OverBlog

lunedì 14 gennaio 2013

Zuppa di carote con tahini e ceci croccanti

Di Daniela

Con il freddo intenso di questi giorni ditemi, vi viene in mente qualcosa di più piacevole da preparare di una bella zuppa calda e fumante?
"La zuppa mette il cuore a suo agio,  placa la violenza della fame, elimina la tensione della giornata, e risveglia e raffina l'appetito" e se non possiamo fidarci di Auguste Escoffier, di chi altro? 
Qui da me i primi morbidi e profumati  vanno per la maggiore, perchè in famiglia, dai più grandi ai più giovani, sono tutti  incredibilmente golosi di ciò che di solito non fa impazzire, specialmente i ragazzi: sono pazzi per le verdure, per la carne, per il pesce e sono stragolosi in particolare di minestre e brodo!
Quindi ovviamente cerco sempre di trovare qualche ricetta un po' diversa da aggiungere al mio quintetto preferito : ribollita, mes-ciüa , minestrone alla genovese, zimin e pasta e fagioli.... Ovviamente in questi anni ho arricchito incredibilmente la mia "collezione" di minestre e, con la complicità di Ale, le ho riportate qui sopra : ce ne sono di autori famosi, legate ad una particolare regione o ad uno specifico ingrediente, italiane, straniere, continentali ed esotiche...
Nel caso di questa zuppa mi hanno colpito, appena l'ho vista, il mix eccellente di ingredienti un po' medio orientali, ben bilanciati fra loro e soprattutto l'utilizzo, al posto dei soliti crostini di pane, dei ceci cotti e fatti saltare in padella, per dare una nota croccante al tutto.
Insomma per farla breve è una vera meraviglia!  Anche con questo piatto, grande successo presso il mio personale pubblico !

Zuppa di carote con tahini e ceci croccanti
di Deb Perelman 

zuppa carote


Dosi per 4 persone, porzioni abbondanti o 6 ridotte
per la zuppa
2 cucchiai (30 ml) di olio d'oliva
905 grammi di carote sbucciate, a dadini o a fette sottili
1 grossa cipolla, tritata finemente
4 spicchi d'aglio regolari o 6 piccoli, pelati e schiacciati
1/4 cucchiaino coriandolo macinato
1/2 cucchiaino di cumino macinato
1/2 cucchiaino di sale da cucina, o più se necessario
Un pizzico pepe di Aleppo o peperoncino (io ho utilizzato il pepe di Sichuan, molto aromatico e profumato)
4 tazze (945 ml) brodo vegetale
Ceci croccanti
1 3/4 tazze di ceci cotti, o un barattolo da 425 grammi , sgocciolati, e leggermente asciugati con carta da cucina
1 cucchiaio da tavola (15 ml abbondanti) di olio d'oliva
1/2 cucchiaino di sale grosso
Cumino macinato 1/4 cucchiaino
Crema di Lemon-tahini 
3 cucchiai da tavola (25 grammi) pasta tahini
2 cucchiai (30 ml) di succo di limone
pizzico o due di sale
2 cucchiai (30 ml) di acqua
Cunei di Pita per guarnire (o sfogliette di pane croccante per  me)
Olio di oliva, per condirli
za'atar (una miscela mediorientale di spezie ed erbe) o semi di sesamo e sale marino per cospargere
2 cucchiai di prezzemolo, tritato grossolanamente

zuppa di carote 3

L'ispirazione è venuta leggendo la ricetta di Deb, che mi ha ispirato anche con delle bellissime foto!
Innanzi tutto ho messo tutti gli aromi, coriandolo, cumino, pepe di Sichuan e sale grosso, nel mortaio e li ho pestati accuratamente, ottenendo un sale aromatico eccellente per l'occasione..
Cominciamo ora scaldando due cucchiai di olio d'oliva in una pentola a fondo spesso ( o come la mia, di coccio) a fuoco medio. Aggiungete le carote, la cipolla, l'aglio, il coriandolo, il cumino, sale e pepe e fate rosolare fino a quando iniziano a “colorirsi”, circa, 15 minuti.

Nel frattempo, scaldare il forno a 200 °C. Fate rosolare i ceci con un cucchiaio di olio d'oliva, sale e cumino fino a quando sono tutti lucidi. Stendeteli su una teglia e arrostiteli in forno fino a quando sono dorati e croccanti. Questo può richiedere da 10 a 20 minuti, a seconda delle dimensioni e la fermezza dei vostri ceci. Mescolateli di tanto in tanto per assicurarvi che si arrostiscano in modo uniforme.

zuppa carote

Una volta che carote e cipolla hanno cominciato a rosolare, aggiungete il brodo, mescolate accuratamente, chiudete la pentola con il coperchio e lasciate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 30 minuti.

Nel frattempo, in un piccolo piatto, mescolate insieme tahini, succo di limone, il sale e l'acqua fino ad ottenere una consistenza simile allo yogurt. Naturalmente se dovesse essere necessario è possibile aggiungere più succo di limone o più acqua, un cucchiaio alla volta, fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Per accompagnare la zuppa, potrete utilizzare della pita, come ha fatto Deb, spennellandola con olio d’oliva e un’insieme di erbe aromatiche, dorata in forno per 5 minuti. Io, invece, ho preparato della  pasta di pane con farina, lievito, acqua, poco sale e poco olio di oliva, l'ho tirata sottile, tagliata in forme geometriche diverse, unta con olio e condita con sale, origano (o con qualunque altro aroma preferiate) e cotta in forno per 5 minuti.

Passato il tempo di cottura, riducete la zuppa in una crema con un frullatore ad immersione, rendendola vellutata e densa. Per presentarla, mettete un po’ di zuppa nei piatti , aggiungete al centro della zuppa un cucchiaio pieno di crema di tahini e limone e aggiungete una bella manciata di ceci croccanti e un pizzico di prezzemolo.

Servite con i pezzetti di pita o di pane croccante. In questa zuppa l’equilibrio è perfetto tra la dolcezza delle carote, leggermente smorzato dalla cipolla e contrastato dal sapore deciso della tahini unita al limone. La nota croccante è garantita dall’idea davvero grandiosa dei ceci croccanti (che sono buonissimi sgranocchiati anche da soli) e l’accompagnamento con pane croccante completa il tutto perfettamente. In tutto questo il profumo del coriandolo, del cumino e del pepe di Sichuan, nel mio caso, aggiunge una nota orientale che mi è piaciuta davvero moltissimo.
Buona giornata a tutti
Daniela.



Carrot soup with tahini and crisped chickpeas
zuppa carotre

My soup vice is because I’ve already confessed to finding it a little dull, that I overcompensate with add-ins. Here, there’s a dollop (lemon-tahini), a crouton (cumin-crisped chickpeas, which might sound familiar as they’re also here), wedges of toasted pitas (brushed with olive oil, sprinkled with za’atar) and a garnish (parsley). If you’re not me, this might seem like overkill, in which case you should definitely just use the ones you find the most interesting.
 Serves 4, generously or 6, petitely 
Soup 2 tablespoons (30 ml) olive oil
2 pounds (905 grams) carrots, peeled, diced or thinly sliced 
1 large onion, finely chopped 
4 regular or 6 small garlic cloves, peeled and smashed 
1/4 teaspoon ground coriander 
1/2 teaspoon ground cumin 
1/2 teaspoon table salt, plus more if needed 
Pinch of Aleppo pepper or red pepper flakes 
4 cups (945 ml) vegetable broth 
Crisped chickpeas
1 3/4 cups cooked chickpeas, or 1 15-ounce (425-gram) can, drained, patted dry on paper towels 
1 generous tablespoon (15 ml or so) olive oil 
1/2 teaspoon coarse salt 
1/4 teaspoon ground cumin 
Lemon-tahini dollop 
3 tablespoons (25 grams) tahini paste 
2 tablespoons (30 ml) lemon juice Pinch or two of salt 
2 tablespoons (30 ml) water  
Pita wedges, garnish A few large pitas, cut into 8 wedges 
Olive oil, to brush pitas Za’atar (a Middle Eastern spice-herb blend) or sesame seeds and sea salt to sprinkle 
2 tablespoons flat-leaf parsley, coarsely chopped 

zuppa carote

Heat two tablespoons olive oil in heavy large pot over medium heat. Add carrots, onion, garlic, coriander, cumin, salt and pepper flakes and sauté until they begin to brown, about 15 minutes. Meanwhile, heat your oven to 425 degrees F. 
Toss chickpeas with one tablespoon olive oil, salt and cumin until they’re all coated. Spread them on a baking sheet or pan and roast them in the oven until they’re browned and crisp. This can take anywhere from 10 to 20 minutes, depending on the size and firmness of your chickpeas. Toss them occasionally to make sure they’re toasting evenly. 
Once vegetables have begun to brown, add broth, using it to scrape up any bits stuck to the bottom of the pot. Cover pot with lid and simmer until carrots are tender, stirring occasionally, about 30 minutes. Meanwhile, in a small dish, whisk together tahini, lemon juice, salt and water until smooth with a yogurt-like consistency. If more liquid is needed to thin it, you can add more lemon juice or water, a spoonful at a time, until you get your desired consistency.
Spread pita wedges on a second baking sheet and brush lightly with olive oil. Sprinkle with za’atar or a combination of sea salt and sesame seeds and toast in oven with chickpeas until brown at edges, about 5 minutes. 
Puree soup in a blender or with an immersion blender until smooth. Ladle into bowls. Dollop each with lemon-tahini, sprinkle with crisped chickpeas and garnish with chopped parsley. Serve with pita wedges.


35 commenti :

  1. Ehhhhh..... ora la devo provare per forza questa zuppa!!!!! L'ho già vista sul blog Labna con qualche modifica, ora ce la propini tu... 2 blog affidabilissimi che bisogna ascoltare per forza, la faccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...che l'ho presa dal blog di Deb ... Quando si dice che una ricetta piace !!!!!
      Hai ragione siamo moooooolto affidabili! :-))

      Elimina
  2. Bellissime foto e... zuppa meravigliosa!
    Elli

    RispondiElimina
  3. Ma è una meraviglia, e ho tutto per farla!
    Se ceci e tahine stanno bene nell'hummus figuriamoci in una zuppa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Ti confesso Stefania che ho pensato a te quando ho letto la ricetta :-) In più sei una appassionata del tema come noi in famiglia, vero? Un abbraccio grandissimo

      Elimina
    2. Ci son anche io tra gli appassionati :- O(come Arabafelice ben sa...). E' mia, rigorosamente senza peperoncino!

      Elimina
    3. Cara la mia L lo so!! ho letto il post di Stefania sulla faccenda :-)))))))

      Elimina
    4. L'ho fatta e apprezzata moltissimo, profumatissima ma delicata, assolutamente non dolciastra. Ammetto di aver escluso la pita troppo lunga da fare o reperire e per gusto personale di averla tenuta un po' più lenta di questa. Ma è un connubio squisito! Ho usato del coriandolo fresco che qui si trova più facilmente di quello secco, direi che funziona alla grande. Grazie, la rifarò.

      Elimina
    5. mi fa proprio piacere che tu me lo abbia detto! Grazie mille :-)))))

      Elimina
  4. eh si; di sapore decisamente medio orientale, volendo anche greco. con gli ingredienti ci siamo! :)
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irene, inutile dirti che sei il mio punto di riferimento per ciò che è mediterraneo! Sono certa che il sapore di questa zuppa ti piacerebbe molto. Buonissima giornata anche a te :-)

      Elimina
    2. aspetta che riprenda i sensi!!!
      la faccio subito. non appena avrò ammollato i ceci (sono molto schizzinosa!!!:)

      Elimina
  5. Bellissima ricetta! Come forse sai,le zuppe di carote sono popolarissime dalle mie parti,ma possono essere piuttosto noiose..
    Qui si entra davvero in un'altro mondo,e tra l'altro ho tutti gli ingredienti,compreso il/lo za'atar.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sei davvero preparatissima! E mi è piaciuta la titubanza su il/lo za'atar: anche io non sapevo come metterlo :-)))))
      Un bacione anche a te e buona giornata

      Elimina
  6. Questa zuppa ti scalda anche solo leggendo l'articolo, la proveremo sicuramente anche noi a casa! Grazie del post e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te delle belle parole . Bacioni

      Elimina
  7. Buondì e bentrovata :)
    L'accoglienza, visto che è la prima pagina di MT che sfoglio collegnadomi è delle migliori, delle più calorose oserei dire visto che le zuppe fanno parte del mio quotidiano e che non basta mai l'ispirazione personale e che occorre sempre qualcuno come te che propone spunti accattivanti per migliorarsi al palato ma soprattutto per non lasciarsi andare alle solite soluzioni. Partiamo con la considerazione iniziale però, che mi vede già da subito tornare nei miei "panni" che con tutte donne in famiglia è più facile approcciare le verdure...prova ad avere tre maschi della medesima età e dimmi come faresti a non avere il frigo pieno di proteine animali! :P ahahahahahhaah
    Detto ciò, subito una domanda. Ho intenzione di ispirarmi al piatto che vedo sopra...ma ovviamente optando per una soluzione meno speziata...e quindi...quanto rimane dolce la carota nel bilancio complessivo del piatto?
    Questo per intuire come bilanciare io, omettendo alcune spezie.
    Per il resto davvero contento di trovarti, serio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi è la giornata dei pensieri condivisi: giusto stamani stavo pensando che avrei avuto proprio piacere a sentirvi un po'! Bene per ciò che riguarda le proteine animali ti dirò che vanno piuttosto forte anche qui con le due più piccole: la grande no, per carità....non sia mai :-)))
      Bando alle ciance, il dolce finale è poco: il sapore è molto ben amalgamato e devo dire che , pur avendo qualche titubanza sulle spezie , per una volta ho seguito pedissequamente le dosi e mi sono ricreduta... Non sovraccaricano l'insieme e non prendono il sopravvento... Comunque diciamo che a bilanciare la carota è l'insieme tahini limone, più che altro.. Quindi puoi giocartela così, controllando i sapori tramite lievi variazioni di percentuale...
      Per il resto, anche io!!!! Ci sentiamo presto

      Elimina
    2. Direi anche io che la tahina è così sapida da controbilanciare qualsiasi dolce...

      Elimina
  8. Daniela, avevo visto questa ricetta ieri su Smitten Kitchen e pensavo di provarla, ora che avendo la tua conferma che e' buona come sembra, la faro' di sicuro. Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata più veloce di te allora ! Ha conquistato al primo sguardo anche me, comunque e vale decisamente la pena di provarla :-))))
      Bacioni anche a te

      Elimina
  9. Anche a me piacciono tanto le zuppe: in inverno nulla è così coccoloso e avvolgente come una minestra, una zuppa o una vellutata. Poi se ci son questi ingredienti mi piace ancor di più :)
    Ciao cara! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa! Si in effetti un tocco di originalità ogni tanto ci sta anche per "la solita zuppa"!! :-)))))
      buonissima serata!

      Elimina
  10. mi piacciono tantissimo le minestre ricche di spezie! Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Helga ! Un abbraccio e buona serata :-)

      Elimina
  11. mi sembra favolosa! con quelle spezie mi strapiace!!! ottima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ha un profumo , oltre che un sapore, incredibile!

      Elimina
  12. Penso che il commento che ho inviato ieri si sia perso nel web infinito. E lo devo assolutamente riscrivere perchè questa zuppa mi ha letteralmente stregato. Ieri ti dicevo che avrei voluto averla sulla mia tavola per cena, oggi ti dico la stessa cosa. Oltre alle spezie che nobilitano la carota, mi fa impazzire l'idea dei ceci croccanti.
    Ciao Dani e buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si direi che se lo è mangiato il web!! Hai individuato anche il mio punto debole: i ceci croccanti! La Microba se li sgranocchiava in attesa di metterli nella zuppa :-)))
      Un bacio grandissimo e buona giornata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...