco e aggiungete la farina, incorporandola con una spatola. In ultimo, il burro fuso tiepido.
Prendete una teglia da biscotti e rivestitela con un foglio di carta da forno.
Versate il composto per il biscuit sulla teglia e, con l'aiuto di una spatola, lavorando delicatamente perchè non si smonti, stendetelo per tutto il perimetro della teglia.
Infornate per 4 minuti
Appena sfornato. copritelo con un canovaccio pulito e rovesciatelo sul piano di lavoro, in modo che la parte coperta dalla carta da forno resti sopra. Togliete delicatamente la carta da forno, eventualmente bagnandola con una spugnetta umida per staccarla meglio

Prendete il piatto da portata e ricopritelo con un foglio di carta da forno, in modo che sbordi di circa 5 cm da due lati opposti. Tagiate a metà questo foglio e disponetelo di nuovo sul piatto da portata, leggermente sovrapposto. Questo trucco serve per evitare di sporcare il piatto.
Con un anello da pasticceria, ritagliate un cerchio della misura esatta del diametro dell'anello, a seconda di quanto volete che il dolce sia grande. Per le dosi della mousse, siamo intorno ai 24 cm

per la mousse al cioccolato fondente

1o0 g di buon cioccolato fondente
3 cucchiai di zucchero
2 chiare d'uovo
1 foglio di colla di pesce
250 ml di panna

per la mousse al cioccolato al latte
140 g di cioccolato al latte
2 chiare d'uovo
1 foglio di colla di pesce
250 ml di panna

per la mousse al cioccolato bianco
140 g di cioccolato bianco
25 g di burro
2 chiare d'uovo
250 ml di panna

per la mousse al cioccolato, seguite il procedimento, come descritto qui
per la mousse al cioccolato al latte, fate fondere il cioccolato a bagno maria e fatelo raffreddare mescolando bene con una spatola: deve rimanere fluido.
Fate sciogliere la colla di pesce in pochissima panna liquida, scaldata sul fornello e aggiungetela al cioccolato, sempre mescolando. Quando è bene amalgamata, aggiungete la panna montata e, alla fine, gli albumi montati a neve

per la mousse al cioccolato bianco:
fate fondere il cioccolato bianco a bagnomaria, con una noce di burro.
Perchè? Non lo so. Però, ho notato che, se aggiungo un po' di burro, il cioccolato bianco sciolto non mi si divide mai, cosa che invece ogni tanto capita se non lo metto. Le difficoltà della lavorazione di questo tipo di cioccolato dipendono dalla maggior percentuale di burro di cacao, per cui non è semplicissimo da sciogliere, temperare etc etc. Da quando metto il burro, però, mi sono semplificata la vita.
Procedere come per la mousse al cioccolato al latte

Assemblaggio del dolce:
Ritagliare un cerchio dal biscuit delle stesse dimensioni dell'anello da pasticcere e posizionatelo sul piatto da portata, meglio se con della carta da forno sotto (v. sopra). Riposizionare l'anello sul biscuit, in modo da non lasciare spasi vuoti sul fondo. Stendere il primo strato di mousse al cioccolato fondente e mettere in frigo per un'ora.
Dopo un'ora, aggiungere la mousse al cioccolato al latte e poi far riposare in frigo.
dopo un'altra ora, aggiungere la mousse al cioccolato bianco e lasciare in frigo per almeno tre ore.
Per servire, togliere l'anello e decorare la superficie a piacere

La torta della foto ha due soli strati e le decorazioni fatte con la mousse al cioccolato al latte, per il semplice motivo che mi mancava il tempo materiale per soddisfare in pieno alla richiesta della festeggiata. Il core de mamma ha ceduto di fronte al diktat della ricetta, che vuole i tre cioccolati uno in cima all'altro.
Per quanto riguarda la tempistica, il riposo in frigo è fondamentale; nei tempi di riposo, si prepara la mousse successiva che si versa semplicemente sopra l'altra. Ricordatevi di livellare subito la superficie, perchè dopo è troppo tardi.

Non è il caso di bagnare il biscuit, perchè la mousse è molto umida. Se proprio dovete, usate uno sciroppo al rum oppure al cointreau.
Classicissima porca figura, of course...
Buon Appetito
Alessandra

39 commenti :

  1. Ale, quando vado all'Eurospin e vedo uno o due carrelli, pieni di porcherie con intorno 4 o 5 creature, vuol dire che è il compleanno di qualcuno e loro si fanno la spesa. Non ti dico quanto mi diverto, nel sentirli e vederli!!Per me è una gioia ed ogni tanto chiedo:di chi è il compleanno? Mio! Risponde una tracagnotta tutta frufoli e cicciottella. Bene, bevete questa CocaCola alla mia salute e che Dio vi benedica! Grazie, grazie, signora, tutti in coro. E su qualcuno appare un leggero rossore sul volto.....!!!! Che bellezza, io non ho mai festeggiato i miei compleanni, fino a quando non mi sono fidanzata con Guido e li festeggiavo con lui. Avevo giusto 15 anni. Lasciali liberi!!!Deny

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che ridere... anzi mica tanto se penso che tra non molto ci sarò dentro anch'io, anzi al "sono brutta, triste e sfigata" già ci siamo... e guai a portare a scuola un muffin fatto da me, anche se poi quando torna a casa ci si strafoga!
    La tua torta, invece, me la sto mangiando con gli occhi, assolutamente da provare!
    Elena

    RispondiElimina
  3. Bello passare di qua e leggere di momenti di vita quotidiana,sono mamma anche io e la mia bimba ha 10 anni,mi viene da pensare che appena tra qualche anno,vivrò le stesse situazioni,già adesso ho amichette che girano per casa e mi chiedono le pizzette!Ciao e auguri alla ragazza!!PS mi piacciono tanto i post che mi dimentico sempre di complimentarmi per quello che prepari eppure questa torta è da delirio!!Buona giornata!!

    RispondiElimina
  4. ricetta e torta perfette, che meraviglia!
    Auguri di cuore alla fanciulla per i suoi spensierati, freschi, irripetibili quindici anni!

    eugenia

    RispondiElimina
  5. che posso dire sono estatsiata davanti a questa meraviglia di golosita!!!sublime davvero e buon compleanno!!bacioni imma

    RispondiElimina
  6. Wow che bella , meravigliosa !

    RispondiElimina
  7. massììì, lasciali liberi! tanto non vengono mica per mangiare, no?? hanno tutt'altro in testa (ahia... parla la mamma di un'altra quindicenne) e patatine&coca&co. vanno più che bene per una festa.
    divertitevi!
    cristina b. - milano

    RispondiElimina
  8. Cara Alessandra, hai azzeccato il nocciolo della questione in modo puntuale ! Mi hai fatto ricordare quanto mi raccontava anni fa un'amica, ottima cuoca (napoletana), riguardo al fatto che alla fine dell'anno scolastico la figlia invitava la classe a una festa in casa (hanno un po' di giardino)e io a dire: "Chissà che buone cose preparerai" e a pensare: che fortunata ragazza, la bravura della sua mamma le farà fare un figurone ! Invece l'amica mi diceva: "Sai, per la prima festa ho preparato tanti piatti sfiziosi ,ma i ragazzi si sono buttati sulle patatine e le pizzette, quindi ho imparato come funziona e le volte successive mi sono regolata di conseguenza" e a me sembrava piuttosto incomprensibile... Evidentemente devono passare ancora un paio di annetti per una maturazione su tutti i piani....
    Maria Chiara

    RispondiElimina
  9. Io invece avevo sempre la fila di amici che si autoinvitava a casa mia per mangiare e cenare con i piatti di mia mamma. Tanto che lei mi chiedeva "quanti siete oggi?" :)
    E le feste erano un tripudio di dolci che poi tutti si portavano anche a casa.
    Vanno bene i preparativi, ma poi mi racconti anche della festa???
    curiosità di mamma terrorizzata!! ::)
    la torta è spettacolare!!! (ho anche appena comprato il cerchio, ma forse è troppo basso??! bah)

    RispondiElimina
  10. Se le fai fare brutta figura con bicchierini di mousse di ogni genere, non potrà più andare a scuola quindi adeguati... Consiglio tonnellate di schiacciata con un prosciutto e l'affettatrice sul tavolo. Hamburger e patatine fritte (quelle surgelate). Se puoi hai voglia di fare il 22 luglio io faccio i 50 anni quindi vedi tu. Se vuoi la lista degli invitati te la mando il 20 di giugno...

    RispondiElimina
  11. Moooolto porca figura :-)))
    Io comunque... un pacchettino di Cipster..... Magari se proprio non lo vogliono te le puoi sgranocchiare in cucina (perchè tanto le mamme alle feste di compleanno devono apparire solo per portare la torta in tavola :-D)
    P.s.: auguri di nuovo !!!!

    RispondiElimina
  12. Mamma mia, io dovrò prepararne tre di questi compleanni..forse è meglio che inizia ad organizzarmi:)
    Magari mi intrufolo, solo per dirti che sarai stata eccezionale!

    RispondiElimina
  13. (Nota--> Puoi anche non pubblicarlo e tenerlo per te il commento non vorrei essere andato fuori contest...)
    Non so che dire questa volta. Sono combattuto. Pensando alla mia esperienza di animazione anche con adolescenti (ovviamente) non saprei scegliere. Mi spiego meglio. Quando mi toccava la festa standard era proprio come dicevi tu, persino gli animatori erano visti male fatta eccezione per quei ragazzi già abituati ai villaggi con le rispettive famiglie per cui li sì che cacciavano i genitori e si lasciavano organizzare. Abbiamo fatto feste memorabili che qualcuno di loro (oggi adulto) ancora si ricorda, sempre senza mai oltrepassare la linea prestabilita con i genitori.
    Una volta una ragazzo (sui 14 anni se non ricordo male) mi ha detto:"...voi animatori il gioco della bottiglia non lo fate scommetto ma c'è qualcosa stasera per baciare le ragazze?!...". Beh oggi è completamente differente pur non essendo passati parecchi anni.
    Poi c'erano quelli dei quartieri meno 'in' per così dire, dove il buffet era interamente preparato da madri-->zie-->nonne-->madrine-->compari-->affiliati al clan (inteso come famiglia eh!...appunto 'famiglia' dicevo :PPP ehehehe).
    Qui un tripudio di paninetti con la salsiccia e 'friarielli', rustici con peperoni e caciocavallo, fritti mignon di qualsiasi cosa si trovasse in casa delle dimensioni di una crocchetta, brioches salate varie belle unte al punto giusto e gli immancabili bon-bon di pasta sfoglia con i wurstel (che fanno chic) con solo la torta comprata! Patatine&arachidi invece scarsi. Sotto i 18 anni qualche volta mi è anche capitato veder spuntare qualche mezzo bicchiere di birra allungato stesso dai genitori! Nessuno parlava un italiano perfetto anche se si sforzavano di farlo ma qualsiasi cosa dicessi lo facevano. Molte volte la festa ha coinvolto gli stessi genitori che si divertivano insieme ai figli (fa strano anche a scriverlo, ma è così). Ecco io ho sempre avuto un ricordo UNICO di 'queste' feste dove ragazzini ed adulti erano molto 'più vicini' di quello che l'età anagrafica dicesse...eppure a pensarci dopo quante realtà pesanti nascondevano quei compleanni di sedici anni dove avere l'animatore era 'il' premio per sentirsi speciali...tanto il motorino lo avevano già da quando ne avevano nove o dieci...senza sforzo e forse senza nemmeno assicurazione...
    Oggi non saprei.
    Forse meglio solo popcorn, patatine e schifezze varie...perchè a crescere in un certo modo c'è sempre tempo ed anche mai se si è fortunati.
    Scusa se mi sono dilungato ma certi argomenti mi colpiscono maggiormente.
    Eehhhhhh quindi....vada per il buffet 'plastico'!! :DDDDDD

    RispondiElimina
  14. @ Deny: hai ragione, è vero! e ti dirò che un po' li invidio, perchè mi ricordano i miei, di 15 anni. Io festeggiavo, ma forse non come avrei voluto- ed è per questo che la creatura ha molta più carta bianca di quanta gliene lascerei, in un mondo perfetto. Anzi, ti dirò di più: stamattina ho messo su i panini per la festa: li ho tirati fuori dal forno e ne ho assaggiato uno. Beh, son troppo buoni, per loro, sanno troppo di Fatto in Casa. Vado ad ordinarne un centinaio dal fornaio giù di sotto- e siamo felici tutti!

    Elena: GUAI!!!!! la madre di tutte le onte, i muffins della mamma... vuoi mettere, quelli dell'autogrill??? (risposta datami alla vigilia della gita scolastica di prima media...)

    RispondiElimina
  15. Dimenticavo la cosa più importante.
    La torta mi ha COMMOSSO...con lacrime grandi quanto chicchi di grandine!!!!

    RispondiElimina
  16. Nitte, prendi fiato, perchè non hai idea di che cosa ti aspetti :-)))))

    Eugenia: grazie, sei sempre molto cara

    Imma: e la ditata???? :-) non mi dire che non si vede, perchè è lì in primo piano :-))))

    Mary: grazie

    Cristina: ...infatti.... è che col cibo, speravo di distrarli... o no????? :-)

    RispondiElimina
  17. Che ridere!! :)) Però se vuoi ti invito al mio di compleanno e puoi cucinare migliaia di teglie di muffin, salatini e soprattutto questa meraviglia :) Beati 15 anni... auguri alla festeggiata!

    RispondiElimina
  18. Maria Chiara, pensa che nei primi compleanni "veri", all'asilo, preparavo di tutto. E i bambini, non mangiavano niente. Vabbè, è l'asilo, dicevo, poi con le elementari, sarà diverso. Idem. Pizzette, pop corn, coca cola e pane e nutella. Un anno, in un tripudio di dolci intonsi, c'era anche un angolo con il nutella party: lì, ci si sono abuffati, stile naufraghi. Tutto il resto, neanche degnato di uno sguardo... quando si dice le gioie della maternità...:-)

    Ale, io pure. C'è stato un periodo, in casa mia, in cui c'era sempre qualcuno, a pranzo e/o a cena. E non ti dico d'estate: un anno, mia madre ha cucinato una torta al giorno, da giugno a settembre. Quando si dice da un estremo all'altro....
    Poi vi faccio il resoconto, come no...
    La misura dell'anello di solito è standard: grosso modo un 8-10 cm di altezza.

    RispondiElimina
  19. 3 cioccolati!!!!!!!!! che dire TRE!!! quando si devono festeggiare i primi 15anni non c'è di meglio!!!!addolciamole i sogni finchè si puo'!
    La festa con gli amici?chips, pizzette,foccaccette salatini rigorosamente del fornaio, noccioline,caramelle cocacolesche,smarties,girelle liquiriziesche,e COCACOLA A VOLONTA' ecchissenefregaaa??????15 anni vuoi mettere.....mica tornano!!!
    E il regalo???????ce lo dici.........dopo....
    E ora tutti sotto che è giovedi....INBOCCALUPO!
    diana

    RispondiElimina
  20. wow che spettacolo di torta.. davvero molto golosa..

    RispondiElimina
  21. Silvia CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!! sono così felice che il 22 luglio ti preparo tutto. Cooptami, ti prego :-)))))

    Jajo: FUORI, ci manda, capisci????? andiamo nella prima pizzeria dietro casa, con un sistema di videocamere e auricolari da far einvidia alla CIA- e stiamo fuori il tempo della pizza, senza nè dolce nè caffè. Però, neppure in casa, si deve stare...E siam sempre lì: "sono l'unica coi genitori sempre appresso, etc etc.." ,,,,arghhhh....

    RispondiElimina
  22. @ Elga, votati a San Carlo (quello delle patatine) e vedrai che andrà tutto bene!

    @ Mario: convinta. Buffet plastico tutta la vita :-)

    (ma i salatini con i wurstel, quelli, ormai glieli ho promessi!!!!)
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  23. Ale, io la ditata non la vedo ... con tutti gli occhiali... dovrò farmeli ancora più forti???
    Il mio pargolo n.2, che farà 14 anni il 6 giugno, già mi ha detto "mamma, quest'anno partita, coca cola, patatine, pop corn e rollò comprati (rustici con il wurstel, appunto!) e la torta? COn i parenti quella con la nutella, ma con gli amici niente perché non fa figo!
    Certo se gli faccio vedere questa di torta la vorrà sicuramente... ok, gliela occulto!

    RispondiElimina
  24. Insomma Ale, non ti va mai bene niente!!! I salatini al wurstel te li ha concessi, no??? E allora di che ti lamenti????

    E poi adesso hai tutte le amiche che ti commissionano i buffet, il massimo del trionfo! :-D
    Io ad esempio l'anno scorso ho festeggiato i miei terzi 15 anni. Se vuoi, per consolarti ti faccio preparare la festa del mio prossimo compleanno. Carta bianca su quello che vuoi preparare. La lista degli invitati te la farò avere, prima o poi. Sarà accurata come quella di tua figlia (tanto ci sei abituata, no?). :-D

    P.S.: io ho dovuto fare un grosso sforzo per distinguere la ditata, e onestamente non sono sicura di averla vista...

    RispondiElimina
  25. fiordiciliegio: ok, ci sto. Io faccio i muffins. Ma tu fai la spesa di plastica...:-)

    diana: ecco, ilregalo è un'altra bella storia. La felpa di Abercrombie&Fitch. Che sta solo a Milano. e fin qui, passi. Il problema è che due anni fa- quando era più o meno bassa come è adesso- in quel di NY, l'unico negozio dove non ha voluto comprar niente è stato proprio A&F. Si è fatta immortalare col modello, all'ingresso,ma di acquisti neanche a parlarne. Salvo sbarcare dall'aereo e attaccare la litania del "ce l'hanno tutti...." grrrrrr

    RispondiElimina
  26. Fabiana: buona, è buona.... eccome se lo è

    Stefania, è lì, sul davanti... l'ho messa apposta in quella posa, perchè si vedesse bene...In ogni caso, sgancia un po' la ricetta della torta con la nutella, che quella mi sa che mi viene concessa...:-)

    Mapi, te fai poco la spiritosa, che intanto non siamo più amiche (nè con te, nè con il signor Gambetto). E ti dirò di più: se lo fossimo ancora, ora sarei lì a preparare menu e organizzare buffet per una donna meravigliosa che fra poco ne fa (15x3)+1, anzichè stare a sorvegliare il cofano della Old Fashioned...
    Sempre che qualcuno non dica che il mio uovo fritto era più bello....:-))))

    RispondiElimina
  27. Wow, qui ce n'è per utti i gusti! goloso, colorato, scenico e cremoso!!
    bravissima!!
    bacioni

    RispondiElimina
  28. Alessandra, tantissimi auguri alla creatura!.. Ma te l'ha concessa, la torta, anche alla sua festa?? O vuole una candelina su un mucchio di patatine? :-)))
    Ale, ma la ricetta per la sfida non è ancora arrivata, vero? Oppure ho perso tutto come al solito?
    Un bacio

    RispondiElimina
  29. Giulia, sono indietro da morire. La scrivo stasera e poi la pubblichiamo!
    La torta è una dobos a 10 strati, tiè tiè. Quella me l'ha concessa e le piace pure...:-)

    Manuela e Silvia, grazie, ma è molto più facile d quanto possa sembrare..
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  30. Complimenti per delizia all'ennesima potenza!! davvero eccezionale! baci!

    RispondiElimina
  31. 10 strati? vedi le differenze? io a 15 anni ne avrei chieste 10 diverse...

    RispondiElimina
  32. Non è semplicissimo fare considerazioni serie sul rapporto con i figli mentre sono arrivata praticamente alla fine de "La cena"...quindi le rimando al 28...

    Mi limito a considerazioni sulla torta: dal momento che non rientro nella tua scomunica del dopo sfida...una porzione (abbondante, please!)di questa meraviglia potrebbe volare fin qui, dato che fra soli sei mesi è anche il mio di compleanno?

    RispondiElimina
  33. Grazie federica! una fetta è per te, con tanti auguri anche da qui!

    Silvia... lascia perdere...sono tanto incavolata per la risposta del compito di greco che te lo dico io, dove glieli metterei, i dieci stratai... ma come si fa, mi domando...

    Virò, ecco, brava, al 28- perchè stasera io declino solo il verbo "la ammazzo..."
    Sei mesi vuol dire novembre, giusto???? quindi castagne, zucche, mele e tante altre cose meravigliose... fossi in te, lascerei carta bianca a menuturistico, per quella data...:-)

    ciao
    ale

    RispondiElimina
  34. Che goduria di torta cara Alessandra! Non ho parole. . . devo afarla assolutamente! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  35. ah, leggere questo post da "quella dall'altra parte" è tutto un dire!Mi fai morire dal ridere...io per contro ho sempre invidiato la mia amica che aveva buffet da paura con ogni ben di Dio preparato da donne di tutta l'età e di tutta la numerosa famiglia...e aveva anche una DECINA di torte dolci su cui mettere le candeline...da sbavucchiata mulipla, giuro...e invece a casa mia per un po' ci ha provato mamma, poi s'è stufata e ha cominciato con i suddetti "compleanni di plastica"...solo 4-5anni fa ho ricapovolto la situazione re-iniziando ad invitare a casa la gente (ma questo giro al menu e alla cucina ci pensavo io!!!)...eh, già!ma a 20 anni o poco più fa figo cucinare per le amiche...a 15 non proprio!!!;P

    io pagherei oro per avere una mamma come te!(fallo pure leggere alla festeggiata...anzi glielo dico io: "Ma lo sai che una mamma così non si trova mica tutti i giorni!?" ;P) e complimenti per questa torta...potessi arrivarci anch'io la impronterei con una bella ditata!(che peraltro non si vede!) Un bacio e auguroni alla festeggiata!

    RispondiElimina
  36. Aiutoooo troppi arretrati da leggere!
    Mi metterò in pari, ma nel frattempo per favore fai TANTI MA TANTI AUGURI alla Creatura, lo sai che dentro di me c'è un "Creatura fan club" :-DDDD

    Un bacione!!!!!
    (quella torta è un inno alle ditate :P)

    RispondiElimina
  37. Benedizione con ditata meritata!!!!!
    Credo che il buffet sia andato benissimo!
    Plastico?
    Spetta alla festeggiata scegliere, no?

    RispondiElimina
  38. mi pareva di aver già commentato, ma si vede che no.
    probabilmente non l'avevo fatto perché questa torta mi ha lasciata senza fiato, con la mascella penzolante, lo sguardo assente e una dose incredibile di acquolina che mi si è materializzata all'istante in bocca. una scena penosa, diciamocelo.

    quindi non è il caso che mi trovi mai davanti questa torta dal vivo. potrebbero succedere cose turpi...

    e tua figlia vuole le cose comprate? mia figlia ne ha nove, di anni, e non so se potrò sopravvivere ad un'adolescente in casa...

    RispondiElimina
  39. allora???? agitata???? preparato tutto??? a me basterebbe stà meravigliaaaaaaaaaaaaaa! che buona una torta così non l'ho mai fatta e probabilmente non la farò mai ma neanche mai mangiata! è uno splendore!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...