OverBlog

martedì 8 giugno 2010

Confettura e marmellata di ciliege

Di Daniela
Scroll down for English version

DSCF4708
Intanto, vista la vostra perplessità per il titolo, un piccolo e veloce ripasso generale. Se siete, però,scioperate e come le creature di casa e preferite evitare ogni forma possibile di ripasso , specialmente in vista delle giornate finali di scuola per quest'anno, siete autorizzati a passare oltre!!! :-))) Per tutti gli altri, su, ripetete con me: "Dicesi confettura il procedimento per la conservazione della frutta che prevede la bollitura della frutta intera, se piccola e a pezzi se grande con l'aggiunta eventule di acqua, fino a quando il tutto non avrà raggiunto la concentrazione zuccherina che ne permetta la conservazione. I frutti non devono sciogliersi e si devono vedere anche dopo la cottura.
Dicesi invece marmellata il procedimento che prevede la cottura di frutta e zucchero fino a quando lo sciroppo derivato dallo sciogliemento dello zucchero nel succo dei frutti diventa consistente. Il composto a fine cottura si frulla o si passa al setaccio per ottenere una purè liscia" Così ci illumina la Signora Bauducchi, autrice del libro da cui provengono le mie ricette per la marmellata.........
Bene, finito il ripasso e per coronare bene la splendida mattonella di bisquit con farcia alle ciliegie e mousse allo yogurt con una marmellata all'altezza della preparazione, eccomi a voi 2 ricette per ottime

CONFETTURA E MARMELLATA DI CILIEGE
DSCF4747
Le ricette arrivano da "500 ricette di marmellate di Laura Bauducchi"
Ingredienti
1 kg di polpa di ciliege (circa 1250 gr di ciliege intere)
450 gr di zucchero di canna
1 dl scarso di vino rosso
In una casseruola piuttosto capace fate sciogliere lo zucchero nel vino e fate bollire per 3 minuti, mescolando in continuazione. Lavate, pulite e snocciolate le ciliege, meglio se ovviamente di coltura biogica, dividetele a metà e e unitele allo zucchero di canna e cuocete , schiumando fino a quando la confettura comincerà ad addensarsi (circa 45 minuti dalla bollitura), controllando con la "mitica" prova piattino. Versate subito nei vasi caldi e sterilizzati, chiudeteli ermeticamente, fate sterilizzare e lasciate raffreddare. Non potete neppure immaginare, fino a che non la proverete, il profumo che si spande per la casa!!!!!!
In alternativa vi passo anche la ricetta per la
MARMELLATA
DSCF4844
1 kg di polpa di ciliege (1300 gr circa di ciliege intere)
550 gr di zucchero bianco o di canna (io lo preferisco)[la dose originale ne prevedeva 800 ma secondo me così è più che sufficiente]
1 limone
Prendete le vostre ciliege, lavatele e togliete loro il picciolo e il nocciolo. Mettetele in un tegame con lo zucchero e fatele riposare per almeno 3 ore. Trascorso questo tempo, mettete il tegame sul fuoco, aggiungete il succo del limone e fate cuocere per circa 50 minuti dal bollore, o fino a quando non avrà superato la prova piattino. Versate subito la mermellata nei vasi caldi e sterilizzati, chiudeteli ermeticamente, sterilizzate e lasciate raffreddare prima di riporla in dispensa, come dice la mia autrice.
Buon appetito
Dani

CHERRIES !!!!!
DSCF4706
The recipes come from "500 recipes for jams Laura Bauducchi"
FIRST CHERRY JAM
DSCF4738
Ingredients
35 oz chopped cherries' flesh (about 45 oz whole cherries)
2 cups brown sugar
6,7 tbsp red wine
In a saucepan quite capable
melt the sugar with the wine and boil for 3 minutes, stirring constantly.
Wash, clean and r
emove the stem and core from cherries, preferably growing biogical, cut them in half and mix them with sugar cane and simmer, skimming until the jam begins to thicken (about 45 minutes), controlling by the "mythical" test plate . Pour immediately into hot, sterilized jars, close them tightly, sterilize them and let cool. You can not even imagine, until you do it, the perfume that spreads into the house !!!!!!
Alternatively you even step recipe for

SECOND CHERRY JAM
DSCF4836
35 oz of chopped cherries' flesh (about 45 oz of whole cherries)
2 1/4 cups white sugar or cane sugar (I prefer) [3 cups provided the original dose it but I think it's more than enough]
1 lemon
Take your cherries, wash them and remove the stem and core. Place in a saucepan with sugar and let rest for at least 3 hours. After this time, put the pan on the stove, add lemon juice and cook for about 50 minutes, or until they have passed the test plate. Pour immediately into hot and sterilized
jars, close them tightly, sterilized and allowed to cool before storing in the pantry, says my author.
Bon appetit
Dani

27 commenti :

  1. Curiosa la differenza tra marmellata e confettura... io avevo sempre saputo (come anche riferisce wikipedia) che la marmellata e' quella di agrumi e la confettura e' il nome utilizzato per gli altri tipi di frutta.

    Per quanto riguarda il procedimento, io forse esagero, ma utilizzo solo 300 g di zucchero per ogni chilo di frutta pulita.

    In ogni caso, molto succulente le foto dei barattoli, fanno venire l'acquolina in bocca!

    RispondiElimina
  2. Buone entrambe ma la confettura mi ispira un sacco.... Bravissima. Bacioni

    RispondiElimina
  3. @ Nutella, come dicevo, io mi sono basata sulle spiegazioni della sig.ra Bauducchi, ma solo perchè dovevo differenziare i due tipi di preparazione.... Sulla quantità di zucchero, sono d'accordo sul fatto che troppo dolci non sono buone le marmellate, ma neppure troppo aspre! Comunque se la frutta è molto dolce, come ora le ciliege, probabilmente è correttissimo ridurre un po' lo zucchero.... proverò con i prossimi barattoli!!! Grazie per i complimenti e per i suggerimenti :-). Baci

    @ Grazie Colombina! buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Quindi le bustine di pectina le bandiamo definitivamente dalla nostra cucina, giusto?

    RispondiElimina
  5. Ciao! caspita che buona questa marmellata! ecco, complessa per il lavoro cerosino con le ciliegie, ma siamo certe che ne valga la pena ;)
    un bacione

    RispondiElimina
  6. D'estate aiuto una mia carissima amica che ha questo laboratorio www.ilcapepe.it.
    In tre anni mi sono fatta una cultura di marmellate e ingrasso regolarmente perchè vengo rifornita praticamente giornalemente di vasetti.

    @Nutella, se produci per uso commerciale le marmellate sono di agrumi e le confetture le altre. Attenta a mettere poco zucchero. Serve per la conservazione. Corri il rischio di trovarle ammuffite anche se sono sottovuoto, mangiale subito ;-)

    @Dani, quando Doriana fa le amerene passo lontana dal laboratorio per non aiutarla a snocciolare. E' un lavoro da schiavi.
    Dove la trovi tutta quella pazienza?

    RispondiElimina
  7. è da un pò di tempo che non mi lancio sulle marmellate! le preferisco poco zuccherate, diciamo, in linea di massima, zucchero uguale alla metà del peso della frutta...
    questi vasetti invogliano a mangiarla direttamente dal cucchiaio! che irriverente!!! :-)))

    RispondiElimina
  8. Pensa Dani che di solito la marmellata di sole ciliegie non mi fa impazzire, mentre adoro quella di fragole e ciliegie (metà e metà). Però con la Ale che pubblica la ricetta delle mattonelle come si fa a non preparare della marmellata di sole ciliegie? Mi sento praticamente costretta! :-D

    L'unica differenza è che di solito io le marmellate le preparo per regalarle agli amici a Natale, mentre quella di ciliegie la consumerò per i dolci (da dividere rigorosamente con gli amici, of course!).

    Un bacione!

    RispondiElimina
  9. Voto la confettura, c'è anche il vino!!
    Questa proprio non la sapevo. Se posso mi ci dedico anche :)
    Le foto sono veramente tentatrici con quel rosso che dice...allora ancora non ti sei deciso?! ahahhahahaha
    Bravissimissima! :))))

    RispondiElimina
  10. @ virò non è detto: a volte possono venire bene per velocizzare il tutto, perà se ne può fare tranquilamente a meno, secondo me!!! Baci

    @ ragazze, sante parole!!!! è ver è una noia ma ne vale davvero la pena, anche perchè dopo averne regalate, mangiate per la comunione e mangiatr a tavola, dovevo trovare un modo per smaltirne un po'! Cacciarle sarebbe stato un abominio!!!!

    @ Silvia, come dicevo alle gemelle sopra, si fa di necessità virtù: e poi partecipa tutta la famiglia sia a raccoglierle che a lavarle..... snocciolarle è un altro discorso.... ;-)))))
    Baci e zot!!!

    @ è come le faccio io : più o meno la metà. Roby, sono una noiosata, ma quando poi le mangi però....... Bacissimi

    RispondiElimina
  11. @ Baci anche a te generosa ragazza che condividi con amici il frutto della fatica!!! Capisci che se la ale mette una cosa mrmellatosa, potevo forse ignorarla????????? ha ha Baci Mapi

    @ Mario grazie! Sapevo che la faccenda del vino sarebbe piaciuta!!! Prooooooooooova, prooooooooooova... (sono abbastanza suadente? e non osare paragonarmi a giucas casella , sai!!!!)
    :-)))) Buona giornata

    RispondiElimina
  12. Dici che posso farla con la imposizione solo delle mani?!?!
    Forse solo abbondando con il vino! ehehehehe :PPP

    RispondiElimina
  13. confettura o marmellata? In ogni caso, sembrano buonissimi. Mi piacerebbe averla in una crostata.

    RispondiElimina
  14. @Silvia... capisco che il nick possa ingannare ma sono un maschio :-) poi... fino ad ora non e' ammuffito niente (per fortuna), ma 300 g non sono proprio pochi e per ovviare tendo a cuocerle molto piu' dei 45 minuti qui indicati.

    Parlando di ciliegie, il contadino qui vicino le ha buonissime, magari provo a farne qualche vasetto con aggiunta di liquore (il vino non mi piace) cosa potrei usare secondo voi?

    Ps. e' una vera scocciatura pulirle, anche utilizzando l'apposito snocciolatore, l'anno scorso sembravo nightmare alla fine della lavorazione :-)

    RispondiElimina
  15. @ Mario :-))))!!!!!!!

    @ Linda una crostata sarebbe perfetta, ma anche le mttonelle dolci della Ale..... Baci e buona giornata!

    @ Nutella, per il liquore non saprei.... forse un classico liquore alle ciliege, tipo maraschino? Comunque , ti confesso che , pur essendo al limite del vergognosamente astemia, in questo caso il vino l'ho apprezzato: il sapore si avverte pochissimo e il profumo è veramente incredibile (premetto che però ne ho assaggiato solo un cucchiaio che mi sono tenuta da parte mentre la mettvo nel barattolo) Io ho usato un vino rosso di Carpugnano, profumato e secondo me buonissimo..... Fammi sapere se con il liquore viene bene, che magari replico!!! Buona giornata

    RispondiElimina
  16. @ PS Nutella tu sembravi nightmare... io avevo le mani di dracula, rosso sangue, e trovo difficile ancora farle tornare bianche, nonostante lo snocciolatore che ho usato anche io... sigh!

    RispondiElimina
  17. Anche io credevo che la marmellate fosse solo di agrumi...in ogni caso divorerei entrambi i tuoi barattoli ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  18. marò..... che buona!!!!!!! uno spettacolo e grazie per aver spiegato la differenza! baciii Ely

    RispondiElimina
  19. Analu non vorrei dire scemenze ma credo che la differenza alla quale vi riferite sia tipicamente inglese e poco abbia a che fare con noi.... Ricordo anche una volta di avrr letto da qualche parte che ci si riferiva per la differente denominazione alla percentuale di frutta presente mnei prodotti industriali però.... Comunque come dicevo ho utilizzato la differente denominazione solo per differenziare le ricette ;-)))))!!!!!
    Un super bacio a entrambi

    @ Grazie Ely e baciiiiiii anche a te!!!

    RispondiElimina
  20. Io le mangio entrambe senza problemi!

    RispondiElimina
  21. Siccome è già stato detto tutto, e pure di più, mi limiterò a darti solo un avvertimento: se torni a casa e non trovi più traccia alcuna di queste meraviglie che ci hai appena fatto vedere, e se sul tavolo trovi solo una M (a mo' di Zorro) fatta col dito sporco di marmellata, sono stata io.

    La dovete smettere tu, Gambetto, e la tua socia.
    Io davanti a ciliegie ed amarene non rispondo delle mie azioni :P

    RispondiElimina
  22. @ Stefi, tu sei la mia gioia!!!!

    @ Ha ha ha ha ah ho capito, tipo "Muscaria non fugge, muscaria lascia il segno!!" Te lo ricordi Aroldo Tieri con la Lojodice? Ha ha ha ma possibile che non ce ne sia uno tra di noi normale :-))))))))!?!?!
    Baci senza fiato per il gran ridere....

    RispondiElimina
  23. me lo immagino sì il profumo! La confettura di ciliegie è una delle mie preferite. Per esaltarne il profumo io aggiungo sempre, a fine cottura, un goccio di Kirsch (questa acquavite è un po' una mia fissazione).

    RispondiElimina
  24. mi sembra perfetta! Spero che ti abbia letto anche Nutella, che cercava una valida alternativa al vino!!!! Un bacione e grazie

    RispondiElimina
  25. Certo che ho letto! Grazie a tutte per i suggerimenti!

    RispondiElimina
  26. La confettura e' nei vasetti, quella rimasta fuori l'assaggero' al piu' presto. Alla fine ho aggiunto del liquore curacao, visto che l'avevo in casa... il profumo e' ottimo, vi faro' sapere.

    RispondiElimina
  27. Ok grazie Nutella, aspetto notizie allora!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...