OverBlog

lunedì 26 novembre 2012

Minestra di porri al wasabi con dadini di salmone e l'Autunno

Di Daniela

foglie collage 2

Un pannello di arte moderna? Parti di una cartina topografica ingrandita, combinazioni di un caleidoscopio?

No, solo foglie: i colori dell'autunno, i più caldi e vivaci, solo semplici foglie staccate dall'albero, i simboli della stagione per eccellenza. Foglie come questa

autunno

anzi questa è una di quelle che ho fotografato per il collage. L'autunno è davvero troppo affascinante  per rinunciare a scattare foto per chi  ha un debole per l'obiettivo.
Così. vi vorrei mostrare qualcuno dei miei ultimi scatti, sperando che voi condividiate con me l'amore per la luce e le sfumature del colore...anche se so che la perfezione del fotografo "vero" è un'altra cosa. 
C'è anche una piccola domanda : che cosa ho ripreso nella foto numero 6 secondo voi?


Ape su rosa2


ape su rosa


azalea


chicco di melagrana


chicco di melagrana


i semi di rosa


ciclamino


 boccioli di camelia


DSCF6391
Questa foto non è un'intrusa : è proprio la mia piantina di fragole che non vuole rendersi conto che è quasi dicembre.....:-)

8202692335_297fedfbe7_b


albero autunno


il cuore della rosa


foglie collage


Chiudo con un'altra serie di foglie... Il colore illumina queste giornate qualche volta davvero uggiose e questa è ricca di toni diversi e solari.... Ah, quella nella foto n. 5 è un cinorrodo della mia bellissima rosa gialla, diviso a meta :-)!


Minestra di porri al wasabi con dadini di salmone

salmone e porri

L'idea l'ho presa da qui. La ricetta è semplice, chic e piacevole, oltre ad essere perfettamente in tema con la stagione: l'unica cosa un po' noiosa è il tempo che ci vuole per tagliare a listarelle sottili i porri, ma i risultato giustifica questa operazione degna di Benvenuto Cellini. Per aggiungere ancor più eleganza alla preparazione, ho utilizzato pepe bianco e sale grigio di Bretagna. Mi è piaciuta particolarmente ed ha avuto successo. Non occorre accompagnarla con crostini di pane, come avevo pensato in un primo momento, perché il porro aggiunto alla fine, ancora leggermente croccante, dà una buona consistenza al tutto.  Decisamente da provare.

Ingredienti per 4  porzioni
1 cipolla piccola
2 spicchi d’aglio
700 g di porri
2 cucchiai d’olio
sale
pepe
1 limone
2 cucchiai di wasabi in pasta
1 l di brodo di verdura
1 dl di panna
400 g di filetti di salmone senza pelle

SALMONE

Tritate la cipolla e l’aglio. Tagliate i porri a metà per il lungo e riduceteli a striscioline larghe 2 mm. Fate appassire il tutto nell'olio in una padella ampia, per ca. 5 minuti. Condite con sale e pepe. Mettete da parte un quarto dei porri. Spremete il limone. Incorporate il wasabi, il succo di limone e il brodo ai porri. Coprite e fate sobbollire per ca. 15 minuti. Frullate la minestra e filtratela con un colino. Unite la panna e regolate di sale e pepe. 
Tagliate il salmone a dadi di 2 cm. Mettete nella minestra i porri messi da parte e il salmone. Togliete la padella dal fuoco, mettete il coperchio e lasciate riposare la minestra per 5 minuti, poi servite.
Qualche informazione in più:
1 porzione contiene
Calorie: 300 kcal
Proteine: 22 g
Grassi: 18 g
Carboidrati: 12 g 
Tempo di preparazione 20 minuti + cottura ca. 15 minuti

Buona giornata
Dani

22 commenti :

  1. se poi li devi frullare puoi anche tagliarli un pò più grossolani i porri e vedrai che anche la preparazione sarà meno noiosa :-)
    oddio, mi sento un pò come la Parodi con queste scorciatoie! cmq ho giusto giusto in casa un bel pò di porri e io li amo alla follia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non si può Chiara, perchè non tutto il porro viene frullato e allora, già che sei li, tagli tutto per bene....:-))Però il risultato paga! visto che anche io amo i porri non ho saputo resistere :-)
      Buon lunedì

      Elimina
  2. Mmmm che golosa quella minestra, sembra proprio cremosa! Ma la foto num 6 è un chicco di melagrana gigante? Un petalo di rosa?
    Buona giornata :)
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahah Paola è un cinorrodo (insomma il contenitore dei semi) di una mia rosa!!!! Bello vero? a me ricordava una piccola zucca .....
      Buona giornata anche a te!

      Elimina
  3. cara daniela, ma i dadini di salmone si aggiungono crudi alla minestra, oppure si saltano a parte in un'altra padellina, per poi aggiungerli in superficie tipo crosini? grazie virginia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati Virginia. Si aggiungono crudi, proprio come ho spiegato nel post: il calore della vellutata cuoce in un attimo i dadini, che rimangono morbidi e saporiti.

      Elimina
  4. cara daniela, innanzitutto grazie per l'estrema velocità con cui mi hai risposto, ma leggendo meglio tra gli ingredienti mi sono accorta dell'aglio, che mi lascia un po' perplessa considerando che va poi frullato, mi sbaglio? è determinante per il risultato finale o si può anche omettere? grazie ancora e un caro abbraccio, virginia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Virginia, puoi tranquillamente sostituire aglio e cipolla con dello scalogno: più leggero e senza problemi di sapore eccessivamente deciso.
      Spero di esserti stata di aiuto :-).
      Buona giornata

      Elimina
  5. Le foto sono strepitose e a chi ancora mi viene a dire che l'autunno è una stagione triste e noiosa non so che cosa gli rispondo. Il collage di foto con le foglie veramente sarebbe da ingrandire e incorniciare, sembra un quadro.
    Per quanto riguarda la minestra mi incuriosisce l'accostamento wasabi-salmone-porro, l'aspetto comunque è davvero invitante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mari! anche io ne sono entusiasta! quando improvvisamente ho capito come fotografare le foglie per rendere al meglio colori e nervature non avrei smesso più!
      La minestra , ti dirò, è davvero particolare: il limone la panna il wasabi e i porri con il salmone creano un mix molto originale e decisamente saporito. A noi è piaciuto molto..
      Un abbraccio e buona giornata

      Elimina
  6. Mi dai un'idea su come utilizzare il wasabi che mi hanno regalato!
    Grazie cara!!

    RispondiElimina
  7. Ciao, questa ricetta m'ispira molto ha due ingredienti che mi piacciono molto i porri e il salmone ...è le foto sono stupende !
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria !! Abbraccio ricambiato

      Elimina
  8. complimenti per le foto e per aver scovato questa ricetta! confermo che è una grandissima figata, l'idea del wasabi mi piace un sacco, bella bella bella....
    baci
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cris. Grazie : come "ricercatrice" non sono niente male :-)))
      Grazie per le foto...scattarle è la mia principale fonte di relax
      Bacioni :-)

      Elimina
  9. wasabi e limone foerever!!! buonissima, provata ieri sera col tonno al posto del salmone.
    delicatissima ma saporita, buona buona buona!!!
    brava daniela!!
    Mimma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, che piacere che tu me lo abbia detto!!!! Sono davvero contenta di essere stata "tua ospite" a tavola :-)))
      Buona serata e grazie ancora

      Elimina
  10. cara daniela, ieri mi sono procurata dei porri, perchè stasera per cena, ho intenzione di preparare questo piatto, purtroppo però non avendo il wasabi, che tra l'alro non ho mai assaggiato, e che non saprei neanche dove reperire,(forse in erboristeria o nei grandi ipermercati), ti chiedo come potrei sostituirlo, se possibile. grazie e un caro saluto, virginia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Virginia, questa volta non so proprio che dirti: il wasabi è il wasabi... è piccante leggermente agrumato forse, potrebbe ricordare la senape , ma è il wasabi. Quindi non saprei proprio cone fartelo sostituire....

      Elimina
  11. cara daniela, ieri sera ho preparato questa ricetta, che a differenza di tutte le altre ricette ottime del sito preparate finora, non mi ha particolarmente entusiasmata, tanto da non avverla sicuramente tra quelle da rifare. il passaggio del filtraggio al colino, l'ho trovato particolarmente sconveniente e inutile, sia per l'estrema lentezza con cui la salsa veniva filtrata, sia perchè il quantitativo del prodotto finale sarebbe stato davvero insufficiente, tant'è che dopo averne filtrato metà, ho rimescolato tutto di nuovo, non essendoci comunque degli sgradevoli filamenti, come avevo supposto, e come avevo ritenuto giustificativi del passaggio in questione. in secondo luogo, mi è sembrato strano che tra gli ingredienti non ci fossero le patate che in un salsa simile, dovrebbero essere d'obbligo per la loro capacità legante grazie all'amido in esse contenuto. infine come immaginavo, se l'aggiunta del salmone crudo amalgamato nella salsa, ne preserva sicuramente la consistenza che rimane infatti morbida, dall'altro ne pregiudica sicuramente il gusto finale, in cui il suo sentore ritengo sicuramente eccessivo. in una vellutata di patate preparata l'anno scorso, i dadini di salmone venivano solo per qualche secondo saltati in padella con dei semi di sesamo, per poi aggiungerli alla fine, tipo crostini. scusami se sono stata troppo puntigliosa nel giudizio finale, ma mi piace esprimere obiettivamente quelle che sono le sensazioni del mio palato, che mi sto rendendo conto essere diventato molto più consapevole e quindi ipercritico. un caro abbraccio virginia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che puoi farlo Virginia... ma certamente è una questione di gusto: vedi che per esempio a Mimma è riuscita bene ed è stata gradita sulla sua tavola.... Dipende sempre da molti fattori la riuscita di un piatto.
      Sarà per il prossimo allora.
      A presto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...