OverBlog

sabato 26 maggio 2012

MTC- Budino di asparagi con salsa alle spugnole e fiori di timo di sandra

Sgombriamo subito il campo da pericolosi equivoci: il vero furto che la Francia ha commesso ai nostri danni non è la Giocondà (alla quale ormai ci siamo rassegnati), nè la Carlà (alla quale, ormai, si dovranno rassegnare), bensi, m.me Sandrà Vacchì da Bolognà, che per arcane e per noi incomprensibili ragioni ha varcato l'odiosa frontiera, fnendo per deliziare i sensi dei nostri cugini e non quelli dei suoi compatrioti. Se ancora non la conosceste, l'invito è quello di farsi un giro sul forum che modera, assieme ad altre amiche: fatelo da sedute, con qualche mezz'ora di tempo libero davanti, armate di carta e penna o copiaincolla, perchè sarà impossibile non farsi prendere dall'entusiasmo per le meraviglie che troverete e dalla foga del "questo lo faccio anch'io". Esattamente come capita ogni volta che Sandra si affaccia all'MTC, regalandoci qualcuna delle sue ricette. Lo ha fatto anche questo mese, con due budini che sono un trionfo dei profumi e dei sapori della sua Provenza in questa stagione, presentati oltretutto con quell'eleganza che, da sempre, è un altro dei suoi marchi di fabbrica. Il primo è a base di asparagi verdi, esaltati da una salsa di spugnole, il secondo è preparato con i carciofi bretoni e la salsa mousseline, in versione salata. Il filo conduttore è costituito, per entrambi, dai fiori di timo, delizia per il palato e per gli occhi, a suggello di un "sabato di emmtichallenge" da stampare, nella memoria e anche nel proprio archivio :-)
Alle 17.00, il flan di carciofi.

 Budino di asparagi con salsa alle spugnole e fiori di timo
di Sandra Vacchi




"L'idea del budino mi piace molto anche se io continuo a chiamarlo flan come mi hanno insegnato in terra di Francia:-))Ne faccio spesso e tutti in casa li amano,quindi nessun problema ad offrirne uno nuovo a ragazzi e marito ieri sera come antipasto che precedeva una côte de beuf accompagnata da un gratin dophinois.
Avevo bisogno anche di un nuovo epitafio,ne sentivo la mancanza ed avevo anche bisogno di rimontarmi il morale quindi mi sono pure gratificata con due prodotti che adoro:asparagi verdi e spugnole,due prodotti di stagione che stanno benissimo insieme.

Budino di asparagi verdi,spugnole e fiori di timo

Ingredienti per 8 stampini da flan usa e getta.

400 gr di asparagi verdi
3 uova
30 cl di panna liquida
40 gr di parmigiano grattugiato
sale , pepe da mulinello (se avete del pepe selvaggio del Madagascar ancora meglio)

per la salsa alla spugnole

200 gr di spugnole fresche od essicate.
una grossa noce di burro
10 ml di crème fraîche
½ bicchiere di brodo
sale, pepe bianco e fiori di timo sia per decorare sia per profumare.

Pelare gli asparagi e cuocerli all'inglese ovvero in acqua bollente salata e dopo circa una ventina di minuti toglierli dalla pentola e passarli in acqua con ghiaccio per mantenere il verde fermando la cottura.
Farli asciugare il piu' possibile su un tovagliolo.Potete cuocerli anche parecchie ore prima ma copriteli con un tovagliolo.
Tagliare 8 punte di asparago e tenerle per decorare.
Frullare gli asparagi non completamente,meglio se non diventano una purea ma restano dei pezzetti.

Frullare le uova con la panna liquida,sale, pepe,aggiungere gli aspragi .
Imburrare degli stampini usa e getta per flan ,versare un mestolo di composto arriverete circa ad un cm dal bordo.
Nel frattempo avrete messo sul fuoco una teglia con acqua che contenga gli stampini ed acceso il forno a 180°.
Posate gli stampini nella teglia e passate in forno per circa 25 minuti,la superficie sara' leggermente colorata.
Il vantaggio di questi budini non solo questi con asparagi ma anche con altre verdure é di potersi preparare anche il giorno precedente.Quando saranno freddi per scaldarli basta ripassarli nel bagnomaria.

Per la salsa alle spugnole

Lavare rapidamente i funghi sotto l'acqua corrente ed asciugateli.Tagliateli a pezzetti.
Nella padella mettete la noce di burro e fate cuocere rapidamente per qualche minuto i funghi,poi aggiungete il brodo,abbassate la fiamma e fate cuocere almeno una ventina di minuti.Aggiungete poi i fiori di timo e la crème fraîche,salate e pepate,mescolate bene ,cuocete ancora qualche minuto,la salsa é pronta.

N.B.Potete servire questi budini anche con una salsa mousseline che si sposa alla perfezione con gli asparagi."

8 commenti :

  1. pare che il leonardo andò in francia con la gioconda sotto braccio e lì la vendette! non credo possiamo reclamarla!
    la carlà non credo vogliamo reclamarla!

    in quanto al budino è veramente bello, e mi piace molto l'idea delle spugnole.

    irene

    RispondiElimina
  2. Un trionfo di sapori, direi! Mi piace...ma proprio tanto!
    Complimenti!
    Any

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia di sapori!!

    RispondiElimina
  4. Brava! Come sempre. E che eleganza sia di sapori che di presentazione.
    Cristina P.

    RispondiElimina
  5. Torna a Bolognaaaa!!!! slurp!

    RispondiElimina
  6. Una bellissima sinfonia di sapori. Le spugnole poi sono un tocco d'artista... si proprio d'artista. Ha ragione Ale nella presentazione... echissene la Gioconda!
    Nora

    RispondiElimina
  7. Grazie Ale sei troppo buona e cara!!:-)Questa volta mi hai veramente fatto arrossire con le tue care parole.
    Grazie a voi per aver fatto nascere questa comunita' solo in parte virtuale ,stimolante, simpatica , piena di stupendi spunti, "culturata" e giovane!!!WWWWW.... Menu turistico ed Ale!!!!!
    Grazie anche ad Irene,Any,Olga,Cristina,Francy,Nora,bacio a voi!!

    RispondiElimina
  8. la base di alta cucina traspare dalle tue parole, da come spieghi con tanti appunti personali questa bellissma ricetta!
    che abbinamenti raffinati, grazie mille complimenti!
    Francesca

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...