OverBlog

giovedì 23 febbraio 2012

Ciambella al taleggio con insalatine

Di Daniela

Forse non tutti sapete cos'è il conglomerato bituminoso....Si avete letto bene: conglomerato bituminoso. Capisco il vostro stupore e immagino che abitualmente queste due parole non rientrino nel vostro colloquiare giornaliero . "Ciao caro, hai passeggiato oggi sulla tua parte di conglomerato bituminoso?" "No cara, ho preferito correre su un po' di di tartan...."
Ammetto che la cosa non suona benissimo, ma in casa mia, da qualche tempo è argomento di conversazione costante. Perchè? Ma perchè la mia nipote-figlioccia amatissima, creatura sottile ed efebica, dai grandi occhi da cerbiatto e i lunghi morbidi capelli castani, tra le tante, ma che dico tante, tra le infinite possibili argomentazioni per la sua tesi specialistica ha scelto "il recupero delle scorie da inceneritori RSU ecc ecc "
Quindi via a discorsi su : rifiuti urbani e non, termovalorizzatori, leganti idrici, vagliature, diossine, clinker del cemento, granulametria, deferrizzazione calcestruzzo, ecosostenibilità, edilizia verde e, perbacco, pure sul conglomerato bituminoso!!!
Così passiamo interi pomeriggi a domandarci come si chiameranno esattamente in francese, ma, soprattutto, quale sarà la traduzione in inglese ed in italiano, i vari "strati" con cui è costruita una strada o se sia preferibile utilizzare la nomenclatura di una nazione piuttosto che di un altra (abbiamo opzionato perfino la mia amica Maribel, per tradurre correttamente lunghi passi di vari articoli in francese!! Grazie Mari!)
Insomma un delirio di termini complessi per un argomento così scottante e di attualità da non avere ancora ben chiaro quale sarà il suo futuro!
Nel frattempo, mentre Francesca scrive e mi legge la sua tesi, io guardo il suo viso serio e concentrato e mi ritrovo, entusiasta, a discutere con lei, senza neppure accorgermene, di conglomerato bituminoso come se non avessi fatto altro in vita mia.... :-))))


Ciambella al taleggio con insalatine
da Sale e pepe, Febbraio 2009
DSCF1397
Ingredienti per 6
(preparazione 20 minuti, cottura 50 minuti)
150 gr di farina
150 gr taleggio
100 gr burro
3 uova
2 tuorli
100 gr di insalatine a piacere
30 gr di mandorle a lamelle
noce moscata
sale e pepe

ciambella al taleggio

Portate ad ebollizione 2,5 dl di acqua con una presa di sale e 80 gr di burro. Aggiungete 140 gr di farinain una sola volta e lavorate energicamente sul fuoco fino ad ottenere un impasto sodo; spegnete dopo un minuto.
Incorporate al composto il taleggio a pezzettie una grattata di noce moscata ; lasciate raffreddare e unitevi un uovo alla volta ed un  tuorlo, facendoli assorbire completamente.
Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella del diametr di 20 cm , riempitelo con l'impasto, spennallate la superficie con l tuorlo rimasto e cospargetela con le mandorle a lamelle.
Infornate a 180 °C per 35 / 40 minuti.
Per incorporare al meglio il taleggio, meglio mescolarlo all'impasto ancora caldo, pochi pezzetti per volta mescolando a fondo con una spatola. Volendo arricchire il ripieno, potete aggiungere delle fettine di salumi (la mia è una splendida finocchiona :-)) o pesce affumicato.
Tagliate la ciambella tiepida a metà in senso orizzontale, farcitela con le insalatine e servitela come secondo o antipasto.

DSCF1447

In alternativa, riempite con l'impasto formine più piccole, così da creare delle graziose monoporzioni: ovviamente riducete daa 25/30 minuti il tempo di cottura e poi procedete al taglio e farcitura come per la ciambella grande. (mi sono venuti circa 25 pezzi)

ciambella cigno

Ulteriore alternativa: fate dei piccoli choux e una volta intiepiditi tagliateli e farciteli come suggerito sopra, oppure fateli leggermente più grandi e divertitevi a creare dei piccoli cigni, come i miei!

Buona giornata a tutti
Dani

32 commenti :

  1. "conglomerato bituminoso"...mhmm...ma sì!! ecco perchè hai avuto la sensazione di averlo sempre conosciuto...è perchè molte volte saltando sui blog di alcune persone hai avuto l'impressione che i loro lievitati fossero di conglomerato bituminoso altrochè!!! :D ahahahahahah
    E'per questo che tenti di rimediare con la ciambella al taleggio...ma io che sono pessimista pensavo che ci sono troppi in giro che spacciano conglomerati bituminosi per pani e torte rustiche spettacolari...e se continua così altro che futuro che avrà tua figlia nello studiare come riciclare tutta l'immondizia gastronomica con la quale ci confrontiamo di recente :)
    PS
    Grazie di aver riportato a galla questa splendida ciambella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mario, certo che l'idea del pane conglomerato mi diverte mica poco!!! La creatura nipotesca, come le dico sempre, avrà un futuro radioso ad occuparsi di "rumenta" !!:-))))
      Ma in effetti è vero: il suo è il lavoro del futuro!
      La ciambella galleggia felice :-) e ringrazia!!

      Elimina
  2. deliziaaa!!! ho un debole per il taleggio e nella versione "bignè" sono meravigliosi!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io!!! mi piace il taleggio e appena l'ho ri-addocchiata non ho saputo resisterle!
      Buona giornata :-)

      Elimina
  3. Ottima, mi immagino piccoli choux ripieni di crema al formaggio. Sapessi usare la sac a poche li avrei già fatti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se riesco io.... :-) è tutto detto! Ho visto cose inimmaginabili quando l'MTC è stato sugli choux e non potevo esimermi dal rifarli pure io :-))
      Abbraccio grandissimo

      Elimina
  4. Le ciambelle sembrano ghiottissime, non so potrei farle qui con il taleggio, difficilmente reperibile, magari posso usare un camembert locale, chissa'? La tesi e' interessante, alla fine sarai un'esperta anche tu!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti a forza di vedere cose splendide, come dicevo sopra a Silvia, ho dovuto ricimentarmi pure io. Mi piace l'idea del camambert dell'altro capo del mondo... Se provi poi mi dici? A presto

      Elimina
  5. Il periodo della tesi é un delirio, la mia era sul recupero del paesaggio terrazzato, ogni volta che vedevo un muretto a secco davo in escandescenza! La ciambella é una meraviglia e il taleggio é uno dei miei formaggi preferiti, non posso che provarle al piú presto. Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha lo dici a una che sarebbe impazzita per una tesi sul tuo argomento, dal momento che passo le mie vacanze da sempre nelle 5 terre!!! Penso che mi sarebbe venuto un bell'esaurimento! :-)
      Buonissima giornata anche a te!

      Elimina
  6. titti cosa ci vuoi fare se ormai il conglomerato bituminoso è diventato il nostro migliore amico?! :-) maggico!! ma soprattutto MAGGICA TITTI!!:-)
    e perchè no, anche la ciambelle al taleggio, che mangerei in un sol boccone!;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro ahahahaha siame magicissime! A dopo :-)

      Elimina
  7. questa ciambella l'avevo già adocchiata su sale e pepe ma non l'avevo mai provata...com'è il risultato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo: leggere e molto gustose . Il taleggio si avverte ma è delicato. Con solo l'insalata sono delicatissimi , con il salume molto goduriose. :-)

      Elimina
  8. Mamma mia a quest'ora queste cose non dovrei guardarle.....;-P
    Baci

    RispondiElimina
  9. Ci crederesti mai che nel mio passato ho anche io argomenti di questo genere visto che mi sono occupata di smaltimento rifiuti specilali e sono fra l'altro venuta proprio in quel di Genova a fare un corso accelerato sull'argomento?
    Per il resto, riesci a rendere poetico qualsiasi cosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! Un caso evidente di corrispondenza di amorosi...rifiuti!!! :-))))
      Sei venuta a fare un corso accelerato alla fonte insomma :-)))) !!
      Un super abbraccio e bacioni a tutta la banda!

      PS Si vede che di rifiuti si occupano solo le belle ragazze stottili!!! :-)

      Elimina
  10. Ho imparato qualcosa di nuovo...il conglomerato bituminoso non so perche' si adatta perfettamente a descrivere una mia certa collega :-)

    Questi sono deliziosi, ma ahime' niente taleggio :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAH mi piacerebbe conoscerla!!!!! :-))
      Un bacissimo!!

      Elimina
  11. anch'io addocchiata ma ancora non provata! vista qui fa una voglia che.. è da provare assolutametne! probabilmente sabato sera per una cenetta.. ci sta!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta , ci sta!!! :-)
      Baci ricambiati!

      Elimina
  12. non si finisce mai di imparare! e poi non sarai certo a corto di argomenti sotto l'ombrellone la prossima estate :-D
    le ciambelline sono squisite, ricche e saporite, mmmmm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!!! Non ci avevo pensato ma sotto l'ombrellone assaggiando un gelatino, nulla di più adeguato!!
      ahaha Bacioni

      Elimina
  13. Sento parlare di Klincher e conglomerati bituminosi tuttiiiiiiiiii i giorni. E ho anche dovuto capire che cosa sono però ti prego sotto l'ombrellone nooooooooooooo!!!!
    Comunque spettacolo questa ciambella; dani da quando hai aperto il blog sei una tentazione unica....caspiterina poi è colpa tua se Federico mi si allarga!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha affascinanti frequentazioni le tue allora!!! Beh, io ti prometto che non ne parlerò sotto l'ombrellone, se tu mi preparerai il tuo mitico danubio!! Tentazione per tentazione, almeno sfruttiamo!! E a Fede faremmo fare battigia, boa, battigia almeno 4 volte: vedrai che linea!!! :-))))))
      BAcini

      Elimina
  14. Dani riesco a leggere solo ora il tuo post e... tiro un sospiro di sollievo. Credevo che fosse un nuovo contest.... salutista!
    Sarà stata la parola insalatina che mi ha colto in inganno? Poi ho letto gli ingredienti e, alle parole taleggio e finocchiona ho tirato un sospiro di sollievo... vabbè sano ma... solo erba NO!
    Quanto ai conglomerati bituminosi mi ricordano un po' l'impasto dei miei profiteroles di qualche MTC fa... se tua nipote paga bene le giro le foto ;-) (si accettano ciambelle, finocchione et similia...)
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo: il titolo è assai subdolo!!!!! :-))))))
      l'erbetta alle capre , sarà il nostro motto !!! Mi piacel'idea delle foto dei profiteroles come merce di scambio, ma mi sa che non sei del tutto sincera :-)))))
      Un abbraccio
      DAni

      Elimina
  15. mi ha fatto proprio ridere la tua storia del catrame!!!! ahahhahhahahh.. Buona tesi a tua figlia.

    RispondiElimina
  16. Grazie Chiara! un abbraccio :-)))

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...