OverBlog

mercoledì 16 maggio 2012

Melanzane tricolore di Yotam Ottolenghi

di Daniela
Scroll down for English version

Devo dire che, questa volta sono rimasta davvero conquistata. negli ultimi anni, come ben capirete, per via dello Starbooks e non solo, mi è capitato spessissimo di sfogliare un libro alla ricerca di una ricetta che mi "andasse di preparare", e di far fatica a trovare qualcosa che decisamente mi piacesse, scoraggiata da particolari stonati ai miei occhi o alle mie papille gustative, o magari dal necessario recupero di attrezzi o prodotti. non semplici da reperire. Eppure, come ben sapete tutti, esistono quelle ricette delle quali leggi il titolo, dai una scorsa agli ingredienti e già senti tue,... se poi ha anche una foto veritiera a cui ispirarti allora si rasenta l'ispirazione perfetta, un po' come la Tempesta di G. Clooney :-)


Bene, sfogliando questo libro, ho cominciato a mettere i miei, ormai celebri in casa, segnalibri fai da te, che comprendono qualunque cosa, di qualunque dimensione, forma o spessore mi capiti sotto mano, e non mi sono fermata fino all'indice.
Ne è uscita una selva di segni, che si sono uniti alle tenui X a matita di Ale, che ricordano un po' gli est, est del medievale Martino, alla ricerca del vino migliore per il suo Vescovo: più est (crocette) trovo accanto al titolo della ricetta, più è evidente che il risultato è stato o potrebbe essere un successo.
Alla fine della cernita lunga ed abbondante, ho scelto per me alcune ricette semplici, ma straordinariamente saporite e curate sia nella scelta e nel bilanciamento degli ingredienti, come nella descrizione del procedimento di preparazione.
Ovviamente anche oggi, per il nostro meravglioso gruppo di starbooks, scendono in campo

Sauté di ceci con yogurt Greco di Andante con gusto
Crostini alle pere di Vissi d'arte e di cucina

Itamar's bulghar pilaf di Insalata mista
Green cous cous di Ale only kitchen
Melanzane tricolore di mt

Sotto il titolo del nostro piatto vi riporto la descrizione che Ottolenghi e le sue ossevazioni: anche queste fanno parte del fascino del libro. Valutate voi.


Melanzane tricolore


melanzane tricolore


Questa ricetta si apre così: "Spero che gli Italiani siano in grado di perdonarmi per questo sacrilego uso del coriandolo in un piatto così italiano. Infatti e lo dico molto piano, quasi in un sussurro, il coriandolo funziona benissimo.  E mi inoltrerò ancor più in questo terreno così pericoloso da suggerire, addirittura, che il coriandolo fresco si adatta perfettamente nella cucina tradizionale italiana. Ecco fatto, l'ho detto. E ora sentitevi pure liberi di sostituire il vecchio buon basilico al posto del coriandolo."
melanzane tricolori Ottolenghi
Ingredienti per 4
3 melanzane medie
olio di olive (extravergine) 
sale marino e pepe
1 cucchiaio di aceto rosso di vino
1 peperone giallo
10 pomodorini
30 gr capperi
30 ml di salamoia dei capperi
150 gr di mozzarella di bufala
1 mazzetto di coriandolo fresco

melanzane tricolore3168
Preriscaldate il forno a 190C/375F/gas marchio 5.
Affettate le melanzane nel senso della larghezza in fette di 2 cm di spessore, mettetele su una teglia foderata con carta da forno e spennellate generosamente entrambi i lati con abbondante olio d'oliva, cospargendole  con sale e pepe. Arrostite in forno a media altezza per 25-30 minuti, o fino a quando le melanzane sono morbide e dorate. Lasciatele raffreddare.
Mescolate il peperone giallo, tagliato a dadini piccoli, i pomodorini tagliati in quarti, i capperi (nel mio caso dissalati), l’aceto e la salamoia dei capperi (o per me 1/2 cucchiaio di aceto in più) e aggiungere due cucchiai di olio d'oliva. Mettete da parte per almeno 30 minuti (il mix può essere conservato in frigorifero per diversi giorni, i sapori si amalgameranno meglio nel tempo).
Per servire, disponete le fette di melanzane, leggermente sovrapposte, su un piatto da portata. Tagliate anche la mozzarella a dadini e spargetela sopra la salsa di peperoni. Terminate il tutto con una bella spolverata di coriandolo fresco, tritato finemente
Personalmente le ho accompagnate con alcuni meravigliosi, profumati, colorati e chi più ne ha più ne metta pomodorini alle erbe, ma la ricetta ve la presenterò .... più avanti :-)))).... Una delizia assoluta!
A più tardi
Dani



Aubergine tricolore 

melanzane tricolore



Serve 4
3 medium aubergines 
Olive oil 
Sea salt and black pepper 
1 yellow pepper, cored and cut into 1cm dice 
10 cherry tomatoes, quartered 
30g capers plus 
30ml of the brine 
150g buffalo mozzarella 
1 small handful fresh coriander, leaves picked 


Preheat the oven to 190C/375F/gas mark 5. Slice the aubergines widthways into 2cm-thick pieces, place them on a baking sheet lined with baking parchment and brush generously on both sides with plenty of olive oil and sprinkle with salt and pepper. Roast for 25-30  minutes, or until the aubergines are soft and golden-brown. Allow to cool down. 
Mix together the yellow pepper, tomato, capers, vinegar and brine, and add two tablespoons of olive oil. Set aside for at least 30 minutes (The mix can be kept refrigerated for several days,  the flavours will deepen over time)
To serve, arrange the aubergine slices, slightly overlapping, on a serving dish. Break the mozzarella into large chunks and scatter on top. Spoon over the yellow pepper salsa and finish with coriander. 


I served these aubergines tricolore with some little herb-stuffed tomatoes. For the recipe, you have wait until this evening, at 07.00 p. !!!
Have a nice day
Dani

30 commenti :

  1. in anticipo sulla tabella di marcia :-))
    bellissime queste melanzane
    ps: ho pubblicato su insalata mista
    ciao
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre trooooppo avanti ;-)))
      Corretto blog! Ciao :-)

      Elimina
  2. Daniela, mi ritrovo nelle tue parole ed ho espresso il mio stesso entusiasmo nel post di oggi. Questo è un libro di grande ispirazione per me. E' bello confrontarmi con piatti vegetali, io che non ho poi grande fantasia per quando riguarda i contorni o comunque le alternative al solito piatto di carne (perché qui si trova anche il piatto unico perfetto!). Lo adoro, letteralmente. E la tua ricetta era una di quelle che mi aveva ispirato fin dall'inizio, la foto parlava eloquentemente di tutta la bontà del piatto ed era estremamente attraente. E' uno dei piatti che preparerò in queste prossime sere di prima estate (se arriva), quando ancora saremo in grado di accendere il forno. Bellissima, e troppo forte il piatto "Menu turistico"! Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbraccione ricambiato e pensiero in toto condiviso: la leggerezza, il sapore ma te lo confesso anche e soprattutto il colore mi hanno conquistata!
      Bacissimi

      Elimina
  3. Ciao Dani.
    Queste le rifaccio subito. In epoca di dieta, tossine da smaltire, o anche solamente di *voglia di fresco* queste sono perfette.
    Buona giornata.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero!!! Ricetta deliziosamente fresca e leggera, anti grigiore !! :-))))Buonissima giornata anche a te

      Elimina
  4. non so se mi piaccia più la foto o la ricetta... fatto sta che ho già l'acquolina in bocca!!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisognerà che tu venga ad assaggiarle, per decider :-)))))
      Bacini

      Elimina
  5. Benissimo, mi sento confortata dall'autorizzazione di Ottolenghi a sostituire il coriandolo con il buon vecchio basilico, perche' a me, seppur dotata di papille avventurose, il povero coriandolo proprio non piace...Un piatto coloratissimo con tutti i profumi della nostra meravigliosa e maltrattata terra. Un bacione, Dani! buonissima giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. baci grandissimi Roby e un rispettoso saluto alle tue papille avventurose!!! :-))))))

      Elimina
  6. una favola, una favola, ecco cosa sono queste melanzane!! yotam ha una predilezione per questa verdura e si capisce dalle sue ricette. tu le hai realizzate alla perfezione, non vedo l'ora di farle anch'io. però ci metterò il basilico, il coriandolo non mi fa impazzire... checché ne dica il nostro idolo ;)))

    ps: i pomodorini ripieni li ho intravisti, stupendi davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri, come dicevo a Mario, forse il suo basilico non è il nostro ;-)))! Un super abbraccio!!!

      Elimina
  7. Mi piace il piatto e sono certo che apprezzerò ancor più le indicazioni per i pomodorini alle erbe (nella speranza di vederci l'assenzio! :P aahahhahah)...le mie perplessità ovviamente si attestano sulla stupida convinzione (perchè non supportata da alcuna analisi parallela gastronomica gustativa) che il coriandolo dal punto di vista aromatico sia un possibile sostituto del basilico. Per fugare ogni dubbio non discuto che possa funzionare per la cucina mediterranea tutt'altro lo trovo anche un modo per variare in modo sano...quello su quale proprio non riesco a fare un passo oltre è l'ottica della sostituzione....quella proprio no. Sposo l'ottima prospettiva dell'alternativa indovinata...ma se incontro qualcuno che mi parla di sostituzione (e non sono nemmeno genovese) del basilico mi scappa proprio da ridere! :P ehehehehehehe
    Magari mi scappa anche di scrivergli "basilico" sulla porta di casa con un cacciavite! :D ahahahahhahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei veramente severissimo in tema di aromi !!!! ma ti dirò il povero coriandolo a me è simpatico per via di un paio di rigogliose piantine qui, sul mio terrazzo (mentre o due vasi di basilico in giardino... :-)))
      Io ho provato ovviamente con entrambi e devo dirti che anche il coriandolo non stona... certo è meno aromatico, ma dobbiamo domandarci che razza di basilico abbia un londinese :-))))))
      Comunque piatto davvero eccellente... e per i pomodorini...Qui è stata fatta una ola :-)
      Bacisssssssssssimi anche a missD

      Elimina
  8. In attesa dei pomodorini ti accenno che non hai torto...di londinese ho qualcosa... devo ammetterlo...lo dico?...ma si meglio confessare...la nebbia nel cervello! :P ahahahahahahaah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahahah maggggggico Mario!!!!!

      Elimina
  9. Trionfo d'estate in questo piatto! Devo provare a cuocere le melanzane in questo modo: devono essere meravigliose...
    P.S. apprezzo il coriandolo in alcune preparazioni, ma con le melanzane adoro il basilico... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scontro tra le due tendenze pare penda a favore del basilico!!! :-))))) La cottura così è ottima, risultano morbide e polpose.... Buone insomma :-)))!

      Elimina
  10. oggi ho dato un'occhiata a tutte voi stars del book, e queste ricette sono proprio da rifare subito, coriandolo compreso :) ... la sostituzione che invece apporterò io è per la mozzarella di bufala, qui in Abruzzo non se ne trovano di buone, e Daniela complimenti anche per il post sugli aceti ai fiori, UNO SPETTACOLO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gra zie Giulia, grazie mille!!!! perfetta anche la sostituzione... Un abbraccio

      Elimina
  11. coriandolo.. basilico.. la ricetta è stupenda!!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Cara,
    Passa da me, ho un premio per te!!
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  13. mi piace questa ricetta piena di colori, noi mangiamo tantissime verdure ma le idee nuove servono sempre, e poi potrei anche provare ad usare il coriandolo, ogni tanto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. franci coloriamo il colorabile! Anche noi mangiamo verdure tutti i giorni , ma a volte un'idea nuova è una manna!!! un bacionissimo

      Elimina
  14. Piatto perfetto per aprire una bella cena tardo primaverile in veranda con gli amici.
    Ora la scrivo sul mio vecchio quaderno per non dimenticarla ;)
    intanto aspetto la ricetta dei pomodorini :D
    PS non sarà la stessa cosa che sotto una veranda ma ti invito a mangiare qualcosa e a farci due chiacchiere nel mio nuovo blog: wwww.ricetteeparole.blogspot.it
    A presto!
    Giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'invito Giusi!!! Verrò a fare un giretto da te. A prestissimo

      Elimina
  15. splendide queste melanzane, come colori e come sapori.
    un'unico problema: il coriandolo. e dire che l'ho pure piantato sul davanzale, quest'anno. ma non lo amo per niente.
    dici che devo provare perché ci sta davvero bene?
    altrimenti posso usare il buon vecchio basilico? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, puoi tranquillamente utilizzarlo... il coriandolo non ha un sapore così forte o deciso da cambiare radicalmente la ricetta: anzi forse è stata una scelta più in levare, che in aggiungere... il basilico ha un profumo decisamente più intenso e "soverchiante". Perchè non provi a farne una fetta in un modo e una nell'altro, visto che hai il coriandolo? cosi poi mi dici qual'è la formula preferita... :-))) Baci e buona giornata n:-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...