OverBlog

lunedì 14 maggio 2012

Aceto aromatizzato ai fiori (alla rosa, al fiore di salvia e al pepe rosa e miele).

Di Daniela


DSCF3450

Vi ha già raccontato Ale che le (st)renne andranno in letargo, simil marmotte al contrario, dopo questo ultimo giro di ricette squisitamente primaverili e romantiche.
E cosa c'è di più adatto alla bella stagione di un piatto di verdurine fresche condito con l'aroma dei fiori?
Detto fatto ho scomodato alcune mie rose, che curo senza additivi chimici, ed altri fiori del mio giardino, per regalare a questa primavera il loro meraviglioso profumo ed il loro colore. Questi Aceti che ho preparato, sono infatti tutti nati con l'utilizzo dell'aceto di vino bianco, che così, oltre all'aroma sprigionato dai petali, ha in più il fascino di assumerne anche il colore....

DSCF3483


Le bottiglie che li contengono sembrano così proteggere delicate e raffinate essenze e possono formare un piacevole centrotavola, se unite fra loro.....
Le ricette in realtà sono non-ricette, semplicissime e realizzabili in pochi minuti, il tempo invece da concedere all'aceto per estrarre tutto il profumo dai suoi componenti è di circa 3/4 settimane.
Eccovi allora qualche idea primaverile per le vostre insalate, ma solo dopo avervi ricordato il solito "strennico" calendario:

Martedì: Assaggi di Viaggio
Mercoledì: Cardamomo & Co
Giovedì: Cuocicucidici
Venerdì: La Apple Pie di Mary Pie

Come succede da un po', l'ultima settimana toccherà  alle Strennine, cioè i vincitori del contest di Stefania, che stavolta sono Roberta (La valigia sul letto), Patty (andante con Gusto), Eleonora (Burro e miele), la Robi (Le chat egoiste) e Mai (Il colore della curcuma)


Aceti aromatici alla rosa, al fiore di salvia e al pepe rosa e miele.

Ecco riuniti, come preziose essenze, tutti gli aceti che ho preparato il mese scorso e che voglio proporvi.  Come potete osservare in questa occasione li ho preparati tutti con l'aceto di vino bianco. Oggi inizieremo con i tre aceti, quello alla rosa, quello ai fiori di salvia e quello al pepe rosa e miele, un intruso, in mezzo ai bellissimi fiori con cui ho profumato il mio aceto, ma desideravo unire alla dolcezza anche un po' di piccantino che, secondo me, non guasta mai...Inoltre avendo anche il miele tra gli ingredienti, un richiamo ai fiori lo ha anche lui!! Vorrei sottolineare comunque, che, essendo il profumo dell'aceto molto forte e pungente, unendo i delicati ingredienti che vi propongo non otterrete una nota predominante molto decisa nel risultato finale, ma piuttosto un  lieve ma aromatico sentore, che addolcisce la sensazione olfattiva e un retrogusto delizioso quando lo assaggerete: la rosa e il pepe rosa sono più decisi, più delicato, ma molto fresco e particolare il fior di salvia.

aceti

 Ecco dunque le tre idee, tutte sui toni del rosa, tanto per non discostarci troppo dal colore dominante per la festa della mamma di ieri! Prima di iniziare vorrei richiamare il post precedente sugli aceti aromatici, preparati con aceto di vino rosso e di mele, dove ho condensato alcuni suggerimenti, che potrebbero risultarvi utili anche ora.
Vi riporto la parte inerente alle dosi.  "Come proporzioni diciamo una tazza di erbette per 1 litro di aceto, o circa dal 5 al 10% del peso dell’aceto o, come ho letto nella Rubrica di enologia, la percentuale di "spazio" occupata dagli aromi pari all'incirca al 5% e il resto occupato dall'aceto. In ogni caso come sempre sarà il vostro gusto personale a guidarvi: qualche prova vi dirà ciò che è meglio per voi. Il procedimento è più o meno sempre il seguente: lavate bene l’ingrediente o gli ingredienti scelti (ovviamente se serve: il pepe rosa non ne ha bisogno!!) asciugateli e metteteli in un barattolo di vetro. Copriteli con l’aceto e chiudeteli (preferite tappi di plastica o di sughero a quelli di metallo). Riponete i barattoli in un luogo fresco e buio per un periodo che va dalle 2 settimane alle 6: più lungo è il periodo, più intenso sarà l’aroma conferito dagli ingredienti. Non appena il gusto e il profumo saranno di vostro gusto, filtrate l’aceto e mettetelo in bottiglie."

aceti
Cominciamo dall'aceto alle rose. Per preparare questo aceto aromatico e delicatissimo, bisogna utilizzare petali di rosa assolutamente sani, e ovviamente non trattati. L’ideale sarebbe coglierli quando la rosa non è completamente aperta e se possibile profumati. Per mia fortuna ho una rosa rampicante che corrisponde in pieno a tutte queste esigenze. Ha un profumo molto intenso, petali perfetti, rosa tenue e non ha subito alcun trattamento. Si comincia togliendo la parte finale del petalo, quella più chiara , che risulta leggermente amara. Una volta fatto questo bisogna sciacquare i petali delicatamente per rimuovere la eventuale polvere e poi, bisogna metterli ad asciugare su uno strofinaccio pulito. Quando saranno asciutti, metteteli in un contenitore perfettamente pulito e ricopriteli con del buon aceto bianco. Per le dosi considerate più o meno 80/100 gr di petali per litro di aceto bianco: la quantità dipende dal vostro gusto e dal profumo delle vostre rose !
aceti fiori salviaChiudete il contenitore e lasciatelo in un luogo possibilmente fresco e buio per 1 mese. Trascorso questo tempo, filtratelo, mettetelo in una bottiglia anche in questo caso pulita e asciutta, e tenetelo a disposizione per condire fresche insalatine o per regalare una nota preziosa a “banali” verdure lessate. Può essere una buona idea anche per un regalo un po’ diverso dal solito
Ma se solo le rose non vi bastano, altro aceto dal profumo intenso e il sapore originale è quello preparato con i fiori di salvia (salvia officinalis). Il procedimento è lo stesso, i fiori vanno sciacquati, asciugati all’aria e messi in un contenitore sterilizzato e ricoperti da aceto bianco.
L’utilizzo? dovunque vogliate aggiungere un tocco di profumo e di delicato sapore: si tratta, come vi dicevo, più di un sentore che di vero e proprio sapore... Anche questo aceto va a nozze con insalatine fresche e magari un po' troppo delicate, per ravvivarle.
aceti pepe rosa
Terzo aceto in programma, sempre di vino bianco, è l'aceto al pepe rosa e miele. I suoi ingredienti : pepe rosa e miele di acacia (ho usato quello) o millefiori e aceto bianco o di mele.
é un aceto davvero particolare, leggermente piccante, e con un retrogusto dolce ottimo.
E' indicato per accompagnare fragole, macedonie di frutta, insalate miste aromatiche, formaggi di capra, carne e pesce al vapore oppure in un insalata con cubetti di formaggio di capra e uova sode (provata: buona!!!).
Eccovi una fotografia per mostrarvi come risultano alla vista questi 3 aceti dopo 4 settimane di riposo



aceti aromatici

oppure se preferite così

 aceti aromatici

o, in unione a quello di lamponi che vi  ho presentato qui:

  aceto

Buona giornata "profumata" a tutti.
Dani

20 commenti :

  1. Sembrano profumi! Bellissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono perfetti per una donna tres chic come te :-))))!!!

      Elimina
  2. L'aceto all'assentio quando arriva?! :P hahahahahahahaha
    Daiiiiii un condimento allucinogeno potrei anche pagarlo a peso d'oro, vengo a prenderlo di persona e questa credimi per te suona più come una minaccia che come un augurio! :P hihihihihi
    Scherzo, scherzo simili "soprese" non le faccio nemmeno ai miei perchè so quanto posso far paura a loro quando mi presento senza preavviso! :D ahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah tanto per darti un'idea del senza preavviso, ieri avevo qui l'amica e co-studentessa storica della Giorgia, che non vedevo da un po' e mi ha fatto una graditissima sorpresa, la Giorgia ovviamente, mio nipote , che doveva venire con la fidanzata nonché migliore amica di Giorgia, ma che non stava bene e quindi ha rinunciato all'ultimo, Ginevra, un suo compagno di scuola , che era qui per studiare alcuni passaggi di chimica un po' oscuri e gaia con la febbre alta!!!! e secondo te, posso prendere come una minaccia una tua improvvisata :-)))))))) Per l'assenzio si può vedere..... :-))))))
      Bacisssssimi

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Simona!! e non ho ancora finito..... :-)))
      Buona giornata!

      Elimina
  4. Aspettavo la vostra seconda proposta con ansia!!! Bellissimi gli aceti aromatizzati, complimenti! (E beata te Dani, che hai un giardino con tanti fiori profumati e non trattati a disposizione!) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, sono fortunata. Ma mi vedessi qundo torno in casa dopo una spedizione punitiva contro tutti i malanni delle piante odopo aver estirpato, vangato, smosso, annaffiato.... ecc ecc Haha l'ho già detto, ma sembro uno spaventapasseri!!! :-))))

      Elimina
  5. Ho una bella salvia fiorita sulla terrazza...mi sa che ora ci provo!

    RispondiElimina
  6. Mi sono limitata all'aceto ai lamponi, ma queste borriglie che starebbero benissime in una gioielleria sono favolose!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana! Sono carine vero? gioielli come quello che contengono :-))) Bacioni

      Elimina
  7. Sai che ho appena fatto ieri aceto coi fiori della erba cipollina. Non ho pensato di usare tutti questi altri gusti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nooooo. i fiori d'erba cipollina: lo faccio anche io,,,m vengo a vedere da te!

      Elimina
  8. no ma questa è una cosa spettacolare: ho delle rose profumatissime e praticamente allo stato selvatico che non aspettano altro che di essere cucinate. lo so, me l'hanno detto :) l'idea di ficcarle nell'aceto mi piace moltissimo, e quelle bottigliette sono da urlooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora parti!!!!! sono perfette allo scopo! e poi mostraci il risultato!
      Un bacione e grazie

      Elimina
  9. Risposte
    1. mi fa piacere !!!! dimmi se ti piacciono, appena saranno pronti!!! :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...